Arduino ai raggi X: rendiamolo professionale – Seconda Parte

Rendiamo Arduino professionale

Proseguiamo il viaggio dentro Arduino, con un’analisi ai raggi X rivolta alla risoluzione delle problematiche esistenti. Dopo aver già affrontato alcuni problemi (e le relative soluzioni) nella prima parte, entriamo ora in merito al campo di temperatura accettato, alla gestione usb, alla stabilità meccanica ed alla questione software. Inoltre tratteremo anche quello che a mio avviso è un serio errore di progettazione. Detto questo vorrei però ribadire come Arduino sia stato, ed è ancora un eco-sistema grandioso ed innovativo e come sia riuscito ad avvicinare tantissime persone all’elettronica. Si potrebbe definire il precursore dei Makers! Attenzione però a non confondere l’elettronica professionale, l’utilizzo in ambienti critici come automotive ed avionica ad esempio, con un uso hobbystico.

Contenuto riservato agli abbonati PLATINUM. ABBONATI ORA.

8 Comments

  1. alessio31183 27 gennaio 2014
  2. Giorgio B. Giorgio B. 16 gennaio 2014
  3. alex272 alex272 17 gennaio 2014
  4. Giorgio B. Giorgio B. 18 gennaio 2014
  5. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 18 gennaio 2014
  6. alex272 alex272 18 gennaio 2014
  7. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 20 gennaio 2014
  8. alessio31183 27 gennaio 2014

Leave a Reply