Cinque usi per un CD Live Ubuntu

Cinque usi per un CD Live Ubuntu

1. Maggiore privacy
Evita di lasciare inavvertitamente password, cookies o altri dati sensibili sul proprio hard drive. Con Live CD tutto è eseguito senza il bisogno di memoria. Così si evita questo spiacevole inconveniente. Nessun file da memorizzare, nessun problema.

2. Proteggi il tuo computer dalle “errant hands”
Sicuramente quando vostro fratello o vostra sorella minore vi chiedono di poter usare il vostro computer per controllare facebook, le date del tour di Britney Spears ecc., siete colti dalla paura che possa inavvertitamente premere/toccare/cancellare qualcosa o peggio fare qualche danno.

Ubuntu presenta un gran numero di “Guest session” che sono ideali in casi del genere. Ma se si vuole la certezza al 100% che non accada nulla basta usare la crèche-pen di LiveCD.

3. Fix Grub
Il Fixing è meno stressante di quanto si pensi e permettendo agli utenti di un LiveCD Ubuntu:

    – Di fare il Boot all’interno del LiveCD e montare la partizione o drive dove GRUB deve essere installato.
    – Di installare GRUB nel drive appropriato usando
    sudo grub-install –root-directory=/mnt/ /dev/MBR_PARTITION_HERE
    – Riavvio
    – Aggiornamento del GRUB con:
    sudo update-grub

4. Salvare i tuoi file anche se il mondo sta per finire
Situazione: Ubuntu/Windows è rotto ed oltre il fixing. I tuoi file sono bloccati. Cosa fare?
Soluzione: Carica un LiveCD, collega un drive esterno/ backup montane uno interno e copia, esegui il backup

5.Effettua la scansione di Windows a distanza
Se si sospetta che Windows sia stato infettato da malware o virus, prendete il vostro Ubuntu LiveCD, installate ClamAV e cercate di individuare e rimuovere ospiti indesiderati.

Attenzione. Lanciare uno scanner per virus da LiveCD non sarà efficace o veloce come eseguirlo sul posto.

2 Comments

  1. bruno1963 15 agosto 2010
  2. Emanuele 16 agosto 2010

Leave a Reply