Home
Accesso / Registrazione
 di 

Acquisizione dati via telefono - Terza parte

Acquisizione dati via telefono

Il dispositivo può essere alimentato da una sorgente continua a 12 volt collegata ai punti “± 12V” oppure da una sorgente alternata a 9÷ 12 volt (tipicamente il secondario di un trasformatore di alimentazione) collegata ai punti “Vac”. Nel secondo caso la tensione alternata viene raddrizzata dal ponte di diodi PT1 e resa perfettamente continua dai condensatori di filtro C1 e C13. La tensione presente in questo punto del circuito alimenta direttamente i due relè; tutti gli altri circuiti utilizzano una tensione stabilizzata di 5 volt presente a valle del regolatore a tre pin U3.

acquisizione_dati_via_telefono_pcb

Il led LD1 segnala se il circuito è alimentato. Gli unici due integrati utilizzati nel circuito sono il decoder DTMF U2 (un 8870) ed il microcontrollore U1 (un ST62T65) dotato di memoria non volatile di tipo EEPROM. Entrambi questi circuiti necessitano di un appropriato clock per funzionare correttamente; nel primo caso l’oscillatore interno è controllato dal quarzo Q2 a 3,58 MHz collegato ai pin 7 e 8 mentre nel secondo caso è un quarzo a 6 MHz (Q1) collegato ai pin 20 e 21 a determinare la frequenza di lavoro. La linea telefonica risulta galvanicamente isolata dal nostro circuito grazie all’impiego di un fotoaccoppiatore nel ring-detector e di un trasformatore nella sezione di bassa frequenza.

Quando è in arrivo una chiamata, nel led del fotoaccoppiatore FC9 circola una piccola corrente che attiva il fototransistor collegato tra i pin 4 e 5.

Ne consegue che anche il transistor T1 entra in conduzione determinando il passaggio da 0 a 1 del livello logico presente sul pin 1 (PB0) del micro. In pratica, ad ogni squillo, questa linea passa da 0 a 1. La notevole ampiezza della nota di chiamata non provoca alcun problema al circuito di ingresso di BF in quanto tutti i picchi di tensione vengono eliminati dai diodi D12 e DZ1. Il microcontrollore confronta il numero di squilli rilevati dalla porta PB0 con quelli in memoria e, al raggiungimento del numero prefissato, attiva la linea di uscita PB4. Ciò provoca l’entrata in conduzione di T4, la chiusura del relè RL2 e, cosa più importante, la chiusura della linea telefonica. Infatti in parallelo alla linea risulta ora presente la resistenza R30 il cui valore (150 Ohm) è sufficiente ad ottenere tale funzione. Il led LD2 segnala quando la linea è chiusa.

acquisizione_dati_via_telefono_montaggio

I segnali audio che, tramite la linea telefonica, giungono dal corrispondente, vengono applicati all’ingresso del decoder DTMF U2 le cui linee di uscita sono connesse direttamente alle porte PC0, PB3, PC2, PC3 e PC4 del micro, porte che fanno capo rispettivamente ai piedini 28, 5, 26, 25 e 24. Se i segnali in arrivo sono toni standard DTMF, l’8870 li riconosce e li decodifica; se la sequenza corrisponde a quella memorizzata il micro genera una nota di bassa frequenza e la invia in linea. La nota è disponibile sul pin PB7 da dove, tramite R27 e C10, giunge all’ingresso del trasformatore di linea. Durante i pochi secondi di attivazione della nota, l’uscita PB5 passa da 0 a 1 attivando il relè RL1 che provvede alla commutazione del circuito di bassa frequenza. Al termine è possibile interrogare gli otto ingressi per conoscerne il livello. Come si vede, ciascun ingresso utilizza un fotoaccoppiatore in modo da ottenere una separazione galvanica non solo tra la scheda e le apparecchiature da controllare ma anche tra le stesse apparecchiature. Agli otto ingressi (IN1 ÷ IN8) vanno applicate delle tensioni che possono essere indifferentemente continue o alternate.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 6 utenti e 34 visitatori collegati.

Ultimi Commenti