Home
Accesso / Registrazione
 di 

Controllo accessi con badge 1

Controllo accessi con badge

La prima realizzazione pratica con i badge: un lettore ad autoapprendimento che si attiva solamente se l’utente possiede una tessera magnetica abilitata. Utilizzabile come serratura di sicurezza ma anche come sistema di attivazione per antifurti e impianti di qualsiasi tipo. In un altro articolo abbiamo analizzato dal punto di vista teorico il funzionamento delle tessere magnetiche, i cosiddetti “badge”. In questo articolo approfondiamo alcuni aspetti di questa tecnica e, soprattutto, presentiamo un interessante progetto facilmente realizzabile da chiunque.

A questo punto, in considerazione della scarsa diffusione a livello hobbistico dei lettori di badge, più di un lettore si domanderà se i componenti utilizzati in questo circuito siano facilmente reperibili e se questo progetto non sia per caso destinato a restare sulla carta. Nessun problema: in sintonia con la linea editoriale di Elettronica In, forniremo tutte le indicazioni necessarie per reperire facilmente i vari componenti, dal lettore a strisciamento alle tessere magnetiche (vergini o già memorizzate). Il progetto, addirittura, è disponibile in scatola di montaggio! Dopo questa importantissima precisazione, possiamo occuparci subito del nostro nuovo dispositivo. Si tratta, di un compatto lettore di badge in grado di apprendere e memorizzare i dati incisi sulla banda magnetica e, in un secondo tempo, di attivare un relè qualora - in lettura - il codice della tessera coincida con uno dei codici memorizzati.

controllo_accessi_badge_diagramma_flusso

La prima realizzazione pratica con i badge: un lettore ad autoapprendimento che si attiva solamente se l’utente possiede una tessera magnetica abilitata.

Utilizzabile come serratura di sicurezza ma anche come sistema di attivazione per antifurti e impianti di qualsiasi tipo. compatto lettore di badge in grado di apprendere e memorizzare i dati incisi sulla banda magnetica e, in un secondo tempo, di attivare un relè qualora - in lettura - il codice della tessera coincida con uno dei codici memorizzati. Il circuito è stato appositamente realizzato per comandare l’attivazione di un’elettroserratura o, in generale, di un qualsiasi attuatore elettrico mediante una tessera magnetica opportunamente codificata.

La nostra scheda ha dunque come ingresso il segnale proveniente da un lettore di badge e come uscita un relè. Tutta la logica di controllo è affidata ad un solo integrato, per la precisione un microcontrollore ST6260 della SGS-Thomson. Abbiamo scelto questo micro essenzialmente per due ragioni: la disponibilità di una memoria EEPROM interna e le ridotte dimensioni del chip (10+10 pin) che hanno consentito la realizzazione di una scheda compatta. Tra le caratteristiche principali del circuito, citiamo l’elevata sicurezza della codifica implementata (ben 1.000.000 di combinazioni), e la possibilità di memorizzare nell’EEPROM del micro i codici di più tessere, fino ad un massimo di dieci. Per meglio comprenderne il funzionamento, possiamo suddividere il nostro sistema in quattro “elementi” fondamentali che analizziamo singolarmente uno dopo l’altro. Il primo elemento del circuito è, ovviamente, la tessera magnetica.

Questa rappresenta l’unità di attuazione vera e propria poichè contiene, permanentemente memorizzato sulla banda magnetica, il codice di attivazione. Il secondo elemento è rappresentato dal lettore a strisciamento, ovvero da quel dispositivo commerciale (cioè non da costruire) che converte il codice, disponibile come segnale analogico sul badge, in un codice digitale. Il terzo elemento è rappresentato dalla scheda di controllo, di cui riportiamo nell’articolo lo schema elettrico e pratico. La scheda svolge una duplice funzione: in fase di programmazione apprende e memorizza il codice proveniente dal badge mentre nel normale funzionamento confronta il codice del badge con quello in memoria ed eventualmente agisce sul relè. Il quarto elemento (immateriale) è rappresentato dal software presente all’interno del microcontrollore.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 22 utenti e 64 visitatori collegati.

Ultimi Commenti