Home
Accesso / Registrazione
 di 

Un chip davvero bestiale 2/3

HT82231B Holtek sintetizzatore vocale

Utilizzando invece il comando sequenziale (KX, piedino 4) è possibile riprodurre una per volta tutte le 12 voci disponibili nella memoria del chip: il comando anche in questo caso si dà portando a massa per un istante il piedino interessato (il 4) e agisce ogni volta per una voce.

In altre parole, premendo una prima volta il pulsante abbinato al pin 4 l’integrato riproduce il primo verso (quello dell’elefante) una seconda volta riproduce il verso numero 2 (quello del gallo) una terza volta quello della gallina, ecc.

HT82231_schema_elettrico

Se non si completa la sequenza l’integrato tiene in memoria il numero dell’ultimo verso riprodotto, e, alla prossima attivazione del piedino 4, viene riprodotta la voce successiva: ad esempio, se con la sequenza si arriva al verso 5 (cane) e poi si passa al comando diretto, riattivando il comando sequenziale viene riprodotta non la prima ma la sesta voce (pecora). Naturalmente il discorso vale se il circuito resta alimentato, perché se viene spento la memoria del comando sequenziale si azzera.

A parte le voci e la loro attivazione, l’integrato HT82231 dispone di due uscite per comandare altrettanti LED, che lampeggiano quando la voce viene riprodotta: questi diodi servono semplicemente ad indicare che l’integrato è in funzione, e sono stati previsti dal costruttore principalmente per l’impiego del chip in giocattoli, gadget e materiale educativo.

I suoni sono disponibili su due uscite distinte, una per pilotare direttamente una pastiglia o altoparlante piezoelettrico, ed una per pilotare, mediante un semplice transistor NPN o altro amplificatore, un altoparlante magnetico. Utilizzando una pastiglia piezo essa va collegata tra i piedini 17 e 18, mentre l’uscita del segnale da amplificare si preleva tra il piedino 19 dell’integrato e la massa. Adesso andiamo a guardare lo schema elettrico del nostro circuito e vediamo in che modo è stato impiegato l’HT82231: il chip, lo vedete, è nella classica configurazione consigliata dallo schema applicativo della Holtek; gli 8 ingressi di controllo diretto sono collegati ad un connettore che permette eventualmente di collegare il circuito ad una tastiera ad 8 tasti indipendenti, oppure di abilitare l’ingresso voluto semplicemente toccando con un filo collegato a massa il pin corrispondente alla voce che si desidera ascoltare.

Il piedino 4 è invece collegato al pulsante P1, che permette di abilitare una per volta le voci. Le due uscite per i LED pilotano altrettanti elementi, uno verde e l’altro rosso. La resistenza posta tra i piedini 2 e 3 serve per fissare al valore consigliato dal costruttore la frequenza dell’oscillatore interno al chip. Quanto all’audio, utilizziamo l’uscita che fa capo al piedino 19 e ne mandiamo il segnale ad un classico mini amplificatore BF basato sul TBA820M: il segnale, ripartito opportunamente mediante il trimmer R5 (che controlla il volume) viene applicato all’ingresso del TBA820M, che lo amplifica in tensione di circa 15 volte e lo rende disponibile tra il proprio piedino 5 e massa per pilotare, tramite il condensatore di disaccoppiamento C5, l’altoparlante AP.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 23 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti