AirNav Radar Box. Hardware e software per volare tra le nuvole 2/2

AirNav Radar Box

Requisiti minimi del vostro PC

I requisiti minimi del vostro PC per sfruttare tutte le capacità del kit sono: Sistema operativo Microsoft Windows Processore Pentium a 400 MHz Una connessione USB 50 MB di spazio libero 128 mB di RAM Unità CD ROM

Collegamento ad internet

Il collegamento ad internet non è necessario. Infatti come già accennato tutti i dati verranno ricevuti dal RadarBox. E’ consigliabile comunque per poter aggiornare gratuitamente le foto degli aerei. Nel programma, esiste anche la possibilità di esportare automaticamente sulle vostre pagine web i dati ricevuti. Come se non bastasse, tramite l’opzione “RadarBox Network”, è possibile vedere sul vostro programma anche i dati degli altri utenti avendo così una situazione “mondiale” dei tracciati radar. Gli aerei visualizzati dalla rete network, saranno contrassegnati con un asterisco al fine di individuare con più rapidità gli aerei “vostri” e quelli della rete. Questa tecnica, a causa dei recenti avvenimenti terroristici, è ritardata di 5 minuti. Per accedervi è necessario che il ricevitore RadarBox sia collegato fisicamente al vostro computer, altrimenti non funziona. Per gli utenti che hanno accesso ad internet tramite router, ricordo di abilitare alla ricezione la porta 7879.

AirNav Radar Box – Installazione

L’installazione del kit si divide in due parti. La prima con l’installazione del software e la seconda con l’installazione dell’hardware (ricevitore). NON connettere il ricevitore al PC prima che sia installato il software !!! A questo punto inserire il CD nel drive e, se non vi parte in automatico andate a cercare nel CD il file SETUP.EXE e mandatelo in esecuzione. Finita la copia dei file sul vostro PC, il programma vi chiederà di inserire username e password. I dati richiesti li troverete sull’etichetta adesiva che chiude il CD di installazione, quindi occhio a non romperla quando estraete il CD dalla custodia. Premere START se avete acquistato il RadarBox, altrimenti, potrete utilizzare il programma in versione DEMO.

Se avete acquistato il RadarBox, collegate adesso il ricevitore alla presa USB del vostro PC. L’installazione vi chiederà i drive che avete nel vostro CD. Seguite attentamente questa procedura. La prima schermata è simile a quella nella figura 2. Scegliere “NO, not this time” e premere NEXT. Successivamente, dovrete scegliere “Install from a list or specific location (Advanced)” e premere NEXT. Adesso dovrete indicare il percorso di ricerca dei drive. A questo punto avete installato sia il software che l’hardware. Ricordatevi di collegare l’antenna al ricevitore e di appoggiarla sopra il disco in metallo che vi è stato inviato. La base dell’antenna è calamitata, quindi le due parti rimarranno unite tra di loro senza ulteriori accorgimenti. Adesso, andiamo a collegarci!

Il programma Airnav Radar Box

Il programma Airnav Radar Box, che chiameremo d’ora in poi ARB è stato concepito per l’utilizzo esclusivo con il ricevitore decodificatore ADB/S. Avviato il programma dovrete ogni volta inserire la vostra username e password. Premiamo START e attendiamo qualche secondo, che può variare a seconda delle capacità del vostro PC. La schermata iniziale del programma sarà simile alla figura 3. Prima di iniziare, configuriamo o meglio, personalizziamo il programma, indicando il punto preciso della nostra stazione. Questo ovviamente per calcolare, quando dovuto, la distanza che corre tra noi e l’aereo che andremo a identificare. Selezionare dai menu in alto la dicitura FILE e successivamente Preferences quindi Home Station Data. Con il pulsante AUTODETECT lascerete al programma identificare la vostra posizione geografica il base al vostro punto di accesso ad internet.

airnav radar box programma

Ciò ovviamente è molto indicativo, quindi consiglio vivamente di inserire le coordinate negli appositi spazi con latitudine e longitudine. Compilate successivamente anche i campi a destra (nome, città, nazione e e-mail) e premere OK. A questo punto, essendo tornati nella schermata principale, controlliamo se il tutto è andato a buon fine e se soprattutto siamo riusciti a collegare il nostro ricevitore. Selezioniamo il alto il menu RadarBox, Interface, Interface on the left. La scelta di portare l’interfaccia sulla sinistra è ovviamente personale. Controllare a questo punto il quadratino rosso o verde subito dopo la scritta hardware. Si avrà a questo punto la scritta “Hardware connect” con il quadratino verde se il tutto funziona, diversamente si avrà la scritta “Hardware unconnected” con il quadratino rosso.

A questo punto tutto è pronto, anzi, starete già ricevendo i primi segnali dai vostri aerei. Aumentare o diminuite la risoluzione della mappa raffigurante la vostra zona con i tasti + e – posti in alto a sinistra. Le molte funzioni del programma, e sono veramente tante, sono descritte nel manuale in inglese a corredo. Istruzioni più dettagliate in Italiano, a cura di Roberto Guglielmi, sono scaricabili dall’area download di Radiokit elettronica. Un programma davvero completo anche se non adatto a tutte le tasche. Il RadarBox a mio avviso, è lo strumento più professionale e reale che ogni utente può avere. Interessante sarebbe se qualcuno decidesse di realizzare un Forum in italiano. Aspetto vostre notizie

radiokit elettronica

Leave a Reply