Home
Accesso / Registrazione
 di 

Cox wireless

Cox wireless

La Cox Communications martedì ha detto che punta a marzo per lanciare il suo servizio wireless. L'operatore via cavo con una iniziale partnership di Sprint Nextel per rivendere il suo servizio wireless ai clienti. Cox già fornisce Internet ad alta velocità, telefonia e TV. Il nuovo servizio Cox wireless creerà un quarto ramo. Il problema, a mio parere ma la tecnologia secondo molti, wireless è sempre d'attualità.

La società non ha ancora annunciato i prezzi, ma ha detto che il servizio Cox wireless sarà prima lanciato in tre mercati: Hampton Roads in Virginia, Omaha in Nebraska, e Orange County in California ovviamente. La Cox serve circa 1,45 milioni abbonati al servizio a pagamento via cavo e di telefonia. A differenza di Comcast e Time Warner Cable, che hanno investito in una società per la costruzione di una rete wireless a livello nazionale, Cox sta costruendo la propria rete wireless. Cox semplicemente rivende i servizi di Sprint almeno inizialmente, per entrare nel mercato più velocemente. E 'anche utilizzando un ingente ammmontare di denaro, 550 milioni dollari nell'acquisito dellal frequenza dall'AWS la Federal Communication Commission, e 700 MHz wireless per costruire la propria rete 3G utilizzando EV-DO, e alla fine migrare verso la tecnologia 4G LTE.

Wireless per tutti

La tecnologia wireless è una caratteristica chiave per ogni fornitore di servizi in questi giorni, tutti i consumatori si aspettano la possibilità di utilizzarla per tutti i servizzi possibilmente correlabili: internet, voce e anche i servizi video. Cox vede l'opzione wireless come fondamentale nella sua strategia per competere con le compagnie telefoniche, che non solo hanno divisioni wireless, ma anche la vendita dei servizi di televisione a pagamento per competere direttamente via cavo.

Cox ha cercato di entrare nel mercato del wireless in passato. Nel 2005, Cox, Comcast, Time Warner Cable, e Advance/Newhouse Communications costituirono una joint venture con Sprint Nextel chiamata Pivot, che doveva sviluppare servizi wireless per gli operatori via cavo, che potevano utilizzare e rivendere ai propri clienti. Tre anni più tardi, il marchio Pivot era essenzialmente morto.

Wireless Cox: diverse strategie

L'anno scorso, tutte le società coinvolte si tirarono fuori della partnership completamente. Comcast e Time Warner sono ora parte di una joint venture costituita tra Sprint e Clearwire. Comcast ha anticipato 1,05 miliardi dollari e Time Warner Cable sta mettendo $500 milioni per contribuire a rendere una realtà il sodalizio Sprint/Clearwire, la rete che utilizza questa tecnologia viene chiamata WiMax wireless 4G. La Cox e le altre società del gruppo Pivot hanno anche costituito una joint venture chiamata Spectrum Co. Con una grossa offerta ha vinto una quantità significative di frequenze in un asta della FCC AWS. Cox è ora l'unico di quattro operatori via cavo che ha formato la Spectrum Co. ad utilizzare lo spettro per costruire una propria rete e avere la propria copertura senza dover più mediare con nessuno. L'ultima strategia della Cox wireless è ben diversa da quella che ha utilizzato in passato. Ma la costruzione di una ret senza fili è costosa, e competere in un mercato già saturo è molto difficile. Oltre l'89% degli americani è già abbonato a qualche tipo di servizio wireless, secondo il gruppo commerciale CTIA Wireless. E siccome la Cox possiede solo lo spettro wireless all'interno e intorno alla sua attuale rete di cavi, avrà sempre bisogno di collaborare con altri vettori che utilizzano questa tecnologia per fornire una copertura a livello nazionale.

Ma nessuno si è mai posto il problema che in molti stati hanno bandito l'utilizzo almeno in luoghi pubblici delle reti wireless, e che molti studi sono stati effettuati sulla possibile nocività di queste reti?

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 71 visitatori collegati.

Ultimi Commenti