Home
Accesso / Registrazione
 di 

Come scegliere un controller per i robot Pick-and-Place

controller.jpg

Un trend in essere fra i costruttori di macchinari – in particolare nell'industria del packaging dei cibi - è quello di inserire funzionalità di robot nell'operazione di pick-and-place, piuttosto che integrare robot stand alone. Un controller che applichi algoritmi matematici avanzati è la chiave per coordinare egregiamente i movimenti del robot. Inoltre vi è da considerare:
Potenza del processore: un controller può far funzionare più robot assieme alle funzioni logiche di movimento di una macchina per impacchettamento. Ciò è l'ideale se si usa un singolo programma oppure un singlo processore. Ciò elimina il costo di un controller aggiuntivo. In alcuni casi, l'intero programma di controllo può essere eseguito nella memoria cache del processore per massimizzare la velocità di esecuzione del programma.
Funzionalità tool center point. Tool center point (TCP) rappresenta una fondamentale distinzione fra le macchine e i robot. Nelle macchine, i movimenti sono definiti come un insieme di traiettorie per ogni asse. Confrontato ai robot, solo la banale cinematica è disponibile. Nei robots i movimenti sono collegati al TCP e non a singoli assi individualmente. I movimenti sono definiti dalla posizione e dal tipo di movimento del robot. Le traiettorie richieste per ogni motore possono essere calcolate.
Cinematica. La libreria software Schneider Electric robotic dispone di un tool che permette di eseguire controlli complessi e calcoli complicati automaticamente. Un ingegnere può quindi programmare il movimento sugli assi cartesiani come se lavorasse su una macchina convenzionale con un blocco tipico IEC
61141-3. Un blocco di trasformazione eseguirà poi tutta la cinematica necessaria, inclusa l'interpolazione
Caratteristiche aggiuntive. Una capacità di taglio geometrico riduce i tempi di ciclo, fondendo il percorso per ottimizzare velocità e distanza da percorrere per raggiungere il punto target. Poiché i robot possono sviluppare alcune forze G e superare la forza di ritenuta di una pinza su di un prodotto, occorre cercare anche un meccanismo di monitoraggio dell'accelerazione.

Leggi anche: Come scegliere un controller

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti