Home
Accesso / Registrazione
 di 

Componenti elettroniche ad alta temperatura: un mercato in espansione 2/5

Componenti elettroniche ad alta temperatura: un mercato in espansione

I componenti elettronici ad alta temperatura sono un mercato in espansione ed è per questo motivo che le industrie del settore cercano sempre di più di rafforzare il monitoraggio e il controllo utilizzando le attuali tecnologie elettroniche. Continuiamo a vedere le esigenze dei vari settori produttivi.

Componenti elettroniche ad alta temperatura: Le esigenze del settore automotive

L'avanzata dei sistemi elettronici nel settore automotive è stato rapido ed esteso, come negli altri settori e sembra non essere ancora giunto al suo picco.

La legislazione riguardante le emissioni e la sicurezza dei veicoli ha spinto verso l'adozione di una gestione elettronica del motore così come per quel che concerne i controlli di trazione e di frenata. Allo stesso tempo vi è una costante pressione sulla modalità di produzione delle automobili che costringe il motore e il propulsore in piccoli scomparti: questa tendenza fa in modo che i progettisti di progettare un veicolo che sia in grado di massimizzare lo spazio “abitabile” e la capacità di carico della macchina che saranno il punto di forza nel momento in cui i veicoli vengono presentati nei punti vendita. Questo però ha delle conseguenze sui componenti elettronici utilizzate.

Quindi al fine di ridurre la dimensione, così come il costo del cablaggio, le centraline elettroniche sono montate il più vicino possibile al motore, così come in luoghi di ridotte dimensioni come dentro la scatola del cambio o altri organi di trasmissione.

Ciò richiede che le schede elettroniche e i componenti elettronici siano progettate per eseguire con precisione alla temperatura di funzionamento del motore o cambio.

Inoltre, i vani in cui sono riposti i motori sono più piccoli e ciò impone restrizioni più severe sulle dimensioni del dissipatore e orta a modifiche nell'aerodinamica del veicolo per poter fornire un flusso d'aria di raffreddamento al radiatore costante e capace di raffreddare le alte temperature. Se questo non accade si verifica un notevole aumento della temperatura sotto il cofano.

Infine, l'utilizzo dell'elettronica di potenza per le unità a motore da destinare alle auto ibride e completamente elettriche stanno spingendo oltre i requisiti di temperatura per i componenti elettronici per autoveicoli qualificati, che ora si stanno spingendo verso la dei 150 ° C, con una temperatura massima di 200 ° C.

La tendenza a montare i sistemi di controllo elettronico e i moduli di lavorazione nei pressi di sensori ed attuatori per evitare che il rumore entri nel sistema attraverso il cablaggio remoto, è la linea guida anche nell'elettronica ad alta temperatura in applicazioni quali i sistemi di frenatura per autoveicoli, nonché in applicazioni di altri e diversi settori, come per esempio i sistemi di controllo dei processi industriali.

Componenti elettroniche ad alta temperatura: Il settore dei sistemi medicali

Anche il settore dei sistemi medicali elettronici hanno un interesse allo sviluppo di un elettronica capace di funzionare in modo efficiente anche alle alte temperature. Come? Per esempio adottando sistemi o applicazioni elettroniche per il monitoraggio delle maggiori temperature per i sistemi di sterilizzazione.

Componenti elettroniche ad alta temperatura. Il settore aerospaziale

Nello spazio, la capacità di operare a temperature molto alte fino a 300 ° C può essere un requisito per alcune missioni spaziali. Nelle applicazioni satellitari, d'altra parte, la temperatura dei sistemi elettronici può essere regolata.

Tuttavia, una maggiore affidabilità e prestazioni stabili di componenti di alta temperatura può consentire la progettazione di sistemi più robusti, e in alcuni casi potrebbe ovviare alla necessità di regolazione della temperatura o di raffreddamento.
All'altro estremo dello spettro di temperatura, i sistemi spaziali devono essere in grado di operare in condizioni di freddo estremo.

Repost: 23 Maggio 2010

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 25 utenti e 69 visitatori collegati.

Ultimi Commenti