Home
Accesso / Registrazione
 di 

ARPA-E stanzia 92.000.000$ nella ricerca e nella creazione di nuovi posti di lavoro per le energie rinnovabili

Finanziamenti energie alternative

Mentre l'industria dei combustibili fossili sono stati in grado di trovare nuovi posti di lavoro grazie ai disastri della Costa del Golfo, per non parlare dell’Appalachia, il governo federale statunitense sta fornendo maggiore sostegno per la creazione di “green jobs”, nuovi posti di lavoro nel settore dell'energia pulita. Questa settimana, un gruppo di piccole imprese, grandi aziende, università e centri di ricerca, laboratori nazionali e non-profit hanno ricevuto 92 milioni di dollari in borse destinate alla conservazione e al risparmio energetico, nonché per sviluppare nuove tecnologie di produzione di energia rinnovabile, con lo scopo di guidare l’America verso un futuro molto meno rischioso, pulito e più sicuro.
I fondi sono stati distribuiti da ARPA-E, l'Advanced Research Projects Agency -Energy. E 'la nuova divisione civile di un Dipartimento e programma di difesa chiamato DARPA, che ha fornito finanziamenti governativi a progetti di ricerca e ha contribuito alla creazione di Internet. Le aspettative per la nuova realtà di ARPA-E sono altrettanto elevate, se non superiori. Il direttore dell'agenzia accoglie i visitatori al sito web di ARPA-E con una dichiarazione sulla continua dipendenza dai combustibili fossili che è stato inviato prima della fuoriuscita di petrolio BP e che da allora ha acquisito rilevanza: "Gli affari come al solito non sono un’alternativa, e i risultati possono essere devastanti”.

Questo giro di finanziamenti in corso di distribuzione, comprende 18 stati diversi e la ricerca porterà a nuovi posti di lavoro verdi nella produzione, costruzione e installazione di impianti a energia pulita. I fondi sono tutti provenienti dalle tasche dei contribuenti, ma questo denaro è una goccia nel mare, rispetto ai miliardi in sovvenzioni dei contribuenti per i combustibili fossili, ed è tutto fatto senza distruggere posti di lavoro esistenti per l’estrazione del carbone, le forniture di acqua, il gas naturale, e soprattutto senza contaminare l’oceano e gli ecosistemi costieri con il petrolio. (da Cleantechnica)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 5 utenti e 71 visitatori collegati.

Ultimi Commenti