Arriva Debian 6.0 Squeeze, con kernel Linux gratuito

Debian 6.0 ha un kernel di Linux privo di firmware non free

Debian 6.0 è finalmente arrivato. Una delle più famose distribuzioni di Linux si presenta con la nuova versione, soprannominata “Squeeze”, che dovrebbe avere un kernel Linux completamente free. Le parti non gratuite delle versioni precedenti sono state eliminate, mentre sono rimaste a pagamento solo alcune parti non indispensabili che sono a discrezione dell’utente.

Dopo 17 anni… Debian 6.0

Debian 6.0 è finalmente arrivato. Debian GNU / Linux è un progetto che ha compiuto ormai 17 anni, che produce una delle più famose distribuzioni e si rivolge alla maggior parte delle architetture.

Il Progetto Debian ha annunciato la prossima uscita di Debian 6.0 “Squeeze”, che avrà un kernel completamente gratuito Linux. Questo significa che il kernel di Linux che viene fornito con Debian 6.0 non avrà alcun firmware non-free. Il Progetto Debian ha lavorato per eliminare le parti non-free nelle ultime due uscite. Con Squeeze, hanno infine realizzato questo obiettivo.

“Siamo orgogliosi di annunciare che, per quanto sappiamo, tutti i problemi sono risolti e che saremo in grado di fornire un kernel Linux, completamente gratuito, secondo le Debian Free Software Guidelines (DFSG) con Debian Squeeze. Con la presente comunicazione riaffermiamo il Software Libero come una delle nostre priorità, come documentato nel Contratto Sociale Debian”.

La realtà è però diversa e non è ancora possibile supportare tutto l’hardware con un solo DFSG firmware gratuito. Così, le immagini di installazione alternative e i pacchetti aggiuntivi per Debian Squeeze, che includono il firmware non-free saranno aggiunti all’archivio non-free. Anche se Debian Squeeze sarà ora libero in base ai DFSG, per il momento non è ancora libero, secondo la definizione della FSF per la presenza del repository non-free.

Il software non libero è da tempo visto male dalla community di Debian e dagli sviluppatori che hanno adottato dei provvedimenti per ridurre il cruft per la loro prossima release. Per questo i rappresentanti del progetto hanno annunciato che Debian 6.0, nome in codice Squeeze, dovrebbe avere un kernel completamente gratuito.

Debian 6.0, quasi totalmente gratuito

Gli sviluppatori Debian 6.0 hanno lavorato molto in questo senso, rispetto alle versioni 4.0 e 5.0. Molti utenti apprezzano questo firmware per l’hardware, ma il progetto Debian si sforza di continuare ad impegnarsi per il loro orientamento. Il codice utilizzato dovrebbe consentire la ridistribuzione e l’accesso al codice sorgente. Altri dicono che il codice dovrebbe permettere la modifica. La maggior parte del codice limita o vieta tutto questo. La clausola del contratto sociale di cui si parla nel comunicato stampa afferma che “Debian rimarrà libero al 100%”. Questo rappresenterà anche una sicurezza reale per la privacy degli utenti. Se queste macchine sono sistemi chiusi, nessuno tranne il proprietario sa realmente cosa c’è dentro. Quindi si tratta sia di una questione ideologica che di sicurezza.

Per coloro che dispongono di hardware che può dipendere da questi driver non-free, Debian fornisce e mantiene un archivio non-free per l’installazione degli archivi. La posizione al riguardo è che questi driver non sono parte di Debian e che gli utenti sono tenuti a cercarli esplicitamente. Quindi, assicuratevi di controllare il software necessario per la vostra scheda Ethernet prima di installare Debian, perché potrebbe essere necessario avere una delle immagini alternative. Non c’è niente di più scomodo di una scheda Ethernet in operativa, a meno che non si tratti di una backdoor.

A questo proposito i rappresentanti del progetto Debian 6.0 hanno affermato: “Per il momento, abbiamo aggiunto al settore “non-free” dei nostri archivi immagini per l’installazione alternativa e pacchetti aggiuntivi per Debian Squeeze, che comprendono i bit firmware non-free necessari per consentire parti specifiche di hardware. Essi non fanno parte di Debian, dovrebbero essere ricercati in modo esplicito da parte degli utenti interessati, e non possiamo sostenere nella stessa misura firmware gratuiti che non hanno accesso al codice sorgente corrispondente. Incoraggiamo i produttori di hardware a rilasciare solo DFSG senza firmware e non possiamo accettare altri tipi di firmware come parte di Debian”.

STAMPA     Tags:, ,

One Response

  1. Rossella De Marchi 3 gennaio 2011

Leave a Reply