Ambiente di sviluppo integrato HIDE (2)

HW Integrated Development Environment

Secondo articolo di presentazione di un nuovo ambiente di sviluppo integrato (leggi la prima parte: Ambiente di sviluppo integrato HIDE (HW Integrated Development Environment)). Hardware Integrated Development Environment (HIDE)

Presentazione HIDE

HIDE (Hardware Integrated Development Environment) vuole essere un sistema di sviluppo aperto multitecnologico in grado di mettere il sistemista in grado di effettuare i primi test velocemente e a basso costo.
Per far cio’ HIDE impiega una serie di componenti di base che comunque non pregiudicano l’adozione o l’ampliamento di ulteriori applicazioni. Per far cio’ HIDE adotta uno serie di standard che permettono l’inter-operabilita’ fra le sue componenti. Il primo livello di standard, il livello “0”, e’ costituito ovviamente dalle comunicazioni.

La comunicazione deve ovviamente fondare su specifiche sia logiche che fisiche. Lo strato fisico e’ costituito da una backplane con numero di slot prefissato, da 1 a 4.
– La backplane costituisce l’asse portante del sistema, permette sia connessioni a “bus” che connessioni private, in pratica si evidenziano.
– Le connessioni di alimentazione, prefissate in +5V, +3.3V e +2.5V, ovviamente la backplane e’ in grado di accogliere alimentazioni diverse grazie all’elevato numero di pin.
– Le connessioni di comunicazione globale, sono costituite da diversi bus dati seriali con velocita’ che possono andare da qualche Mbps fino a diverse decine di Mbps. Ai bus seriali si affianca un bus parallelo di larghezza 6 bit
– Le connessioni di comunicazione locali che vanno dalla backplane ad un’area user definable dove e’ possibile realizzare funzioni specifiche
– Schede di valutazione del tipo micro-controllore 8bit classe 8051 o PIC per processing medio i cui segnali di I/O vengono riportati sulle connessioni locali.
– Schede di valutazione di micro più performanti, tipo famiglia ARM sia 7 che 9
– Schede di valutazione di logiche programmabili ad basse, medie ed alte prestazioni
L’architettura di HIDE permette la realizzazione o l’impiego di una singola scheda di valutazione (che potrebbe “vivere” anche senza la backplane) con la quale il progettista puo’ effettuare le sue verifiche. Oppure la realizzazione di un cluster di schede, composte da uno o piu’ processori e/o una o piu’ schede slave per esempio con logica programmabile o DSP…
Data la natura open di HIDE non esiste, di principio, un limite al tipo di processore o di scheda da poter accogliere.

Dal punto di vista logico HIDE fornisce una serie di servizi, anche questi senza limitazione, ne in quantita’ ne in tipologia, atti a permettere la realizzazione della macro funzione nel modo piu’ semplice e veloce possibile.
Cioe’, HIDE nella sua veste di base, include le API necessarie alla connessione di un modulo nel sistema, ma non solo puo’ permettere di realizzare funzioni di adattamento (per esempio di protocollo) che sarebbero molto piu’ costose in altri ambienti.

Un esempio per chiarire
Supponiamo di avere un processo che richieda la gestione di una connessione di tipo LAN e che il nostro processore, magari di basse prestazioni, non riesca a soddisfarla. HIDE permette di ottenere un banco di valutazione con una interfaccia LAN pilotabile da un micro di basse pretese, magari esso stesso parte di HIDE, nel giro di qualche giorno.
Il sistemista puo’ iniziare a sviluppare e provare la sua applicazione entro una settimana e puo’ inoltre ottenere il supporto del gruppo di lavoro HIDE. Questo supporto si concretizza in forum che raccolgono le domande e risposte arrivate, che possono accogliere nuove domande che potranno trovare risposta dai componenti di HIDE ma anche dagli utenti di HIDE stesso.
Ma HIDE puo’ ancora di piu’, uno degli scopi di HIDE e’ quello di di sviluppare HW o FW su specifiche richieste, in pratica si avrebbe un gruppo di progettazione nutrito sia in quantita’ che in qualita’ a disposizione del cliente.
Se poi’ la richiesta fosse tale da aumentare le capcita’ di HIDE questa potrebbe essere accolta e sviluppata senza costi o comunque a costi ridotti.

Si faccia attenzione a non confinare HIDE ad una backplane piu’ qualche modulo, sarebbe molto riduttivo, HIDE e’ costituito da HW, da librerie VHDL o altro per la realizzazione di logiche programmabili, da API per micro che permettono di incrementare la produttivita’ dei progettisti. Ma HIDE e’ anche supporto che va dalla semplice raccolta di cataloghi alla stesura di application note alla gestione di forum per il contatto e via via fino allo sviluppo di applicazioni custom.

L’HW come il SW
Oggi i progettisti di SW quando trovano uno scoglio nel loro sviluppo si rivolgono a Internet fiduciosi che potranno trovare li’ una risposta. E questo e’ tanto piu’ vero quanto piu’ si usano architetture e tecnologie OPEN.
HIDE vuole rendere lo stesso servizio sull’HW.
Ogni progettista sa’ che ci sono una serie, potremmo dire infinita, di siti che raccolgono progetti elettronici sviluppati in passato alcuni dei quali molto originali e ben fatti, anche se, in genere, queste raccolte di progetti sono un po’ “d’annata”. HIDE nasce al passo con la tecnologia e ne seguira’ le orme con un ritardo minimo proprio la sua espansione e’ governata dalla tecnologia stessa piuttosto che dal sapere congelato dei suoi componenti.
Col tempo HIDE ha sviluppato architetture, progetti, implementazioni di elevato valore che vengono capitalizzate continuamente per alimentare altre architetture, progetti e implementazioni.

Moduli HIDE
Backplane da 2 slot con i servizi di alimentazione per 5V, 3.3V e 2.5V
Backplane da 4 slot con i servizi di alimentazione per 5V, 3.3V e 2.5V
Moduli processor basati su architettura ATMEL AT89C51 (3 off)
Moduli processor basati su architettura Microchip IC18Fxxxx (5 off)
Moduli processor basati su architettura ARM7 ST (1 off)
Moduli processor basati su architettura ARM NXP (serie LPC2000 e serie LPC23xx, 5off)
Moduli processor basati su architettura ARM9 ATMEL (AT91SAM92xx, 3 off)
Moduli processor basati su architettura ARM9 Cirrus-Logic
Moduli FPGA basate su MAX3xxx ALTERA
Moduli FPGA basate su CYCLON II ALTERA
Moduli FPGA basate su CYCLON III ALTERA

Maggiori informazioni
emcelettronica@gmail.com

Repost: 5 Nov 2008

Leave a Reply