Home
Accesso / Registrazione
 di 

Antifurto radio per box 1/3

Antifurto radio per box progetto open source

Antifurto radio per box senza fili appositamente realizzato per il controllo a distanza di piccole aree (box, cantine, solai, camper e roulotte). Altissima affidabilità grazie all’impiego di sensori ad infrarossi già montati e collaudati. L’elevata portata del sistema radio, che può superare i 500 metri in aria libera, permette di soddisfare qualsiasi applicazione di sorveglianza, controllo e antifurto. Semplicissimo da realizzare e da installare. Disponibile in scatola di montaggio.

In un altro articolo abbiamo presentato il progetto di un completo antifurto via radio per uso domestico anticipando nel contempo che avremmo presentato un progetto più semplice (e meno costoso) da utilizzare in alcuni casi particolari. Ecco dunque questa nuova versione che, come vedremo tra poco, presenta alcune interessanti particolarità. Il progetto del mese scorso consente di controllare, con sensori funzionanti via radio, qualsiasi tipo di appartamento, villa o ufficio in quanto offre tutte quelle prestazioni che sono indispensabili in questi casi (dall’attivazione mediante radiocomando, all’uscita per sirena autoalimentata e per combinatore telefonico, dalla batteria tampone alla suddivisione in zone).

L’impiego di sensori funzionanti via radio consente di semplificare notevolmente l’installazione che può essere effettuata in poche decine di minuti senza alcun intervento sulle opere murarie evitando così di danneggiare pareti, intonaci, tappezzerie, moquette, eccetera. Questo impianto può essere utilizzato anche per controllare locali distanti dall’appartamento, quali, box, cantine, solai, eccetera. Basta piazzare un sensore in ciascun locale ed il gioco è fatto.

Spesso, tuttavia, vi è l’esigenza di controllare esclusivamente questi locali in quanto l’appartamento è già dotato di impianto d’allarme oppure perché in casa c’è sempre qualcuno oppure, ancora, perché l’impianto va attivato solamente in alcune ore della giornata. Utilizzare per questo scopo il progetto descritto il mese scorso è sicuramente uno spreco: è sufficiente infatti un circuito molto più semplice del tipo di quello presentato in questo articolo.

Questo dispositivo utilizza il solito sensore ad infrarossi passivi con trasmettitore (prodotto dall’Aurel) ed una centralina alimentata dalla tensione di rete. Il sensore va posto nel locale (o nei locali) da controllare che può trovarsi anche ad Antifurto senza fili appositamente realizzato per il controllo a distanza di piccole aree (box, cantine, solai, camper e roulotte).

antifurto_per_box_schema_elettrico

Altissima affidabilità grazie all’impiego di sensori ad infrarossi già montati e collaudati. L’elevata portata del sistema radio, che può superare i 500 metri in aria libera, permette di soddisfare qualsiasi applicazione di sorveglianza, controllo e antifurto. Semplicissimo da realizzare e da installare. Disponibile in scatola di montaggio. una distanza di 100-200 metri dalla centralina.

Tipicamente questo sistema d’allarme va utilizzato per controllare il box, la cantina o il solaio. Tuttavia, in considerazione anche della notevole portata del sistema, è possibile utilizzare il dispositivo in numerosi altre occasioni; citiamo, tra le altre, la possibilità di controllare la propria roulotte o il camper posteggiato sotto casa, oppure la possibilità di controllare dalla portineria gli appartamenti privi di antifurto delle famiglie assenti. Il fatto di poter utilizzare contemporaneamente un numero teoricamente infinito di sensori aumenta ulteriormente le possibilità di impiego.

Dedichiamoci ora agli aspetti più propriamente tecnici dell’antifurto radio per box occupandoci del sensore ad infrarossi per poi analizzare il circuito elettrico della centralina.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 10 utenti e 53 visitatori collegati.

Ultimi Commenti