Home
Accesso / Registrazione
 di 

Agfa, il vendor di elettromedicali con le migliori performance per il 2010

agfa cr 30x

Con il suo CR 30X (Computed Radiography) la multinazionale si attesta al primo posto delle classifiche di performance secondo l'osservatorio indipendente KLAS Research. Il successo tiene conto dei tanti pregi del prodotto ma ci offre l'occasione per analizzare cosa sono e a cosa servono queste agenzie indipendenti di rating.

Senz'altro vi sarà capitato di vedere un archivio classico di cartelle cliniche radiologiche, stanze piene di lastre, un problema serio per quelle strutture che magari da tempo sono passate al digitale magari adottando una tecnologia RIS/PACS ma che sono costrette a mantenere enormi archivi di immagini su pellicola tradizionale per gli esami antecedenti alla digitalizzazione.
Agfa ha pensato anche a queste realtà proponendo con il CR 30X una via per la digitalizzazione di esami radiologici senza scendere a compromessi, la qualità è ottima, per ogni formato è possibile infatti acquisire l'immagine con una risoluzione di 10 pixel al millimetro quadrato. Facendo quattro conti una immagine 35x43cm avrà una risoluzione invidiabile di 3480 x 4248. Inoltre anche la velocità di acquisizione non è da sottovalutare: sempre per il formato 35x43cm il carico di lavoro è di circa 60 immagini all'ora, dunque 1 minuto per digitalizzare una radiografia tradizionale dal grande formato.
Altro punto di forza del prodotto sono i bassi costi di manutenzione, che non richiede grandi competenze tecniche per essere installata e mantenuta in funzione, competenze che chiunque sappia utilizzare un tradizionale scanner ha nel proprio background.

Le immagini digitalizzate con il CR 30X possono essere immagazzinate all'interno di alcuni cassetti specifici che ospitano al loro interno una memoria allo stato solido che garantisce la stabilità nel tempo dei dati anche grazie ad un involucro a prova praticamente di tutto. I cassetti di memoria inoltre dispongono già dell'antenna per l'identificazione mediante radiofrequenza sfruttando ad esempio la tecnologia RFID per gestire in modo più efficiente un eventuale archivio.

L'importanza di un prodotto per la digitalizzazione di immagini radiografiche standard è emersa dallo studio di KLAS, una agenzia indipendente che si occupa di effettuare valutazioni su prodotti garantendo imparzialità e conoscenza del dominio. Una risorsa importante per tutte quelle strutture che sono alla ricerca di una specifica tecnologia ma che spesso si trovano spaesate di fronte all'enorme offerta del mercato che però poco magari si adatta ad esigenze specifiche della struttura.
Un ruolo importante a nostro avviso che però potrà continuare ad essere tale solo se si continuerà ad operare in assoluta indipendenza e terzietà rispetto ai produttori ed alle strutture acquirenti. Il pericolo di sofisticazioni di questi studi è sempre dietro l'angolo. Insomma la guardia deve essere sempre alta specie se sulle opinioni di queste aziende si basano le voci di spesa dei bilanci dei servizi sanitari nazionali.

Fonte:medianewswire.com

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 11 utenti e 64 visitatori collegati.

Ultimi Commenti