Home
Accesso / Registrazione
 di 

ARM DS-5: la linea di sviluppo per sistemi nativi Linux ed Android

ARM DS-5

ARM Developer Studio 5 (DS-5), la più recente versione della toolchain di sviluppo per i processori della famiglia ARM, aggiunge importanti funzionalità per supportare lo sviluppo di applicazioni e device driver sotto Linux.

ARM Developer Studio 5 rappresenta uno strumento di sviluppo completo per processori ARM con l'importante caratteristica di supportare pienamente lo sviluppo per le piattaforme open-source basate su Linux, tra le quali, in particolare, la piattaforma Android.

ARM DS-5 include tra l'altro un debugger con funzionalità di trace in grado di operare sia in modalità applicazione che in modalità kernel, un profiler di sistema e analizzatore di peformance, un simulatore di sistema funzionante in modalità real-time, ed un compilatore, tutti integrati all'interno di un potente IDE basato su Eclipse.

Le nuove funzionalità introdotte a livello di debugger includono la possibilità di eseguire il debugging del codice di boot di Linux, del kernel, e dei device driver, con monitoraggio delle informazioni e dello stato riguardanti i processi, i thread, ed i singoli moduli. Lo sviluppatore ha anche la possibilità di visionare il contenuto dei registri delle periferiche mappate in memoria. DS-5 permette inoltre di eseguire l'accesso ai registri del processore, consentendo di impostare dei breakpoint hardware ed utilizzare il data watch per il monitoraggio in tempo reale delle locazioni di memoria. E' supportato inoltre il trace a livello di istruzioni. Il sistema di sviluppo ARM DS-5 è disponiile in due versioni. L'Application Edition è rivolta allo sviluppo di applicazioni con una connessione verso il target di tipo USB oppure Ethernet a basso costo, mentre la Linux Edition aggiunge il supporto per lo sviluppo sulla piattaforma Linux, inclusi i livelli kernel e driver, con una connessione verso il target tramite un'unità di debug e trace di tipo DSTREAM. Le piattaforme hardware attualmente supportate includono i processori ARM-based di Atmel, Freescale, Marvell, NXP, ST, e TI.

Le novità introdotte nella versione 5.5 sono le seguenti:

  • compilatore ARM V5.0, con supporto per gli ultimi processori della famiglia ARM, quali il Cortex-A15, Cortex-R5 e Cortex-R7
  • debugger DS-5, esteso ai seguenti processori: Atmel AT91SAM9M10, Core Logic CLM9721, Freescale i.MX50, nVidia Tegra 250, Samsung Exynos 4210, ST SPEAr 600, ST-Ericsson U8500, TI Sitara AM1707/AM1808/AM387x, Integra C6A814x, e OMAP4430
  • tool streamline per l'analisi grafica delle performance, con supporto al profiling dei moduli del kernel e visualizzazione dei processi Android

 

Arm Development Studio - Le caratteristiche

Le funzionalità offerte da DS-5 si possono così riassumere:

  • IDE basato su Eclipse:
    • IDE completamente personalizzabile e compatibile con plug-in prodotti da terze parti
    • editor avanzato per il linguaggio C/C++ con funzionalità di gestione dei progetti. L'editor permette di visualizzare la lista delle funzioni, delle variabili, e delle dichiarazioni presenti nel codice sorgente. Gli errori di sintassi relativi al codice sorgente C/C++ vengono evidenziati, ed è possibile configurare la colorazione e la formattazione del codice per il linguaggio C/C++ e per l'assembler relativo ai processori ARM/Thumb/Thumb2
    • utilità per la produttività integrata come il Remote System Explorer, connessioni SSH e Telnet, ed altro ancora
    • gestione delle revisioni del codice (change history) integrata con popolari tool di controllo configurazione come CVS e SVN
    • trasferimento dei file sul sistema target. DS-5, attraverso il Remote System Explorer (RSE), consente di trasferire agevolmente l'applicativo e le librerie sul file system Linux presente sul target. E' infatti disponibile una connessione FTP che consente di esplorare il file system remotamente, creare nuove cartelle, ed eseguire il drag&drop di file dalla macchina host. Facendo ad esempio doppio click su un file remoto, questo viene aperto con Eclipse, ed è così possibile modificarlo, salvando poi i cambiamenti direttamente sul file system originario. Tramite shell si può inolte impartire comandi Linux al target, senza la necessità di avere un terminale o monitor collegati allo stesso; si può anche visualizzare la lista dei processi in esecuzione in ogni momento sul target
    • sistema flessibile di gestione delle finestre: Eclipse garantisce un supporto per finestre multiple sia per il codice che per il debugger, oltre alla gestione di monitor multipli
  • compilatore ARM: è il frutto di oltre 20 anni di esperienza nello sviluppo per i processori ARM, con l'importante aggiunta di funzionalità specifiche per lo sviluppo di applicazioni e librerie sotto ARM Linux e Symbian OS. Rispetto alla versione precedente, il nuovo compilatore riduce la dimensione del codice macchina prodotto fino al 5%, e migliora le prestazioni fino al 10-15%. In aggiunta al compilatore ARM, è disponibile anche il NEON Vectorizing Compiler, in grado di velocizzare le prestazioni per applicazioni critiche multimediali fino ad un fattore 2X. Nel caso si debbano realizzare delle applicazioni nelle quali il footprint della ROM è un fattore chiave, si può utilizzare la libreria opzionale microlib C (un sottoinsieme della libreria runtime dello standard ISO C, ridotta al minimo per applicazioni su microcontrollore (92% di riduzione nella dimensione del codice della libraria runtime). Il compilatore ARM è poi compatibile con il compilatore GNU, rendendo immediato lo sviluppo sotto Linux. A corredo del compilatore sono fornite librerie per applicazioni matematiche e digital signal processing (DSP).
  • DS-5 debugger. La versione Application Edition dispone di un debugger che gestisce il codice nativo nello user space (applicazioni Linux, librerie condivise, core Android), basato su una connessione gdbserver in grado di gestire più sessioni di debug contemporanemanete. La versione Professional Edition estende la precedente aggiungendo il debug ed il trace non intrusivo in modalità Linux kernel space, con supporto per configurazioni single e multi-core.
  • ARM Streamline Performance Analyzer: è una soluzione potente ed economica per il profiling e l'analisi delle prestazioni di sistemi basati su piattaforme ARM Linux ed Android. Streamline richiede solo una connessione al target di tipo TCP/IP, con la quale acquisisce ed analizza i dati di performance dei sistemi Linux e Android.
  • simulatore RTSM (Real-Time System Model). Incluso nella versione Application Edition di DS-5, permette di eseguire lo sviluppo di applicazioni per Linux senza necessariamente disporre di un sistema target. RTSM simula la piattaforma hardware ARM a livello di processore, controllore di memoria, e periferiche (sono disponibili le simulazioni per display LCD, tastiere, mouse, touchscreen, UART, ed Ethernet)

 La versione 5.4 di DS-5, disponibile per le piattaforme host Linux e Windows, può essere scaricata a questo link e liberamente utilizzata per il periodo di valutazione di 30 giorni.

Ecco i prodotti ARM su Farnell

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 4 utenti e 64 visitatori collegati.

Ultimi Commenti