Home
Accesso / Registrazione
 di 

Aggiornamento sulle prestazioni di SuperSpeed USB 3.0

USB3.0 Testate le prestazioni di SuperSpeed

Se fino a poco fa le anticipazioni sulle potenzialità dello standard SuperSpeed ci avevano entusiasmato, ora i test effettuati sulle effettive prestazioni di SuperSpeed fanno riflettere.

Test sulle prestazioni di SuperSpeed

La rivista The Register ha condotto dei test su un paio di dispositivi di memoria USB 3.0 ed ha ottenuto come risultato una velocità di trasferimento pari a 127 MB/s. Nonostante il dato sia comunque piuttosto impressionante per gli standard attuali, questo rendimento funzionale (throughput) è solo 2 o 3 volte superiore rispetto alla prestazioni del più vecchio USB 2.0. Dove sono finiti allora i fantomatici, supersonici 4.8 Gb/s che avrebbero dovuto permettere allo standard SuperSpeed di sotterrare il suo predecessore 2.0?

Ci vorrà ancora un po’ prima che i dispositivi USB 3.0 sia in grado di concretizzare la massima velocità che lo standard è stato progettato a supportare. Infatti come annunciato all’inizio dell’anno, il nuovo standard USB, chiamato appunto SuperSpeed, è stato progettato per raggiungere trasferimenti fino a 4.8 Gb/s.

A tale proposito Craig Reid, Product Manager della Buffalo per il mercato UK ha fatto presente che un singolo hard disk esterno non può saturare l’effettivo potenziale dell’ USB 3.0. Questa affermazione non può che risultare veritiera, almeno alla luce dell’attuale generazione di periferiche di archiviazione; bisogna però considerare che le prestazioni con un disco alla stato solido (SSD) sarebbero molto più vicini ai valori stimati.

Sempre secondo Reid, l’altro problema risiede nel fatto che il controller USB è un pezzo di elettronica davvero complesso progettato per lavorare con un numero di periferiche connesse che può arrivare fino a 127, come tastiere, mouse, webcam o hard disk.

Tornando al discorso dei dischi solidi è stato verificato che un Samsung SSD è in grado di raggiungere una velocità di trasferimento dati oltre i 160 Mb/s. Una prestazione notevole. Rimane però sempre da vedere, in futuro, se questi ultimi riscontri provocheranno un passaggio diretto verso gli SSD o se verranno progettati e costruiti hard disk più veloci secondo lo standard SuperSpeed.

Il ruolo di Symwave al CES 2010

Tra le varie aziende produttrici di device, Symwave dimostrerà al CES 2010 le prestazioni dei propri prodotti basati su tecnologia SuperSpeed. Tra essi sono inclusi nuovi hard disk esterni e unità allo stato solido che sono in grado di fornire prestazioni ad altissimo livello con il minor consumo di energia possibile. Attendiamo impazienti.

Vediamo allora di ricapitolare quanto detto: se all’inizio c’era entusiasmo per le presunte sbalorditive prestazioni di SuperSpeed, le notizie che arrivano in concomitanza all’avvicinarsi della tecnologia USB 3.0 alle scrivanie degli utenti, hanno avuto l’effetto di una doccia fredda. Lo standard SuperSpeed infatti sembra essere solo 3 o 4 volte più veloce del vecchio USB 2.0 contro le 10 previste. Il perché come abbiamo detto è dovuto a molte cause, prima fra tutte l’incapacità dei dispositivi al momento disponibili di saturare l’effettivo potenziale dell’USB 3.0. Ma d’altronde questo era prevedibile dall’inizio, semplicemente rifacendosi a quelle che sono le prestazioni ormai conosciute dell’Usb 2.0: se in teoria si parla di velocità di trasferimento che possono arrivare a 480 Mb/s, sappiamo bene che nella realtà il valore è si aggira intorno ai 40 Mb/s.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti