Allarme con sensore di pressione – 4

Allarme con sensore di pressione

Prima di far funzionare il dispositivo è tuttavia necessario prepararlo e montare il tubo di gomma necessario per creare la pressione sulla capsula microfonica: in linea di massima non ci sono limiti per le dimensioni e per il materiale da usare, tuttavia sarebbe buona cosa impiegare un tubo di quelli in gomma trasparente avente il diametro interno uguale o leggermente inferiore a quello esterno della capsula MIC; così facendo si semplifica molto l’assemblaggio, perché basta infilare il microfonino di “testa” (cioè lasciando dietro i terminali: altrimenti come si fa?) facendo aderire bene ad esso la parete del tubo.

Il diametro non è comunque un problema, perché avendo un tubo più grande basta innestarvi un riduttore, oppure riempire con del silicone sigillante lo spazio attorno al contenitore.

Ciò che può costituire una limitazione è invece la lunghezza del tubo, che non deve essere eccessiva, fermo restando che dipende anche dalla sezione: usandone uno da 10 mm (diametro esterno) più che adatto ad avvolgere la capsula miniaturizzata, si può arrivare tranquillamente a 10÷15 metri, mentre con 20 mm (sempre esterni…) non conviene che superi i 10 metri.

Ma si tratta comunque di misure che possono variare a seconda di tanti fattori, non ultimo la sensibilità del microfono adoperato e del circuito, ovvero la tolleranza dei componenti.

Per “terminare” il tubo in modo che non esca l’aria si può fare in diversi modi: lo si anno-da ben stretto in fondo, gli si mette un tappo di gomma o sughero dal lato opposto a quello dove è montato il microfono, lo si chiude con del silicone sigillante, ecc. Bloccato e chiuso il tubo di gomma, si può collaudare il dispositivo alimentando la scheda con 11÷14 volt in continua prelevati da un alimentatore da rete o da una batteria, o da un’apparecchiatura più grande alla quale la si vuol collegare: l’importante è non invertire la polarità.

Inizialmente il led deve restare spento; dopo aver adagiato in terra il tubo di gomma premetelo con un piede e verificate che scatti il relè, condizione evidenziata dall’illuminazione dell’LD1. Se non accade nulla è probabile che abbiate esagerato con la lunghezza e dovete perciò accorciare il tubo, quindi rieseguire la prova; vedrete che con un po’ di pazienza potrete adattare facilmente il sistema alle vostre esigenze.

Leave a Reply