Home
Accesso / Registrazione
 di 

ARES si è staccato da terra. Presto lo farà anche Falcon9

dopo ares, flacon 9 è pronto a prendere la via dello spazio

Dopo il volo di prova effettuato dalla NASA per testare il suo nuovo razzo spaziale Ares, una società commerciale privata tenterà di dimostrare che il razzo ha anche la stoffa giusta per lanciare in orbita gli astronauti. La NASA sta cercando proprio società private per continuare il programma che prevede l'invio di astronauti in orbita.

Seguendo la strada da dove il razzo ARES 1 – X Demo della NASA è stato lanciato, un nuovo complesso di lancio costruito dalla Space Exploration Technologies sta preparando il lancio di del suo razzo Falcon 9.

La società ha ha completato il gruppo di nove motori necessari per far prendere il volo al Falcon 9 e ha provveduto a distribuire le componenti del razzo a Cape Canaveral già nel mese di novembre. Il lancio mirato è previsto nel giro di poco tempo. Space Exploration Technologies ha alzato la posta in gioco annunciando che nel primo volo del Falcon 9 potrebbe essere inclusa una capsula prototipo conosciuta con il nome di Dragon.

La NASA contribuisce in modo attivo al progetto: sta aiutando a finanziare lo sviluppo del razzo e una versione cargo del Dragon, e sta prendendo in considerazione le proposte da SpaceX e altre società private a sviluppare trasporto di passeggeri e capsule.
L'Agenzia già a novembre ha concesso sovvenzioni fino a $ 50 milioni di dollari destinati allo studio di un taxi spaziale commerciale.

Un lancio con successo. Ma il futuro?

Il test di ARES 1 – X anche se ha avuto successo non garantisce un impegno futuro per lo sviluppo del veicolo spaziale ARES che la NASA spera di poter far alzare da terra nel 2014. L'Agenzia ha già speso circa 3 miliardi di dollari per il programma.
Un piano stilato dall'amministrazione americana prevede che la NASA spenda il proprio denaro nell'aiutare le imprese commerciali a sviluppare le attrezzature e le competenze necessarie per il trasporto di persone in orbita.

La NASA ha fatto sapere che anche nel caso in cui l'amministrazione Obama e il congresso prendessero la decisione di porre fine al programma ARES 1, il volo di prova ha confermato la validità dei modelli di computer e di altre tecnologie utilizzate per progettare il razzo Ares 1.
La NASA prevede che fino al 2009 è prevista una spesa di 49 miliardi di dollari per lo sviluppo di Ares e Orion. Orion è un programma che ha come fine ultimo quello di trasportare nuovamente gli astronauti sulla Luna.

Space Exploration Technologies, SpaceX, che detiene contratti in essere con la NASA per un valore di poco meno di 2 miliardi di dollari per il Falcon 9 e lo sviluppo di Dragon e la programmazione di altri 12 voli per la consegna di merci alla Stazione Spaziale Internazionale, sta facendo pressione per ottenere ulteriori 300 milioni di dollari per sviluppare un sistema di evacuazione di emergenza da installare sulla capsula Dragon per renderla adatta per il trasporto di persone nello spazio.

Come ben delineato dalle parole di Elon Musk, padre fondatore di SpaceX, “il finanziamento è la pietra angolare di un programma: non ci sono traguardi raggiunti se non ci sono soldi spesi.”
Lawrence Williams, vice presidente di Space X per le relazioni strategiche aggiunge qualcosa a quanto detto da Musk: “Vogliamo che la NASA torni ad essere il nostro cliente più importante.”

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 36 visitatori collegati.

Ultimi Commenti