Home
Accesso / Registrazione
 di 

La diffusione dei sistemi di cablaggio a fibra ottica

Sistemi di cablaggio a fibra ottica

I componenti di connettività in rame e in fibra progettati per reti wireline, wireless, broadcast, enterprise, ecc…costituiscono i punti essenziali di giunzione e connessione che uniscono le reti e collegano fra loro apparecchiature elettroniche sofisticate. Ad oggi la diffusione dei collegamenti in fibra ottica – nell’ambito Carrier – è decisamente in crescita, grazie ai sempre maggiori servizi che vengono offerti ai clienti e la conseguente domanda di banda che ne consegue.

Azienda ADC

Fondata nel 1935, ADC serve il settore delle comunicazioni da oltre mezzo secolo. La società possiede centinaia di brevetti e ha sviluppato la tecnologia originale dei jack bantam attualmente ancora utilizzata nelle reti. Oggi ADC è un leader mondiale nella fornitura di prodotti e servizi a livello mondiale per infrastrutture di rete globali che consentono di erogare con profitto servizi voce, dati, video e Internet ad alta velocità a privati e aziende. La società è presente con la sua rete di vendita in più di 100 paesi. Nel 2004 ADC ha acquistato il gruppo Krone, fornitore globale di primo piano di soluzioni di connettività in rame e in fibra ottica e di prodotti di cablaggio utilizzati in reti enterprise e di accesso pubblico. I clienti sono supportati a livello regionale da business unit focalizzate su soluzioni progettate per reti di telecomunicazioni, wireless e via cavo. Le business unit sono Wireline Systems, Wireless, Infrastructure e Systems Integration.

Le soluzioni infrastrutturali costituiscono il fondamento di qualunque rete e permettono di incrementare la velocità, la larghezza di banda e la qualità delle trasmissioni voce, dati, video e Internet.

I componenti di connettività in rame e in fibra progettati per reti wireline, wireless, broadcast, enterprise e via cavo costituiscono i punti essenziali di giunzione e connessione che uniscono le reti e collegano fra loro apparecchiature elettroniche sofisticate. I Digital Cross Connect, o ripartitori elettronici digitali, le apparecchiature di terminazione in fibra, i connettori a ingombro ridotto, i sistemi di gestione di soluzioni in fibra e in rame e i prodotti di testing e monitoraggio in remoto realizzati dalla società consentono ai tecnici di organizzare, collegare, gestire e testare le apparecchiature in modo da ottenere prestazioni di rete ottimali. I prodotti comprendono OmniReach soluzioni FTTP (Fiber to the Premises, ovvero fibra fino al cliente), FiberGuide Raceway, Ethernet Distribution Frames, piattaforme di gestione dei segnali RF Worx, DSX1/3, pannelli fusibili PowerWorx e telai di distribuzione e pannelli per fibra ottica. Inoltre, la società consente a operatori di reti wireless di sfruttare in modo ottimale le reti grazie alle sue soluzioni di trasporto Digivance RF. Le soluzioni Digivance permettono ai fornitori di servizi wireless di potenziare le proprie reti estendendone la copertura e distribuendo la capacità dove occorre secondo modalità economicamente vantaggiose.

L'offerta wireline comprende la soluzione Wi-Fi alimentata a corrente LoopStar che costituisce un approccio a basso costo e di facile implementazione per la realizzazione di una rete di hotspot Wi-Fi. Inoltre, le soluzioni di accesso Soneplex/HiGain HDSL4 T1 offrono agli operatori l'unica soluzione a due ripetitori in grado di garantire ai fornitori di servizi la possibilità di erogare servizi T1 al di là dell'area di servizio dell'operatore (Carrier Service Area), raggiungendo così un maggior numero di clienti senza degrado delle prestazioni. Per i service provider, il portafoglio di prodotti offerto comprende ora ripartitori ad alta densità e soluzioni per esterni, oltre alla tecnologia LSA-PLUS utilizzata nel box ADC Krone e considerata lo standard globale de facto per la connettività nelle reti ad accesso pubblico.

Questa tecnologia di connessione rapida costituisce il cuore di molti prodotti dell’azienda. Soluzioni di connettività e cablaggio per il networking di classe enterprise con tecnologia TrueNet integrata hanno indotto molte aziende di portata globale a scegliere il sistema PremiseNet di ADC Krone per le proprie esigenze di infrastruttura IT passiva.

Dal rame alla fibra ottica

La diffusione dei collegamenti in fibra ottica nell’ambito Carrier è decisamente in crescita, complici i sempre maggiori servizi che vengono offerti ai clienti e la conseguente “fame” di banda che ne consegue; in ambito Enterprise invece, la tendenza rimane quella di affidare alla fibra ottica il compito di gestire i collegamenti primari o di backbone, riservando al rame le terminazione utente. La fibra ottica viene ancora vista come un qualcosa di difficile e “delicato” da gestire; le terminazioni e le giunzioni non sono ritenute fattibili da tutti, ma questo non è assolutamente vero se si considerano i sistemi attuali fatti per la maggior parte delle volte con connessioni preterminate e con macchine di precisione, inoltre le fibre sono etichettate come  “fragili” e non capaci di garantire piegature e tiraggi oltre determinati limiti, ma  anche in questo caso potremmo aprire un dibattito infinito sui sistemi di posa del cablaggio e sulla qualità ed innovazione di alcune fibre come le “reduced bend radius”. Dulcis in fundo, la frase che spesso ricorre da parte dei consumatori è: “ Fondamentalmente oggi con il rame posso raggiungere le stesse velocità, casomai ne avessi bisogno...”; in questi casi, argomentare circa la qualità della trasmissione, l’integrità del segnale, l’indipendenza da emissioni elettromagnetiche, gli ingombri ridottissimi e il basso consumo energetico degli apparati, è davvero impresa ardua.

La guerra per il predominio tra rame e fibra insomma è ancora aperta e spesso si concludono le battaglie con un salomonico patto di non belligeranza entro i tradizionali confini di competenza. Il futuro potrebbe aprire nuovi scenari, laddove gli ambienti sono già oggi saturi (locali tecnici zeppi di armadi ricolmi di patch panel e apparati attivi, oltre a canalizzazioni e condotti oramai straripanti di cavi, spesso risalenti a vecchie release di cablaggio), ma di sicuro, in un momento storico come quello che viviamo, la parola d’ordine è consolidare sfruttando al massimo l’infrastruttura esistente.

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 10 utenti e 72 visitatori collegati.

Ultimi Commenti