Home
Accesso / Registrazione
 di 

L’Australia si potenzia con le onde

waves.jpg

Energia del moto ondoso è in aumento come una valida fonte di energia rinnovabile per produrre energia elettrica, soprattutto sulla costa meridionale dell'Australia individuata dal World Energy Council come uno dei siti più promettenti al mondo per la generazione di energia dalle onde.

Un problema per gli sviluppatori è che le stime precedenti di potenziali onde energetiche sono basate su informazioni riguardanti acque oceaniche profonde, mentre i sistemi di generazione di onde energetiche sono in genere posizionati vicino alla riva.

In un articolo sulla rivista della AIP sulle energie rinnovabili e l'energia sostenibile, Hemer e il suo collega David Griffin forniscono nuove stime sul potenziale energetico delle onde nelle regioni in prossimità della costa dell'Australia. Hanno anche calcolato il fabbisogno energetico dell’Australia che potrebbe essere soddisfatto dal moto ondoso. Il consumo di energia elettrica oggi dell'Australia è di 130.000gigawatt-ora ad anno.

Hemer e Griffin mostrano che se il 10% del potenziale energetico delle onde in prossimità della costa meridionale dell'Australia fosse convertito in energia elettrica, la metà del consumo energetico attuale del paese sarebbe soddisfatto.

L’Australia si è impegnata a ridurre le emissioni di gas serra del 60% per il 2050 rispetto ai valori del 2000. Anche se l'analisi economica della produzione di energia delle onde in acque australiane deve ancora essere effettuata, Hemer dice che l'energia delle onde offre una risorsa massiva per contribuire a convincere il governo australiano a produrre 45.000 gigawatt-ora annuali di ulteriore energia rinnovabile entro il 2020.

Convertire il 10% dell'energia delle onde disponibile da un tratto da 1000 km in questa zona per l’energia elettrica è il primo passo per soddisfare il fabbisogno energetico solo con l’energia proveniente dalle onde. (da Physorg

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 60 visitatori collegati.

Ultimi Commenti