Home
Accesso / Registrazione
 di 

Corso di programmazione per microcontrollori Zilog Z8. Terza puntata 3

Corso di programmazione per microcontrollori Zilog Z8

REGISTRO TMR

Il registro TMR (Timer Mode Register), di indirizzo 241, permette di controllare il funzionamento dei due timer T0 e T1: attraverso questo registro è possibile iniziare un conteggio, fermarlo e farlo successivamente ripartire. Il registro TMR è composto da 8 bit e a ciascun contatore risultano associati due bit di tale registro. Per la precisione, il Load bit (bit di caricamento) e l’ Enable Count Bit (bit di abilitazione al conteggio). Il Load Bit permette, quando viene posto a 1, di trasferire il valore contenuto nei registri PRE0, PRE1, T0 e T1 all’interno dei relativi contatori. Il Load Bit può essere posto a 1 sia con i due contatori (down counter) fermi che durante il normale funzionamento. Nell’ultimo caso il rispettivo contatore viene ricaricato con la configurazione di prescaler e di contatore iniziali. E’ quindi possibile modificare il Load Bit in modo assolutamente asincrono rispetto al conteggio stesso, in questo modo diventa anche possibile effettuare sul relativo stadio di conteggio un’operazione di trigger via software.

L’Enable Count Bit, cioè il bit di abilitazione al conteggio, deve essere posto a 1 affinché il conteggio possa essere attivato. Fino a quando il bit di abilitazione rimane a 0 il conteggio non potrà iniziare. Per riassumere il significato del registro TMR, analizziamo singolarmente ogni suo bit. Il bit D0 se posto a 1 attiva il caricamento del contatore T0 e del prescaler PRE0, se posto a 0 non ha alcuna influenza, il conteggio procede normalmente. Il bit D1 se posto a 1 abilita il conteggio di T0, se posto a 0 lo disabilita. Il bit D2 se posto a 1 attiva il caricamento del contatore T1 e del prescaler PRE1, se posto a 0 non ha alcuna influenza, il conteggio procede normalmente. Il bit D3 se posto a 1 abilita il conteggio del contatore T1, se posto a 0 lo disabilita. I bit D6 e D7 sono riservati e vanno posti a stato logico basso.

I bit D4 e D5 determinano la modalità di funzionamento del clock esterno, secondo le seguenti modalità: 00 = Ingresso del clock esterno; 01 = Gate input; 10 = Trigger input (non retriggerabile); 11 = Trigger input (retriggerabile). Per quando riguarda l’utilizzo di una sorgente di clock esterna occorre fare qualche precisazione. Infatti, qualora il prescaler 1 funzioni con un clock esterno è necessario agire sui bit D4 e D5 di TMR per selezionare la modalità di funzionamento desiderata fra le quattro possibili: External clock, Gate input, Trigger input e Retrigger input. Se i due bit D4 e D5 di TMR sono entrambi a 0 l’ingresso di clock esterno viene direttamente collegato al clock del prescaler (modalità External Clock Input Mode). Se il bit D5 viene posto a 0 e il D4 a 1, l’ingresso di clock esterno viene abilitato al funzionamento tipo Gate input. In quest’ultimo caso, il prescaler viene pilotato dal clock interno del micro solo quando sul piedino Tin (bit 1 della porta di I/O 3) è presente un livello logico alto.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 49 visitatori collegati.

Ultimi Commenti