Home
Accesso / Registrazione
 di 

Compact P55: scheda madre MicroATX: proviamole! Parte 4/5

scheda madre microATX

La scheda madre microATX e le sue diversificazioni, Gigabyte vende un totale impressionante di 20 schede madri basate sul chipset P55. Due di loro occupano il fattore di forma microATX: la P55M-UD4 e la P55M-UD2, che abbiamo utilizzato per questa recensione. Entrambe utilizzano un ulteriore due once di rame, che sostiene Gigabyte migliori la qualità del segnale e l'affidabilità.

Mentre la UD4 è una incredibile scheda madre microATX che supporta sia ATI CrossFireX che SLI di Nvidia, così come un regolatore di tensione a 12 fasi, la scheda UD2 supporta solo CrossFire, e deve andare d'accordo con un regolatore di tensione a 6 fasi.

MicroATX e gigabyte: caratteristiche particolari

Tutte le caratteristiche di differenziazione Gigabyte, come il DES (Dynamic Energy Saver), DualBIOS e EasyTune sono naturalmente abilitate e utilissime. Questa scheda dimostra in modo convincente che una suite completa di opzioni di overclocking possono essere rese disponibili ad un costo accettabile, come credo più o meno tutti già supponevamo. La scheda nasce con due slot x16 PCI Express. Il primo viene eseguito 16 PCIe 2.0 lanes, mentre il secondo slot è alimentato da quattro 2,5 GT/s PCIe corsie attraverso il chip P55. Poiché lo slot PCIe secondario può anche essere usato per cards x1 e x4 (e dovrebbe, a nostro avviso), Gigabyte ha deciso di installare due slot PCI tradizionali sul campo anziché più connettività PCIe.

Perchè no, ci potremmo domandare. Quattro slot DIMM DDR3 possono essere ospitate per raggiungere fino a 16GB di memoria. Gigabyte aggiunge anche un controller di storage secondario, che prevede altri due porte SATA 3 Gb/s e un controller UltraATA/133 per i dispositivi di storage legacy. Quattro delle porte P55 SATA, così come le due porte aggiuntive, sono piegate di 90° per assicurarsi che esse possono essere utilizzati, anche se le schede di espansione lunghe vengono installate. Il pannello posteriore Gigabyte è piuttosto affollato, ed è una buona cosa. Troverete un connettore PS/2 che si auto-rileva la tastiera o il mouse che vi ci si collega. Un totale di 10 porte USB 2.0 sono disponibili, insieme con ingressi analogici e digitali, jack audio, tra cui uscite digitali ottiche e coassiali. Una serie veramente lunga di porte che fino ad ora non avevamo ancora potuto elencare. In fine, FireWire Gigabyte 1394a controller offre due porte, con una disponibile nel pannello del connettore. La porta Ethernet Gigabit è un inserimento obbligatorio su qualsiasi scheda madre microATX in questi giorni. La posizione del floppy header nella parte inferiore della scheda di amministrazione non è ideale. Se si ingrandisce la foto della scheda madre, si noterà che tutti i connettori sono well-labeled (ben marcati) o color-coded (identificabili tramite colore). Il nostro consumo medio di energia e la potenza totale di efficienza sono stati maggiori e discretamente alti utilizzando la P55M-UD2, collocandolo nel ultimo posto nel test di efficienza. Tuttavia, questo può benissimo essere il risultato inteso da Gigabyte che si è concentrata su caratteristiche e qualità piuttosto che sul risparmio energetico. La funzione di DES è stata già attivata. La scheda fa girare il nostro core i5-750 in modo affidabile a 4,0 GHz, ma a livelli di potenza più elevati rispetto alla concorrenza.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 10 utenti e 137 visitatori collegati.

Ultimi Commenti