Home
Accesso / Registrazione
 di 

Discriminatore telefonico con display -1

Discriminatore telefonico con display


Collegato alla linea permette di attivare la suoneria solamente se la persona che chiama digita altre due cifre DTMF dopo il collegamento; mediante un display LCD visualizza il codice della persona che sta chiamando e provvede ad altre informazioni.


Con tutti i telefoni che ci sono attualmente, fissi e mobili, è facilissimo ricevere più d’una telefonata di qualcuno che ha sbagliato, e che ha chiamato voi invece di quello che cercava; senza contare gli scherzi e le molestie di vario tipo ai quali spesso e malvolentieri si è sottoposti da individui di pochi scrupoli che sono capaci di chiamare alle ore più impensabili o di spaventare chi è a casa da solo.

Insomma avere il telefono è praticamente indispensabile, ma questo apparecchio così utile è spesso veicolo di problemi, disturbi e scherzi inopportuni, cosicché può capitare di sentirlo squillare inutilmente. Per evitare di andare a rispondere o di balzare dal letto nella notte è possibile mettere un “filtro” che permetta il passaggio delle sole chiamate di persone che desideriamo comunichino con noi: un dispositivo come quello che trovate in questo articolo, fatto appositamente per far “squillare” il telefono solo quando a chiamarci è una persona amica o comunque desiderata, escludendo tutti gli altri.

Il dispositivo di cui parliamo è insomma quello che in gergo viene chiamato discriminatore telefonico, perché distingue le chiamate in arrivo ed agisce di conseguenza. Il principio di funzionamento è molto semplice: posto tra la linea ed il telefono, l’apparecchio viene eccitato ad ogni chiamata, ma tiene interrotto il collegamento pur rispondendo al primo squillo; chi chiama non si accorge di nulla perché in linea invia il tono di libero.


Attende quindi un codice formato da due bitoni DTMF, da 00 a 99, che visualizza sull’apposito display alfanumerico; se ciò accade ripristina il collegamento tra linea e telefono, ed attiva una suoneria supplementare (non quella del telefono, che tace) per dare l’avviso che è in arrivo una chiamata da persona abilitata e che bisogna rispondere. In mancanza della sequenza DTMF, trascorso un certo tempo si sconnette dalla linea chiudendo il collegamento senza che il chiamante si accorga della situazione.

E’ quindi un dispositivo utilissimo perché solo chi conosce la chiave di accesso può attivare la suoneria e quindi farci rispondere al telefono; la possibilità di visualizzare sul display il numero supplementare composto da chi chiama consente inoltre una doppia protezione, dato che assegnando un codice diverso alle persone che conosciamo possiamo sapere chi di queste ci sta telefonando, e decidere quindi se sia o meno opportuno rispondere. Il che non è da poco, anzi. L’uso del discriminatore è semplice, sia per chi chiama che per chi lo ha installato sul proprio telefono; la tecnica è invece un po’ più complessa, come potremo vedere andando ad analizzare lo schema elettrico illustrato in queste pagine.

Il circuito è inevitabilmente complesso, ma lo sarebbe molto di più se non ci fosse il microcontrollore U1, che da solo gestisce la linea telefonica, la ricezione delle chiamate, il riconoscimento del codice a due cifre, e il display LCD; insomma, il grosso del lavoro, per fare il quale si serve di reti elettroniche esterne ciascuna delle quali ha un certo compito. Andiamo con ordine e vediamo come funziona il tutto partendo dalla ricezione di una telefonata: in tal caso, lo sappiamo dallo studio della telefonia, ai capi della linea si trova una tensione alternata alla frequenza tipica di 25 Hz e dell’ampiezza di 70÷80 Veff.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 11 utenti e 55 visitatori collegati.

Ultimi Commenti