Home
Accesso / Registrazione
 di 

DIY IPTV utilizzando VideoLAN (VLC & VLS)

DIY IPTV utilizzando VideoLAN (VLC & VLS)

VideoLAN è un progetto che è stato avviato dagli studenti della École Centrale Paris in Francia. Il software fu rilasciato prima sotto licenza open source GNU General Public ed ora sta continuando ad essere sviluppato da collaboratori mondiali. Originariamente consisteva di due programmi – il VideoLAN Client (VLC) e il VideoLAN Server (VLS). Questi furono uniti più tardi in un unico programma: il VLC Media Player.

VLC può essere usato per eseguire le seguenti applicazioni:

    - Riproduzione di CD, DVD o file audio/video presi da Internet, hard disk e da altri sistemi di archiviazione media.
    - Registrare i materiali audio e video in DVD o in altri sistemi di archiviazione media che usano vari formati di file come WMV, AVI, MPEG-2, MP4, MOV, DivX ,VOB ed altri.
    - Transcodifica di materiale audio e video da un formato audio ad un altro (es. convertire un file VOB da DVD a file AVI).
    - Materiali streaming audio e video in una rete per applicazioni punto – punto che usano l’UDP (protocollo di trasferimento unicast) (es. Videconferenza tra due siti).
    - Materiali streaming audio e video in una rete per applicazioni punto - multipunto che usano l’UDP (protocollo di trasferimento unicast) (es. Sistema IPTV).
    - Video-on-Demand (VOD) applicazione attraverso una rete che usa il protocollo di trasferimento Http.

Parleremo di una delle applicazioni che abbiamo realizzato per il nostro ufficio che è un piccolo sistema IPTV. La fonte del nostro segnale viene da un satellite TV, trasmissione terrestre ed una videocamera CCTV. Questi segnali sono diffusi da video server che sono connessi alla nostra rete e sono ricevuti e decodificati in workstation individuali o laptop mobili.

Sample IPTV System

Come si evince dal diagramma, ogni sorgente di segnale ha un video server corrispondente. Per ricevere il segnale dal satellite, abbiamo usato una scheda DVB-S PCI installata in un video server. Per il segnale di trasmissione terrestre, abbiamo collegato l’uscita audio/video di un sintonizzatore TV ad un’entrata A/V di una scheda video grafica PCI installata in un altro video server. Lo stesso è stato fatto per la videocamera CCTV il cui segnale è stato inviato all’uscita video della scheda video nel terzo server. Tutte le porte ethernet dei video server sono connesse alla stessa rete dove sono connessi anche i client workstation.

Dopo aver connesso tutte le sorgenti di segnale ai video server ed alla rete, il passo successivo è stato quello di trasmettere ogni segnale alla rete. Dal menu file VLC, si seleziona Open Capture Device e poi si controllano gli Stream/Save e i pulsanti Settings per aprire la finestra Stream Output. In questa finestra si clicca su Play locally (se si vuole vedere ciò che si sta trasmettendo) ed il pulsante UDP. Nell’indirizzo IP accanto al pulsante UDP, inserire 224.1.1.1, che appartiene alla serie degli indirizzi IP designati per protocollo di trasmissione selettiva. Si segua la stessa procedura per le altre fonti con il processo di trasmissione selettiva IP - 224.1.1.2, 224.1.1.3 e così via.

IPTV Stream Output

Si può scegliere quale codec e bitrate si preferisce per lo streaming di un programma. Questo dipenderà anche dalla larghezza di banda disponibile che la rete può gestire. Mp4v richiede una minore larghezza di banda rispetto al Mp2v ed è raccomandato per reti a ridotta capacità. Si possono usare anche fonti diverse dalle schede video grafiche o perifiche di cattura video. Se la sorgente deriva dall’hard-disk del video server, si seleziona Open File, mentre se si trova sul lettore DVD si seleziona Open Disk.

Per vedere il programma di trasmissione su un PC client si deve anche installare lo stesso lettore multimediale VLC nel PC. Dal menu File si seleziona Open Network Stream e poi si cerca il pulsante UDP/RTP Multicast. Nel campo IP vicino a questo pulsante si inserisce l’indirizzo IP del programma sorgente che si vuol vedere (es. inserire 224.1.1.1 per guardare il programma trasmesso da quell’indirizzo IP). Per vedere il prossimo programma trasmesso nello stesso PC client si deve inserire 224.1.1.2 e così via. Se si vuol creare una playlist o un elenco di canali dei programmi trasmessi disponibili nel sistema di IPTV scegliere Playlist dal Menu View per aprire la finestra Playlist dove si potranno vedere tutti i programmi di streaming aperti. Scegliere Save Playlist nel Menu Manage e creare un nome di file per la playlist. La prossima volta che si aprirà VLC si potrà accedere alla playlist salvata dal Menu file o dal Menu View. Se si possiede un laptop mobile con VLC installato si può guardare anche il programma trasmesso attraverso un punto di accesso wi-fi che è connesso alla rete.

IPTV udp
IPTV playlist

Ciò di cui abbiamo parlato in quest’articolo è un sistema IPTV molto semplice creato per uso domestico o per piccole esigenze di ufficio. Il lettore multimediale VLC può essere usato anche per sistemi più grandi che girano attraverso una rete WAN. Un servizio VOD (Video on demand) può essere aggiunto usando anche un server SAP e usando il protocollo Http al posto di quello UDP perché deve poter essere spedita una richiesta di ritorno dal client al server SAP per poter selezionare il contenuto video da vedere. Apparecchiature mobili portatili (con il lettore multimediale VLC installato) possono essere usate anche per applicazioni di TV mobili. Anche encoder disponibili sul mercato (con uscita IP) e decoder (con interfaccia IP front-end) possono essere combinati e accoppiati con PC equipaggiati con VLC nello stesso sistema IPTV. Ci sono configurazioni illimitate che possono essere create a seconda dei requisiti e delle risorse disponibili. Si possono cercare consigli sul progetto e realizzazione di questi sistemi sul Forum della VideoLAN.

Leggi la versione inglese: DIY IPTV system using VideoLAN (VLC & VLS) by Diego Villa

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 57 visitatori collegati.

Ultimi Commenti