Home
Accesso / Registrazione
 di 

Antifurto casa infrarossi 2/5

Antifurto casa infrarossi progetto open source

La sezione di attivazione/disattivazione via radio è realizzata con moduli SMD già montati, tarati e collaudati. La scheda può essere abbinata a qualsiasi sensore volumetrico con fili funzionante a 12 volt, tensione che viene fornita dalla centrale stessa. Il funzionamento del circuito viene controllato dal software contenuto nella memoria programma del micro utilizzato nella logica di controllo. Tutte le funzioni sono evidenziate nei flow chart pubblicati. Il microcontrollore montato nel circuito è un ST6265 prodotto dalla SGS-Thomson mentre il software utilizzato (contraddistinto dalla sigla MF73) viene illustrato da quattro differenti diagrammi di flusso.

IL SOFTWARE

Il programma principale, denominato “main program”, viene eseguito dal micro alla prima accensione ovvero all’atto dell’alimentazione del chip. In questa parte di programma, il micro inizializza le proprie risorse interne, accende il cellulare e controlla ciclicamente (in loop) tre diversi eventi: pressione del pulsante “MEMO”, segnale proveniente dal telecomando, apertura del contatto di allarme. Qualora uno dei tre eventi si manifesti, il microcontrollore processa le istruzioni associate. Se viene premuto “MEMO”, il micro esegue la subroutine di programmazione. In questo caso verifica innanzitutto la presenza del cellulare e prosegue nella programmazione solo se il telefono risulta correttamente collegato al circuito.

Il display del cellulare viene infatti utilizzato dal circuito per visualizzare le cifre che si intendono memorizzare; ne consegue che se manca il telefonino non abbiamo la possibilità di verificare ciò che stiamo programmando. Supponendo che il telefono sia collegato, il micro provvede a visualizzare sul display la cifra “0”.

A questo punto, il software attende la pressione del pulsante “UP” o quella del pulsante “MEMO”. Premendo “UP” la cifra visualizzata viene incrementata ad ogni pressione: dopo il 9 la sequenza riprenderà con lo 0. Premendo “MEMO” la cifra visualizzata viene memorizzata dal micro; per segnalare la memorizzazione, la cifra viene fatta lampeggiare per alcuni secondi. Al termine della memorizzazione, sul display ricompare lo “0”. Per uscire dalla subroutine di programmazione occorre mantenere premuto il pulsante “MEMO”. In quest’ultimo caso, il micro visualizza sul display l’intero numero telefonico per qualche secondo e nel contempo trasferisce le varie cifre del numero nella propria memoria non volatile. Vediamo ora cosa succede se premiamo il pulsante del telecomando. Il segnale radio viene captato dal modulo ricevente, demodulato e inviato alla decodifica.

antifurto_casa_infrarossi_subroutine_allarme

Quest’ultima confronta il treno di impulsi in ingresso con l’impostazione del dip-switch; se le sequenze coincidono, l’uscita del decoder (pin 15) cambia stato. Quando il micro rileva questa variazione, il programma salta alla subroutine “telecomando” che controlla l’attivazione o lo spegnimento dell’impianto. Se la centrale è attiva, il micro spegne il led giallo ed invia al buzzer un segnale audio modulato; in caso contrario (centrale disattiva), il micro accende il led giallo e aziona normalmente il buzzer che emette una nota continua. Vediamo ora come si comporta il micro se l’ingresso di allarme viene aperto. In questo caso viene processata la subroutine “allarme” che verifica innanzitutto la presenza del cellulare.

Se questo non risulta presente, il software rientra nel programma principale; in caso contrario (cellulare disponibile) il micro chiude il relè di allarme. Successivamente il dispositivo esegue in sequenza le seguenti operazioni: compone il numero telefonico utilizzando le cifre presenti nella memoria EEPROM, invia il comando di SEND (chiusura linea) al cellulare e genera un segnale audio che viene inviato all’ingresso di BF del telefono. Gli impulsi PWM prodotti a tale scopo dal micro simulano la nota bitonale generata dalla sirena delle auto della Polizia.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti