Home
Accesso / Registrazione
 di 

Batteria domestica Panasonic

batteria domestica Panasonic

Panasonic Corporation pianifica la possibilità di mettere in commercio entro l'anno fiscale 2011 una batteria per uso domestico. Sarà la prima azienda a proporre un prodotto per uso abitativo con la possibilità di immagazzinare energia sufficiente per un uso settimanale. Sarebbe veramente una svolta clamorosa nella tecnologia delle batterie domestiche visto che fino ad ora questa possibilità non era presente.

Dopo aver annunciato l'acquisto di oltre il 50% di Sanyo, la Panasonic è divenuta la seconda più grande azienda Japponese nel campo dell'elettronica, al fianco della Hitachi. Ora che Panasonic ha inglobato la Sanyo pianifica di accelerare lo sviluppo e la produzione di queste batterie domestiche per l'immagazzinamento dell'energia prodotta da ogni privato, pensando ovviamente di venderle accoppiandole con un sistema di consultazione tramite display che darà la possibilità al proprietario di monitorare la situazione energetica della sua abitazione. Batterie solari per uso domestico e celle a combustibile possono generare energia ma non accumularla e conservarla, facendo di questo problema una delle maggiori innovazioni da affrontare nel campo delle energie rinnovabili. Queste batterie agli ioni di litio potranno inoltre essere applicate a macchine elettriche ibride.

Tempo di cambiamento per le batterie domestiche

Era tempo che si aspettava la possibilità di poter stoccare l'energia prodotta dalle nostre abitazioni tramite energie rinnovabili visto che fino ad ora era possibile praticamente solamente produrla e poi si era obbligati a darla al gestore locale dell'energia, per poi richiederla la momento della necessità.

In pochi anni questo problema, sembra sarà superato e tutti noi potremo avere i nostri pannelli e il nostro "serbatoio" di energia domestica. In modo tale da evitare l'inutile e molto dispendioso stoccaggio di energia in enormi accumulatori nei pressi delle stesse centrali, dai quali sarebbe più l'energia persa tra l'immagazzinamento e il trasposto che quella effettivamente utilizzata.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti