Home
Accesso / Registrazione
 di 

Centralina antifurto a 6 zone

centralina antifurto

Centralina Antifurto - Descrizione

Questa centralina antifurto ha 6 zone indipendenti, 1 zona di entrata e uscita temporizzata, un display led a 7 segmenti e un'utilità di test. Indicato come antifurto per un piccolo ufficio o nell'ambiente domestico, può essere anche adattato all'uso con una serratura a combinazione o un tastierino numerico per settare e resettare l'antifurto.

Attenzione: Tutti i terminali arancioni +V sono collegati al punto segnato con +5V al lato dell'interruttore di set, S1. Gli integrati U1,U2,U3,U4,U5 e U7 sono disegnati senza le connessioni di alimentazione per rendere più chiaro lo schema. L'alimentazione necessita di +5V e la massa. Controllare la sezione pratica per la disposizione dei pin degli IC e per i contatti dei relay.

Note sul circuito centralina antifurto 6 zone:

Tutte le zone da Z1 a Z6 della centralina antifurto usano dei contatti d'allarme normalmente chiusi. La Zona 1 è una zona temporizzata che deve essere usate come il punto di entrata e uscita dell'ambiente. Le zone da 2 a 6 sono zone immediate, che attiveranno l'allarme senza nessun ritardo. Un minimo di immunità alle RF è prevista per lunghi collegamenti dai condensatori di ingresso, C1 - C6. L'interruttore a chiave, S1 è un interruttore Set/Reset. Per la migliore sicurezza dovrebbe essere un interruttore a chiave di tipo metallico.

Tutti i circuiti integrati tranne l'integrato  IC6 sono di tipo CMOS con le uscite bufferizzate, quest'ultime sono denotate con il suffisso "B". Gli integrati CMOS senza buffer hanno il suffisso "U" e non funzioneranno in questo antifurto. IC6 è un regolatore di tensione a +5V fornendo l'energia dell'integrato CMOS principale, l'alimentazione della centralina antifurto può essere adattata da 12 a 15V.

In funzionamento lo switch dpdt S2 è posto sulla posizione "run". Quando l'interruttore a chiave S1 è posto su reset, questo è lo stato unset (off) della centralina antifurto. In queste condizioni il condensatore C8 si scaricherà via D9, R1 e Z1 e il condensatore C7 si scaricherà via D8, R17 e S1. Il relay RLY1 non sarà eccitato e tutti gli integrati CMOS e il display della centralina antifurto non saranno alimentati.

Quando S1 viene posto su set tutti gli integrati CMOS riceveranno l'alimentazione di 5V. C11 si caricherà brevemente e applicherà un segnale basso a metà del U7A un CMOS4001B, una doppia porta OR. L'uscita di U5A sarà anch'essa a livello basso (assicurarsi che tutte le finestre e le porte nelle zone da 2 a 5 siano chiuse) e l'uscita di U7A è alta. L'uscita di U7A viene invertita da U7B e rimandata in input a U7A dalla resistenza di feed-back R18 rendendolo un latch. L'uscita di U7B è bassa e quindi Q1 e il relay RLY1 sono spenti e nessun antifurto suona.

Anche quando S1 è settato, C8 si carica lentamente attraverso R13. C8 e R13 costituiscono il timer che permette di liberare l'edificio. Il ritardo della centralina antifurto è approssimativamente di 1.1 x il valore di C8 (in uF) o circa 52 secondi con i valori mostrati. Durante il ritardo per uscire l'interruttore di zona Z1 può essere aperto e chiuso senza attivare l'antifurto. Quando il tempo di uscita termina, C8 sarà carico e una metà della porta AND a due ingressi, U5A sarà a livello alto. Una qualsiasi delle aperture delle zone da 2 a 6 causerà l'attivazione della centralina antifurto e il relay RLY1 si ecciterà. Se un intruso cerca di entrare dalla zona 4 ad esempio,l'uscita di U1D cambierà stato da basso a alto. Il livello alto viene quini mandato attraverso U2C, una porta OR a tre ingressi (CMOS4511B), all'ingresso D2 sul driver BCD-Decimale CMOS4511 del display. D2 è il codice binario di quattro e il display mostrerà tale numero. Il livello alto da U2C è inoltre inviato a U5A, un'altro OR triplo. L'uscita di U5A è inviata attraverso S2 all'ingresso di U7A. U7A e U7B formano un latch bistabile, il cambiamento di stato causa un livello basso sull'uscita di U7A, l'uscita di U7B passa a livello alto e tramite la resistenza di retroazione R18 rimandato all'ingresso di U7A. Il circuito è ormai fissato sullo stato alto. L'uscita a livello alto di U7B provoca due effetti nella centralina antifurto. Primo attiva Q1 e il relay RLY1 facendo suonare l'antifurto. Secondo il livello alto su U7B è applicato all'ingresso blanking del CMOS4511B tramite S2 e anche al piedino di abilitazione dei latch. Il display della centrlina antifurto mostrerà il numero della zona attivata, anche se l'interruttore di zona è aperto o chiuso. Il processo avviene in modo simile per le altre zone.

Se si entra nell'appartamento tramite la Zona 1 si attiva il timer di ingresso. L'uscita di U1A (nello stato set) è a livello basso. L'ingresso via Z1 attiva U1A che passa a livello alto dato che la porta è stata aperta. U4A allora produce un segnale alto, e allo stesso modo U4B. Il livello alto viene passato tramite D7 all'ingresso di U1A settando il livello alto. C7 quindi inizia a caricarsi tramite R15. Questo è il delay di entrata della centrlina antifurto ed è approssimativamente di 1.1 x 0.47 x C7 o circa 24 secondi con i valori mostrati. Una volta caricato U4C passerà a livello alto, attivando l'allarme e causando la memorizzazione del numero nel display, come nel paragrafo precedente.

L'interruttore S2 è usato normalmente nella posizione di run. Tuttavia nella posizione di test, questo consente ad un utile walkthrough di testare la centralina antifurto. Nella posizione di test l'ingresso di U7A è sempre basso e non attiverà la centralina antifurto, anche l'ingresso lampeggiante sarà sempre a livello alto, il chè significa che il display a 7 segmenti è sempre illuminato. Con le zone tutte chiuse, se viene aperta una qualsiasi zona, il numero corrispondente verrà mostrato sul display. Notare che se due zone sono aperte il display non indicherà per forza la zona esatta, questo non è un errore, è solo il modo in cui il circuito è stato ideato. Quando si è nella modalità run, la prima zona ad attivare l'allarme viene catturata e memorizzata e verrà mostrata sul display finchè la centralina antifurto non sarà resettato.

 

allarme 6 zone

 

Caratteristiche centralina allarme:

Questa centralina antifurto ha un display led a 7 segmenti che indica quale zona ha attivato l'allarme.
Ogni zona da Z1 a Z6 ha il proprio indicatore.
L'interruttore S1 è un interruttore spdt. Una posizione è set, l'altra è reset/off.
L'interruttore S2 attiva un test che controlla tutte le zone e il display.
La zona 1 ha un tempo di entrata e uscita indipendente.

Centralina Antifurto - Operazioni:

Attivare S2 per avviare la centralina antifurto. L'allarme è ora settato da S1, il ritardo di uscita è determinato da C8 e R13. Ogni ingresso da Z2 a Z6 attiverà immediatamente la centralina antifurto. Se l'allarme è attivato, resettarlo usando S1. Entrando da Z1 si avvia il ritardo di entrata. Portare l'interruttore S1 su reset prima che si esaurisce il tempo di entrata. Se S2 si trova su test mode, allora viene eseguito un test sulle zone.

Centralina Antifurto - Espansioni:

Per usare la centralina antifurto con un tastierino numerico, ad esempio il keypad a 5 cifre di Ron J usare un relay dpdt nel keypad. Il contatto non utilizzato del relay dpdt sostituirà l'interruttore S1 in questa centralina antifurto. R13 e R15 possono essere cambiate per ottenere diversi tempi di entrata/uscita. Utilizzando una resistenza da 2M2 si otterranno tempi molto più lunghi.

Lista dei componenti della centralina antifurto:

 

Nome Valore Quantità
BZ1 Buzzer a 12V o sirena 1
C1,C2,C3,C4,C5,C6,C9,C11 100n 8
C7,C8 47u 2
C10 100u 1
LED1 to LED6 LED rosso 6
D7,D8,D9 1N4148 3
DISP1 display 7 seg 1
Q1 2N3904 1
R1,R4,R6,R7,R10,R11 100k 6
R2,R3,R5,R8,R9,R12 270R 6
R13 1M 1
R14 4k7 1
R15,R18 470k 2
R16 100R 1
R17 1K 1
R19 10K 1
RLY1 Relay 12V 1
Z1,Z2,Z3,Z4,Z5,Z6 contatti NC 6
S1 SPDT 1
S2 DPDT 1
U1 4050B 1
U2,U5 4075B 2
U3 4511B 1
U4 4081B 1
U6 7805 1
U7 4001B 1

Fonte:
http://www.zen22142.zen.co.uk

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 77 visitatori collegati.

Ultimi Commenti