Apple Mac OS X Snow Leopard. Parte 2/5

snow leopard

Snow Leopard migliora tutte le precedenti applicazioni su questo stesso sistema operativo rendendole più agevoli e veloci da utilizzare. Migliorare un sistema operativo come quello Apple non è certo casa facile dato il già ottimo livello raggiunto dai suoi predecessori. Apple dice che alcune nuove tecnologie in Snow Leopard lo rendono degno di questo aggiornamento, con diverse funzionalità che Apple dice incrementeranno le prestazioni.

Perché tutti i nuovi Mac sono dotati di processori a 64-bit multi-core, multi GBs di RAM e di unità grafiche ad alta potenza. Tutte le principali applicazioni in Snow Leopard, compreso il Finder, sono state riscritte in 64-bit per sfruttare appieno l’hardware. La tecnologia a 64 bit consente agli sviluppatori di produrre applicazioni impressionanti e di poter allocare più memoria per completare le attività in modo che il software giri più veloce e senza nessun intoppo.

Snow Leopard: aggiunte

Apple ha anche aggiunto quello che chiama il Grand Central Dispatch che gestisce i dati inviati ai processori multi-core, nel tentativo di ottimizzare le prestazioni; Apple dice che il GCD permetterà di accelerare qualsiasi compito dell’applicazione, dalla elaborazione delle immagini in Photoshop fino a giocare ai tuoi giochi preferiti. L’aggiunta del GCD toglie anche la necessità per gli sviluppatori di software di spendere così tanto tempo nella gestione dei processori multicore.
Un’altra nuova tecnologia, in Snow Leopard è l’OpenCL, che permette agli sviluppatori di software di poter finalmente sfruttare totalmente il potere di qualsiasi scheda video a bordo (o GPU, per l’unità di elaborazione grafica) per il generale computing, senza l’aggiunta di enormi quantità di codice.

Come il GCD, questi sono i miglioramenti che colpiscono principalmente gli sviluppatori di software. Ma speriamo che questo porti a migliori prestazioni del software per gli utenti in futuro, bisognerà testare per un po di tempo il sistema prima di dare una risposta definitiva a molte questioni.

Snow Leopard: prove

Per mettere un po’ di queste affermazioni alla prova, abbiamo deciso di mettere Mac OS X 10.5.8 Leopard contro Mac OS X 10.6 Snow Leopard per vedere come queste nuove tecnologie hanno influito sulle prestazioni complessive. Nei nostri test sulle prestazioni all’interno dell’interfaccia utente Snow Leopard (UI), il sistema operativo sembra più veloce e più reattivo rispetto al suo predecessore Leopard. Finder, Stacks, Exposé, la possibilità di lanciare applicazioni, e di altri processi quotidiani sembrano alquanto scattanti. Non abbiamo invece, stranamente notato, nessun miglioramento sensibile nelle performance delle applicazioni stesse.
Nel complesso, abbiamo visto solo un rallentamento del 2,5 per cento nelle prestazioni delle applicazioni di Leopard rispetto a Snow Leopard durante le nostre prove sulle prestazioni del processore, cercando di sfruttarlo al massimo, facendogli eseguire compiti ad alta intensità, inclusi i nostri Multimedia multitasking test, in cui si misura il tempo di QuickTime per terminare la conversione di un breve filmato mentre iTunes sta eseguendo la sua stessa conversione di file MP3 in formato AAC in background contemporaneamente. Come tale rientra nel nostro margine di errore tipico (5 per cento). Non abbiamo visto alcuna differenza significativa tra le prestazioni delle applicazioni quando si va ad utilizzare Leopard o il suo degno successore: Snow Leopard. Quindi per ora non c’è sostanziale differenza tra i due sistemi operativi almeno dopo questa serie di test, un lieve miglioramento ma non così significativo come ci si poteva invece aspettare.

STAMPA     Tags:

Leave a Reply