Home
Accesso / Registrazione
 di 

Corso di Elettronica di base. Il funzionamento di 555 2/2

funzionamento di 555

Corso di Elettronica di base. Il funzionamento di 555 seconda parte. Applicando la formula vista in precedenza (t = 1,1 RaC), scopriamo che con questi valori il periodo può variare tra un valore minimo di circa 1,2 secondi ed uno massimo di 55; in pratica, considerando le tolleranze dei componenti, tra 1 secondo ed 1 minuto.

L’ingresso di trigger (che avvia la temporizzazione) viene controllato dal pulsante S1; la rete composta da R7, D2 e C6 rappresenta una sorta di circuito anti-rimbalzo. L’ uscita del 555 controlla il transistor T1 il quale, a sua volta, pilota il relè di potenza. Durante il periodo di attivazione l’uscita n. 3 presenta un livello alto ed il transistor risulta in conduzione. Il regolatore U2 stabilizza la tensione che alimenta il 555 consentendo di ottenere temporizzazioni particolarmente precise e costanti nel tempo. L’intero circuito viene invece alimentato con una tensione (anche non stabilizzata) di circa 12 volt. Il diodo D1 elimina le extra-tensioni dovute alla componente induttiva della bobina del relè mentre il led LD2 segnala quando il circuito è attivo. L’altro led (LD1) si illumina quando il circuito viene alimentato.

Completano il circuito alcuni condensatori di filtro collegati tra il positivo e la massa. Come si vede nelle immagini, tutti i componenti, ad eccezione del potenziometro e del pulsante, sono montati su una piccola basetta appositamente realizzata.

Master e piano di cablaggio sono riportati nelle illustrazioni in scala reale. La costruzione di questo circuito non presenta alcuna difficoltà; anche i componenti sono tutti facilmente reperibili. A tale proposito ricordiamo che questo circuito, così come tutti gli altri descritti durante le varie puntate del corso, è disponibile in scatola di montaggio. Durante il montaggio consigliamo di tenere costantemente sott’occhio la pagina della rivista dove è riportato il piano di cablaggio; prima di inserire i vari componenti sulla basetta, verificatene attentamente il valore degli stessi e, nel caso di elementi polarizzati, anche l’orientamento.

temporizzatore_pcb

Montate per primi i componenti a più basso profilo e di seguito tutti gli altri. Per il montaggio del 555 fate ricorso ad uno zoccolo ad 8 pin; osservando la basetta dal basso, il chip va montato con la tacca di riferimento rivolta verso destra. Anche il regolatore di tensione U2 va montato rispettando le indicazioni del piano di cablaggio. Gli ultimi componenti da montare sono il relè e le due morsettiere; il pulsante di attivazione ed il potenziometro vanno collegati alla basetta con degli spezzoni di filo lunghi una decina di centimetri. A questo punto possiamo considerare concluso il montaggio.

Prima di dare tensione al circuito verificate ancora una volta il montaggio controllando che tutti i componenti siano montati al posto giusto e che non vi siano delle piste in corto circuito. Il led verde deve illuminarsi non appena il circuito viene alimentato. Per verificare i tempi di attivazione del timer ruotate il cursore del potenziometro completamente verso sinistra e premete il pulsante: il circuito deve attivarsi (led rosso e relè attivi) per circa un secondo. A questo punto ruotate il potenziometro completamente verso destra e ripetete la prova. In questo caso il circuito deve restare attivo per un minuto circa. Il timer è così pronto all’uso. Il dispositivo può essere alloggiato all’interno di un piccolo contenitore metallico o plastico. Il potenziometro, fissato al frontalino, va munito di manopola con scala graduata sulla quale andranno indicati i tempi minimo e massimo e, volendo, anche quelli intermedi.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 38 visitatori collegati.