Home
Accesso / Registrazione
 di 

Connettività Internet e guida: la nuova frontiera dell'"auto telematica"

auto telematica con connessione internet

L'istituto di ricerca di mercato iSuppli stima che nel 2016 saranno circa 62,3 milioni i consumatori che avranno accesso a Internet stando comodamente seduti a guidare nelle loro auto contro i “soli” 970.000 alla fine del 2009.

La nuova frontiera dell'auto telematica: connettività ad Internet

La Connettività Internet in auto è stata attuata tramite sistemi telematici che utilizzano le soluzioni sia incorporato o interfacce hand-free (HFI) per l'intrattenimento o il sistema di navigazione.
Sistemi telematici attualmente in uso sfruttano una banda larga a bassa connettività e non sono adatti per le applicazioni Internet attuali. Con la ricerca e lo sviluppo di progetti volti ad alzare la velocità di connessione, il numero di connessioni ad Internet direttamente dalle auto è destinato a crescere notevolmente nel corso del prossimo decennio.

Le prime esperienze di connettività ad internet dalle auto non sono state sviluppate dai produttori ma attraverso gli smart phone che con i loro sistemi integrati di scambio di dati vengono utilizzati con sistemi telematici mobile-device (che non sono integrati sulla strumentazione della vettura ma sfruttano i dispositivi mobili) come, ad esempio, Ford Sync.
BMW è la principale eccezione del mercato: la casa automobilistica ha introdotto sulle proprie auto un sistema telematico integrato di gestione di dati sulle vetture 7-series.

Chrysler, nel 2008, ha lanciato Wi-Fi Router, un sistema basato su telefono cellulare che adesso è disponibile su Cadillac e Volkswagen. Il sistema Wi-Fi Router è integrato sulla macchina e può essere sfruttato da qualsiasi connessione Wi-Fi utilizzando un dispositivo all'interno o in prossimità delle macchina.
L'Europa non sta a guardare e anche da noi sistemi simili stanno prendendo piede.
Anche Sprint e Verizon hanno fatto ricerca in direzione di prodotti Wi-Fi router ma questi sono sistemi di telefonia mobile che non sono collegati a sistemi telematici installati sulla macchina.
Sul lungo termine, i sistemi telematici offriranno la possibilità di una connettività a banda larga.
Entro il 2010, probabilmente tutti i sistemi telematici integrati delle auto saranno abilitati alla connessione Internet e quindi si fonderanno con la categoria dei sistemi telematici mobile-device.
Adesso la ricerca dovrà concentrarsi anche sull'aspetto usabilità per rendere i sistemi di connessione automobilistica compatibili con le restrizioni di utilizzo che tendono ad evitare distrazioni del conducente alla guida: una migliore interfaccia per Internet con distrazione minima del conducente minima emergeranno nei prossimi anni ed alcune di esse saranno abilitate per nuovi sistemi di infotainment. Prendendo spunto dal mondo dei dispositivi mobili, una pletora di applicazioni relative alla connettività troverà spazio anche in auto.

Le richieste del mercato

"Con i telefoni intelligenti che diventano a grandi passi sempre più accessibili sul mercato e onnipresenti, i consumatori richiedono adesso di avere la possibilità di connettersi ad Internet in auto", spiega Egil Juliussen, analista principale di Automotive iSuppli's Research Service.

"I produttori di automobili stanno scontando questa richiesta con l'aggiunta di varie forme di connessione a Internet per le automobili". Gli Stati Uniti dovrebbero essere la nazione leader per l'accesso a Internet per le auto nel 2009 e durante i prossimi sei anni, con gli utenti che, in aumento, passeranno a 28,3 milioni nel 2016, contro i 520.000 del 2009.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti