Home
Accesso / Registrazione
 di 

Come sfruttare le centrali a energia solare di notte

Come sfruttare le centrali a energia solare di notte

La nuova tecnologia studiata alla The University of Western Ontario utilizza i parchi solari fotovoltaici (PV) durante la notte con lo scopo di collegare diverse fonti di energia rinnovabili come le turbine a vento presenti nell'Ontario, aumentando i limiti di trasmissione di energia, e fornendo un metodo a basso costo per migliorare la tensione della rete e le prestazioni di sistema.

I parchi eolici a terra riescono a produrre anche di notte a causa di forti venti, ma non sono in grado di connettersi alla rete a causa di fluttuazioni di tensione e la mancanza di un'adeguata capacità di trasmissione. Limitato dal modello di lavoro attuale, il modo migliore per integrare le energie rinnovabili è quello di costruire nuove linee, il che è molto costoso: all’incirca $ 2 milioni al chilometro. Con una frazione di tale costo (circa $ 100.000), il gruppo di ricerca di Rajiv Varma ha utilizzato le aziende del fotovoltaico solare durante la notte quando sono completamente inattiva, per fornire il controllo della tensione per le turbine eoliche vicine al fine di inviare maggiore potenza alla rete.

Due programmi di utilità, Londra Hydro e Bluewater Power, hanno proposto di attuare per la prima volta in Canada, su due di loro sistemi solari fotovoltaici per la fornitura di tensione da10 chilowatt (kW) un sistema di controllo sulle proprie reti.

Varma, professore di ingegneria elettrica, è il co-protagonista del progetto e ha di recente ricevuto un assegno da $6 milioni dollari per la ricerca dal Centro di Eccellenza dell’Ontario per il progetto su larga scala di integrazione nelle reti di trasporto e di distribuzione di energia solare fotovoltaica.

Questo non farà che aumentare l’utilizzo dell’eolico nel sistema, ma sarà anche possibile generare un reddito supplementare per chi produce solare fotovoltaico che potrà ora avere gli impianti in funzione 24 ore al giorno. Ma soprattutto, questa tecnologia consentirà anche di alimentare il fabbisogno energetico dell'Ontario in modo più verde e più pulito. (da Physorg

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 42 visitatori collegati.

Ultimi Commenti