5 articoli per approfondire Open Source, licenze e copyright o left

Open Source Licenze Copyright copyleft

Copyright, copyleft, licenze Creative Commons ed Open Source. Tutti argomenti molto discussi e per niente chiariti, anzi, spesso nemmeno chiari. Ecco 5 articoli sull’argomento assolutamente da leggere per saperne di più. Da non perdere anche questo post sul lato “furbo” dell’Open Source.

1. Open Source significa Gratis?

Open source può voler dire gratis: dipende dall’accezione di gratuito. Allora, nell’immaginario collettivo open source rappresenta qualcosa che non si paga e, per essere più precisi e basici, che si scrocca. Ma open source è un concetto ben più complesso, almeno dal punto di vista legale. Il termine aperto a cosa si riferisce in realtà? La questione è molto complicata, quindi va approfondita e analizzata, tenendo presente che si tratta comunque di licenze (parziali o totali) i cui termini vengono considerati su base soggettiva, praticamente a coscienza personale. I controlli non ci sono, così come mancano pene o sanzioni: ma qual è la realtà dei fatti? Leggi tutto

 

2. Libri scolastici open source: una reale possibilità o un’illusione?

I libri scolastici open source potrebbero divenire più di un progetto , soprattutto in luce della crisi e del fatto che quest’anno i testi per la scuola costeranno l’8% in più ad ogni famiglia italiana che abbia dei figli iscritti alle medie o alle superiori. Senza scendere in ulteriori e irritanti dettagli sulla spesa, concentriamoci su quelle che sono le possibili soluzioni. Perché, infatti, nell’era digitale e del libero scambio di sapere bisogna spendere un patrimonio in libri scolastici? Io sono d’accordo sul fatto che lo schermo non debba pienamente sostituire la carta, ma integrarla di certo! Leggi tutto

 

3. Licenze Creative Commons: problemi di applicazione e assenza di controlli

Le Licenze Creative Commons sono state sponsorizzate e promosse come la nuova forma di tutela per gli artisti che non vogliono porre vincoli eccessivi sulle proprie opere, ma desiderano che il loro lavoro venga rispettato. Insomma, sono considerate una forma di difesa per diffusione democratica ed equa del sapere su internet. Da una parte gli autori possono farsi conoscere senza veder depredato il loro ingegno, dall’altra gli utenti hanno un vasto accesso alle opere. Leggi tutto

 

4. 5 cose da sapere sulle licenze Creative Commons

Le licenze Creative Commons sono conosciute dalla maggior parte degli internauti, ma in pochi realmente conoscono la differenza tra le diverse tipologie e soprattutto i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzarle. Allo stesso modo, chi si trova ad utilizzare materiale coperto da licenza Creative Commons deve essere al corrente di cinque informazioni base. Vediamole. Leggi tutto

 

5. La pirateria informatica non è un furto!

Dire in giro che la pirateria informatica non è un furto è qualcosa che al giorno d’oggi suonerebbe come totalmente insensato e privo (quantomeno) di buon senso. Ma la verità sta nel mezzo, perché spesso i problemi non vengono analizzati nella loro complessità, ma vengono solo accarezzati superficialmente, preferendo accettare (o non) quanto imposto o stabilito. Leggi tutto

 

2 Comments

  1. Edi82 Edi82 3 agosto 2012
  2. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 13 agosto 2012

Leave a Reply