Home
Accesso / Registrazione
 di 

DHS Science pensa a nuove tecnologie rivoluzionarie per la sicurezza nazionale

la DHS si occupa di sicurezza nazionale e cerca nuove tecnologie per difendere suolo americano

L'US Department of Homeland Security (DHS) a Washington chiede alle industrie del settore nuove tecnologie rivoluzionarie per migliorare le missioni di sicurezza interna e operazioni di guerra lontano dal suolo americano. DHS Science risponde presente.

La Direzione del DHS Science & Technology sta annunciando l'emissione di un annuncio a largo raggio per sviluppare e dimostrare tecnologie rivoluzionarie che riguardano la sicurezza del suolo americano e la sicurezza delle frontiere marittime; tecnologie che riguardano la divisione chimica e biologica; quelle concernenti il comando, il controllo e l'interoperabilità; quelle che interessano le contromisure per gli esplosivi; quelli sui fattori umani e le scienze comportamentali.

Questa sollecitazione - invito resterà aperta per un anno, e si chiuderà il 31 dicembre 2010. Coloro che sono interessati possono presentare proposte e white paper in qualsiasi momento durante questo periodo. Quelli selezionati saranno invitati a dimostrare tecnologie - prototipo nel settore per cui verranno proposte.

Il confine, marittimo, e la parte della sicurezza dei carichi comporta nuova sorveglianza, il monitoraggio e la capacità di risposta per la copertura di vaste distese di territori di confine remoti, così come dispositivi, nuove tecnologie e nuovi metodi di controllo per garantire la sicurezza dei grandi volumi di merci che entrano nei porti degli Stati Uniti.

Tecnologie a basso consumo

Questo componente comporta nuove tecnologie di sorveglianza a basso consumo, così come dispositivi palmari che consentono di ispezionare il materiale nascosto o compartimenti chiusi; armi non letali per disabilitare i veicoli, navi e aerei; sensori per rilevare l'origine degli spari, la tecnologia di supporto decisionale ; wide-area di sorveglianza costiera per sorvegliare oltre la linea dell'orizzonte, la tecnologia del sensore migliorata e progredita, che superi l'ingombro delle zone costiere; la fusione di dati per le operazioni di comando centralizzato; screening non invasivo del carico; e il riconoscimento automatico del bersaglio e la capacità di risposta.

Divisione chimica e biologica

La divisione chimica e della componente biologica comporta tecnologie avanzate per caratterizzare il rango delle armi chimiche e biologiche, di sorveglianza e di allarme per eventuali attacchi precoci, di decontaminazione, e di difesa dell'agricoltura e dell'approvvigionamento alimentare.
In questo settore, aree di interesse includono il miglioramento delle autorità preposte alle analisi chimiche e biologici; strumenti per rilevare le minacce chimiche e biologiche in spray, e liquidi; condivisione dei dati dei sensori chimici e biologici, bioforensics per le indagini penali e contromisure per le malattie provenienti dagli animali stranieri, malattie che derivano da agenti patogeni che colpiscono gli animali tramite il cibo.

Il settore comando, controllo e interoperabilità

L'invito per quel che riguarda le tecnologie del comando, controllo, e dei componenti di interoperabilità concerne le norme, i quadri, gli strumenti, le tecnologie e le altre informazioni per migliorare le comunicazioni tra le autorità di sicurezza del territorio nazionale. Ciò include le comunicazioni vocali, sicurezza informatica, medicina legale penale, e la ricognizione e tecnologie avanzate di sorveglianza.

La componente esplosivi

La componente incentrata sulle contromisure contro gli esplosivi comporta tecnologie innovative per l'individuazione e la neutralizzazione delle minacce derivanti da un possibile unso di esplosivi per l'aviazione, il trasporto, trasporti pubblici, autostrade, ferrovie, servizi pubblici, e gli oleodotti. Ciò comporta lo sviluppo di tecnologie per l'individuazione di esplosivi in situazione di stallo, la sicurezza del carico, contro un ordigno esplosivo improvvisato (IED) di tecnologie di fusione dati, e materiali per mitigare gli effetti degli esplosivi.

Fattori umani e scienze comportamentali

DHS Science & Technology richiede che le tecnologie da sviluppare nel campo dei fattori umani e delle scienze comportamentali dovrebbero mirare a migliorare l'individuazione e la comprensione della minaccia per gli individui, i gruppi e i movimenti radicali per prepararsi, rispondere, e recuperare da eventi catastrofici.

Repost del 10 gen 2010

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Giovanni Giomini Figliozzi

haha carino il fatto che

haha carino il fatto che l'invito "si chiuderà il 31 dicembre 2010" comunque in un periodo storico nel quale è più che mai importante la lotta al terrorismo e c'è una sensazione di incertezza enorme a livello mondiale, è normale che dei dipartimenti come questo stiano "subendo" un'enorme incentivazione. D'altronde ne va della sicurezza di tutti

ritratto di electropower

DHS Science & Technology al

DHS Science & Technology al servizio delle forze dell'ordine americane? Chissà cosa ci aspetteremo per il futuro bellico. Di certo le nuove tecnologie copriranno un pò tutti i settori della difesa e molto probabilmente, come avviene ormai da sempre, le tecnologie adottate oggi in ambito militare diventeranno, forse, alla portata di tutti tra non so quanti anni, quindi nuovi sistemi di comunicazione, tecnologie all'avanguardia...Il post è un pò vecchiotto, ma se è stato ripubblicato avrà ancora una sua attualit. Di certo, dal gennaio 2010 i lavori sarann già iniziati da un pò e chissà se la cattura di Bin Laden non sia anche conseguenza di una qualce innovazione della DSh..

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 19 visitatori collegati.

Ultimi Commenti