Acido succinico, un materiale biologico assorbe l’anidride carbonica

acido succinico materiali biologici

L’acido succinico assorbe più anidride carbonica di quanta ne produce e si può produrre dai materiali biologici, rinunciando così all’uso del petrolio. 

L’acido succinico 

L’acido succinico è un materiale biologico utilizzato in molti campi che si può produrre attraverso prodotti naturali e che assorbe l’anidride carbonica. In futuro potremmo avere delle paperelle di gomma che assorbono i gas serra. La Myriant Technologies LLC ha vinto la gara indetta dal Dipartimento dell’Energia americano per attingere da un fondo di 50 milioni di dollari per costruire nuove fabbriche che producano acido succinico dal Sorghum, usando un processo di origine biologica, dal punto di vista energetico più efficiente. Soprattutto il materiale assorbe più anidride carbonica di quanta ne produce. Fino ad oggi il petrolio era il materiale principalmente usato per realizzare la produzione di acido succinico. Se ottenesse sul mercato il successo sperato, il processo di produzione così concepito dalla Myriant, più ecosostenibile e biologico, potrebbe avere un significativo impatto sulle emissioni di gas serra in tutto il mondo. L’acido succinico infatti è usato in un incredibile varietà di materiali, dagli additivi ai carburanti diesel atossici, dai material farmaceutici fino al cibo, passando per i componenti per le auto, i componenti esterni dei computer e le suole delle scarpe.

L’acido succinico in parole povere


Il dipartimento dell’energia ha assegnato il fondo di 50 milioni ad una fabbrica di acido succinico perché è tra i 12 elementi più venduti al mondo, tra quelli che possono essere prodotti dalle biomasse rispetto a quelli prodotti a base di petrolio. L’acido succinico può anche essere estratto dall’ambra, ed è anche conosciuto come acid amber. A livello molecolare ha un ruolo all’interno del Ciclo di Krebs, nel quale gli organismi aerobici (come gli umani stessi) convertono i carboidrati e altri carburanti naturali in energia utilizzabile. 
La compagnia Myriant, basata in Massachussets, ha passato quattro anni a lavorare sullo sviluppo del processo legato all’acido succinico prima di decidere di immetterlo sul mercato e produrlo in vasta scala. La nuova fabbrica basata sulla lavorazione del sorghum sarà costruita in Louisiana. Con i fondi dello stato della florida, questa estate la compagnia ha collaborato anche con l’Università della Florida e con la Buckeye Technologies Inc. per costruire degli impianti di prodizione di biorcaburanti e materiali biologici a Perry, in Florida. La fabbrica userà, oltre al sorghum, il legno e i residui della canna da zucchero, un sottoprodotto pastoso della produzione di zucchero.

Il futuro dei materiali biologici 


La Myriant Technologies LLC è, senza dubbio, l’unica società con un mercato su vasta scala che ha rifiutato nettamente l’uso del petrolio come materiale di alimentazione per i propri prodotti. Un’altra fabbrica di acido succinico di origine biologica è in lavorazione in Francia, a Pomacle. I materiali rinnovabili usati alla base della produzione includono frumento, grano, canna da zucchero, riso e glicerina (la glicerina è un importante prodotto biologico nella produzione dei biocarburanti.). Oltre ad altri materiali biologici esotici che andranno ad alimentare la produzione di bioplastiche come le alghe e addirittura le acque di scarico, si stanno prednendo in considerazione anche fibre naturali come gli involucri delle noci di cocco. Anche l’esercito americano, si sta muovendo per utilizzare, per avvolgere i cibi, materiali plastici di origine biologica. 

STAMPA     Tags:

Leave a Reply