Come fare il root di un T-Mobile G1 ed un telefonino myTouch 3G Android

root t-mobile g1 android

Fare il root il T-Mobile G1 e myTouch 3G è diventato molto facile. La Zink ha rilasciato l’applicazione FlashRec che permette una nuova gestione delle immagini della Flash di Android. Essa sfrutta la vulnerabilità del kernel di Linux CVE-2009-2692. L’applicazione consente di fare una copia di un’immagine e poi scaricarla in Cyanogen’s Recovery Image 1.4. Fatto questo, si può personalizzare qualsiasi Android. Android e Me hanno messo sul loro sito l’intero processo e segnalano un gran numero di ROM personalizzate. Il video mostra il processo di rooting.

Innanzitutto assicuratevi che la batteria sia completamente carica. L’intero processo può essere completato in circa 30 minuti, ma a volte può durare anche di più. Se si avvia il processo di root e non si completa, non si potranno effettuare delle chiamate (ovviamente). Quando il root del telefonino si fa per la prima volta, tutti i dati saranno cancellati. Qualsiasi dato che si desidera tenere, deve essere salvato con il backup, prima di iniziare. La maggior parte delle informazioni del tuo cellulare sono sincronizzate con Google, ma potrebbero esserci altre cose che ti possono interessare ed è comunque meglio se si fa un backup. MyBackup della Rerware permette di fare il backup dei dati sulla scheda SD o online. Dopo il root del tuo telefonino, non sarà possibile ricevere degli aggiornamenti del sistema da T-Mobile. Se si esegue software non supportato, T-Mobile non offre supporto tecnico.

Seguite questa guida passo passo sul rooting del T-Mobile G1 e del myTouch 3G se volete personalizzare il vostro telefonino Android.

STAMPA     Tags:

Leave a Reply