DIY – costruire una custodia subacquea per fotocamera

custodia subacquea per fotocamera

Una custodia subacquea per macchina fotografica e oggi piuttosto facile da trovare, non troppo costosa, e soprattutto ci sono modelli che soddisfano le dimensioni di tutte le compatte in commercio (anche molti modelli di quelle fuori commercio). Eseguire un progetto DIY per realizzare una custodia subacquea per fotocamera resta comunque interessante, stimolante e soprattutto lascia spazio a quella dose di personalizzazione che non guasta mai.

Costruire la custodia subacquea per fotocamera

Il materiale principale per la custodia è rappresentato da un contenitore di plastica ermetico per conservare il cibo; si trova nei negozi di casalinghi e nei supermercati per pochi euro. Prendetene uno delle dimensioni che soddisfino quelle della vostra fotocamera. Un consiglio: per sicurezza prendetene un paio, non si sa mai, la prima volta ci potrebbe scappare qualche errore nella lavorazione e per non aver speso qualche euro in più, c’è bisogno di riuscire per comprare il pezzo.

Intagliare il buco per la lente

Ovviamente la plastica di questi contenitori si presenta spesso un po’ opaca, e comunque si graffia subito, per cui è necessario intagliare un foro nella custodia per poter scattare delle foto. Utilizzare poi un pezzo di plexiglass, poliver o plastica trasparente per coprire il foro.

Un suggerimento per la foratura: cercare di ottenere un buco grande circa 3 volte la lente della fotocamera, facendolo più piccolo si rischierebbe di avere sempre un’ombra sulle foto causata appunto dall’ombra generata dalla custodia (l’effetto chiamato vignettatura).

La copertura per la lente

Già anticipato prima, la copertura del foro per la lente, può essere adattata utilizzando una pezzo di plastica trasparente con un buco nel mezzo; il tutto poi va bullonato alla custodia. Per la guarnizione, si può utilizzare della gommapiuma adesiva, che è in grado di fornire una buona tenuta sigillante, nonostante svolga solo una funzione secondaria; infatti le parti esterne vanno siliconate.

Creare uno spazio di visione per il display

Il discorso fatto per la lente vale anche per il display; la custodia subacquea, a causa della plastica di cui è costituita, non permette una visibilità ottimale, pertanto è opportuno creare un foro e coprirlo con un pezzo di plastica trasparente (avvitato alla custodia dall’interno) sigillato con silicone e gommapiuma adesiva.

Inserire la fotocamera nella custodia subacquea

Il problema di questa custodia DIY è che ovviamente non avrà un supporto di montaggio per la fotocamera, che quindi verrà sballottata ad ogni movimento; per ovviare a ciò si può utilizzare della schiuma poliuretanica monocomponente (vedere questo link per un esempio, che riempie gli spazi vuoti espandendosi e poi si indurisce, diventando impermeabile, rigida e lavorabile. Prima di applicarla, coprire totalmente la fotocamera con una bustina di plastica (non si attacca alla schiuma) tenendo la lente estesa, se la compatta che state usando prevede che la lente “venga fuori” quando si apre l’obiettivo. In questo modo, una volta seccatasi la schiuma (ci potrebbero volere anche 24 ore, quindi pazienza), si estrae la fotocamera imbustinata, che avrà creato un calco pari alle sue dimensioni, e si rifinisce l’interno della custodia (si può anche pitturare per renderlo più accattivante).
Ancora un consiglio: non utilizzare troppa schiuma da subito: essendo espandente, impiega alcuni istanti prima di aumentare di volume. Un’applicazione esagerata provocherebbe una fuoriuscita e soprattutto non permetterebbe alla schiuma di seccarsi. Iniziare con poco, al limite si possono fare delle aggiunte un po’ alla volta.

Premere il bottone per scattare

La parte più complicata è quella di trovare un modo per premere il tasto per lo scatto. Qui viene proposta una soluzione, ma probabilmente se ne possono trovare altre di più comode. Allora, procurarsi un pezzo di plastica cilindrico e tagliarlo in modo tale che entri esattamente nello spazio tra la parte interna della custodia subacquea e la fotocamera, all’altezza del bottone; una volta sistemato e applicando un po’ di forza dall’esterno sulla custodia (che è di plastica flessibile), il piccolo cilindro schiaccerà il bottone, scattando la foto.

Leave a Reply