Condizionatore fai da te

Condizionatore fai da te

Visto il caldo di quest’estate, vi propongo un progetto fai-da-te per realizzare un condizionatore. Con un vecchio ventilatore, delle tubazioni, un sistema di raffreddamento in rame che utilizza il ghiaccio andremo a costruire il nostro condizionatore!

Il condizionatore d’aria è un impianto capace di sviluppare calore sensibile (positivo o negativo) che viene scambiato con un fluido; questo fluido che viene messo a sua volta in circolazione rilascia tale calore all’ambiente allo scopo di innalzarne o abbassarne la temperatura.

Alimentato da una combinazione di (troppi) corsi di ingegneria, pochi soldi e un desiderio di non morire dal caldo, Geoff Milburn ha “inventato” questo condizionatore.

Questo condizionatore non è altro che uno scambiatore di calore che utilizza l’acqua come mezzo. Probabilmente avrete bisogno di giocherellare un po’ con le dimensioni delle forniture in base alle risorse e alle vostre preferenze.

La stagione del caldo è quella in cui apprezziamo di più il piacere dell’aria condizionata. Tante persone scelgono in questo periodo bollente di acquistare un condizionatore d’aria… Noi vi proponiamo di realizzarlo in casa

Guida passo-passo per realizzare il condizionatore fai-da-te

1. Aggiustare la tubazione di rame sul vecchio ventilatore: intrecciare la tubazione di rame sulla griglia di protezione del ventilatore, come nella foto:



2. Attaccare la tubazione alla pompa tramite dei tubi in gomma per collegare la tubazione in rame del ventilatore all’uscita della pompa elettrica che prenderà l’acqua fredda dal contenitore con il ghiaccio.



3. Mettere la pompa nel ghiaccio e testare: sommergete la pompa nel contenitore del ghiaccio. Il nostro hobbista ha utilizzato una vasca da bagno ma può essere usato qualsiasi contenitore. Verificate che non ci siano perdite tra le varie tubazioni!



Non è un granché, ma sicuramente questo condizionatore fai da te raffredderà più di un ventilatore. Personalmente, raccomando tanta ma tanta prudenza per chi lo volesse realizzare. Buon lavoro :)

Successivamente Geoff ha creato un’altra versione del condizionatore. La performance della nuova implementazione è notevolmente migliorata. Meno acqua è necessaria, e la stanza si raffredda più rapidamente.

In un’estate bollente, (mentre scrivo questo articolo, ci sono 38°C) questo progetto diventa un vero e proprio “must”. Perchè ho scelto di pubblicare questo progetto e non un altro?! Perchè semplicemente è stato inventato da uno studente universitario con pochi soldi un una povera stanza del Campus e perchè può funzionare in qualsiasi luogo in cui non c’è aria condizionata – come il garage, soffitta o un magazzino.

Curiosità sul condizionatore d’aria
Il condizionatore è stato inventato intorno al 1911 da Willis Carrier quando sfruttò per la prima volta i passaggi di stato di un gas per ottenere una variazione sia positiva (“caldo”) sia negativa (“freddo”) dell’ambiente circostante.

L’acqua del condizionatore è praticamente acqua distillata, è priva completamente di sali e di molte altre sostanze che ci sono nell’acquedotto e nei tubi. Le sue proprietà sono dovute al suo ottimo grado di purezza, almeno rispetto all’acqua di rubinetto.

L’acqua del condizionatore è senza calcare e quindi ottima per stirare, per le piante grasse, per pulire i vetri, per la macchinetta del caffè.

Il climatizzatore disperde nell’aria dal 8-10% all’anno della sua carica.

Il condizionatore dovrebbe funzionare almeno 5 minuti ogni 2 settimane.

E non dimenticate che, se ci sono tanti condizionatori accesi in una città, la temperatura dell’aria esterna potrebbe aumentare di qualche grado in più!!!

2 Comments

  1. Nicola Fabbri 27 aprile 2013
  2. Boris L. 28 aprile 2013

Leave a Reply