Celle solari che si riparano da sole

Celle solari che si riparano da sole

I ricercatori della Purdue University, Indiana, USA, hanno creato dei fotosistemi artificiali utilizzando i nanomateriali ottici per la raccolta di energia solare.

La creazione del nuovo tipo di cella solare che si auto-ripara utilizzando nanotubi di carbonio e del DNA si spera essere in grado di aumentare la durata della cella solare e ridurre il costo della sua produzione per rendere le celle solari più accessibili.

Il progetto utilizza i nanotubi di carbonio a parete singola nella struttura delle cellule di luce raccolta come fili molecolari e utilizza il riconoscimento molecolare e la metastabilità termo-dinamica (la capacità di un sistema di essere continuamente dissolto e ricomposto).

Il progetto dei ricercatori utilizza i nanotubi di carbonio ancorati nei filamenti di DNA che sono stati progettati per avere specifiche sequenze di nucleotidi e che permettono loro di riconoscere e legarsi ai cromofori della cella solare. Quando il DNA riconosce i cromofori, il sistema si ricompone spontaneamente.

I ricercatori ritengono che il concetto potrebbe creare una cella foto-elettro-meccanica che opera a pieno regime a tempo indeterminato, purché vi sia una fornitura di cromofori.

2 Comments

  1. ernenek37 24 maggio 2011
  2. Emanuele 24 maggio 2011

Leave a Reply