Home
Accesso / Registrazione
 di 

Blocco telefonico programmabile 6/6

Blocco telefonico programmabile

Di conseguenza, il micro assorbirà una corrente tale da far cadere notevolmente la tensione di ingresso dello stabilizzatore (a causa della R1) e la relativa tensione stabilizzata scenderà a circa 2 volt. In tali condizioni l’ST6 non può funzionare ma anzi entra in una condizione di “stallo” che non può essere risolta neanche inserendo la batteria.

In quest’ultimo caso solo scollegando la linea telefonica e ripetendo correttamente la procedura di installazione si ottiene la riattivazione del micro nel normale funzionamento. Al contrario, qualora sia necessario sostituire la batteria (perché scarica), sarà sufficiente scollegare la batteria vecchia e inserire quella nuova senza agire sulla linea telefonica. Durante la sostituzione della batteria occorre però verificare che contemporaneamente la rete telefonica non venga staccata dal circuito, la cornetta telefonica non sia alzata e che non sia in arrivo una telefonata. Se una di queste eventualità si verificasse proprio mentre la batteria è scollegata, dovremo necessariamente sconnettere i fili della linea telefonica, attendere una decina di secondi, collegare la batteria e quindi la linea telefonica.

IL COLLAUDO

Completata l’installazione della scheda, attenendoci ai semplici accorgimenti sopra esposti, passiamo al collaudo. Rammentiamo che all’atto della prima accensione il codice presente nel micro è quello di default (“#3”) e che nessun numero risulta memorizzato.

Quindi, la prima cosa da fare è entrare nel menu di programmazione digitando “#3”, ma prima ancora è consigliabile disporre del segnale di occupato sulla linea per evitare la voce sintetizzata della “signorina Telecom” che ci comunica che il numero composto non corrisponde ad alcuna utenza. Per ottenere il segnale di occupato è sufficiente comporre il numero della propria utenza oppure rimanere più di dieci secondi con la cornetta alzata senza comporre alcun numero. A questo punto, possiamo digitare il codice di default: un beep ci confermerà che siamo entrati nel menu di programmazione.

blocco_telefonico_programmazione_rame

LA PROGRAMMAZIONE

Come evidenziato dal secondo flow chart del programma, vi sono ora sei possibili scelte da effettuare digitando una cifra (compresa tra 1 e 6) sulla tastiera del telefono: la scheda risponderà con un numero di beep uguale alla cifra digitata. I beep potranno sembrare acusticamente un po’ “deboli” ma questo è dovuto alla necessità di limitare il consumo di corrente del dispositivo. Seguendo il flow chart evidenziamo l’uso del tasto “#” all’interno delle opzioni 2 e 4 per confermare la fine del numero composto e all’interno delle opzioni 3, 5 e 6 per confermare la volontà di cancellazione. Il tono “#” rappresenta inoltre la cifra iniziale fissa (non può essere modificata) da comporre all’inizio di ogni codice.

Si noti inoltre che all’uscita di ogni singola opzione si ritorna nel menu di programmazione, operazione confermata da un beep; solo con il tasto 1 si può uscire da tale menu, in questo caso viene emesso un beep più lungo. In ogni caso, si può uscire da qualsiasi punto della programmazione semplicemente abbassando la cornetta. Terminata la memorizzazione dei numeri, dovremo uscire dal menu digitando il tono “1” (beep lungo) ed abbassare la cornetta. Se ora alziamo la cornetta e proviamo a digitare uno dei numeri prememorizzati avremo l’eccitazione del relè per circa 1 secondo e conseguentemente l’apertura della linea che, dopo pochi istanti di silenzio, darà nuovamente il segnale di linea libera. In relazione ai possibili siti in cui nascondere il circuito possiamo fornire alcuni suggerimenti.

Ad esempio, la scheda può essere collocata nella scatola in cui arrivano i fili della Telecom, oppure in un apposito contenitore da mettere vicino alla precedente, oppure ancora sotto il telefono in un contenitore che potrebbe simulare una rubrica telefonica. Esistono quindi decine di posti in cui il circuito può essere nascosto e siamo sicuri che con la vostra fantasia ne troverete uno che nemmeno il diavolo in persona potrebbe scoprire. Grazie dell’attenzione e arrivederci alla prossima!

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 70 visitatori collegati.

Ultimi Commenti