Come rendere guanti riscaldati dei semplici guanti

guanti riscaldati

Avere dei guanti riscaldati e’ di sicuro un’ottima soluzione per chi anche in inverno ama fare lunghe passeggiate in montagna o va a lavoro a piedi. E ottenerli da un paio di vecchi guanti e’ semplice ed efficace.

Materiali necessari per i guanti riscaldati

– Un paio di guanti lavorati a maglia
– 2 spilli
– Un pezzo di feltro, lana o acrilico
– Un paio di forbici
– Ago e filo
– Un righello
– Una penna per tessuti
– Riso
– Un imbuto
– Un forno a microonde

Iniziamo a lavorare

Per cominciare rigiriamo i guanti portando l’interno all’esterno e posiamoli con i pollici rivolti all’esterno in modo da avere i palmi verso l’alto. Segnare con uno spillo il palmo di ogni guanto, dove poi andrà inserito “l’impianto di riscaldamento”. Poi tagliare 4 rettangoli di feltro, lana, o altro materiale scelto, ognuno della misura di circa 5 cm x 6 cm (ovviamente questa misura varia in proporzione alla grandezza del guanto). Cucire 2 rettangoli insieme su 3 lati e lasciare il lato più corto aperto.

Con un righello dividere il rettangolo in 3 parti uguali usando la penna per tessuti per delimitare i bordi. Cucire a mano o a macchina lungo le due linee centrali: per la cucitura a mano è consigliata una filza. Annodare accuratamente il filo alla fine di ogni cucitura. E’ arrivato il momento di riempire questo sacchetto che abbiamo creato con qualcosa che riscaldi i guanti. Per comodità di reperimento si utilizza di solito il riso ma i semi di lino o del grano saraceno sono comunque degli ottimi elementi per i guanti riscaldati.

Creare il sacchetto per riscaldare il guanto

Iniziando dall’estremità lasciata aperta, depositare il riso nel nella prima sezione del rettangolo con un imbuto fino a riempimento. Quindi cucire a mano e chiudere il fagotto. Da questo punto in poi e’ raccomandato cucire a mano, specialmente sui guanti.

Riempire le altre 2 sezioni e posizionare il fagotto finito sul palmo del guanto. Questo tipo di guanti è elastico quindi fare attenzione nel non mettere troppi punti altrimenti si rischia di strappare il fagotto con movimenti troppo ampi dei guanti. Iniziare a cucire dal lato sinistro in alto del guanto e mettere 5 o 6 piccoli punti. Continuare in questo modo per il resto del fagotto e poi procedere con l’altro guanto. Finto il tutto, riportare i guanti nel verso giusto, pronti per essere scaldati.

Procediamo al riscaldamento del guanto

Porre il guanto terminato nel forno a microonde per alcuni secondi (il tempo dipende dalla potenza del forno) fino a quando il guanto si percepisca caldo ma non bollente al tatto. Al primo riscaldamento il riso potrebbe rilasciare un po’ di liquido, ma non dovrebbe accadere le volte successive.

Il calore del riso dura circa 20 minuti ma il guanto resta comunque caldo molto più a lungo, garantendo circa un’ora all’aperto (considerando temperature sui 4-5 gradi) con le mani riscaldate. Questi guanti riscaldati possono essere anche usati per la moto o la bici ma presentano due inconvenienti: si raffreddano prima e il riso contenuto nei guanti può dar fastidio alla presa.

Leave a Reply