DIY – Torcia tascabile ricaricabile.

Torcia tascabile ricaricabile DIY

Questo tutorial fai da te permette di creare, seguendo pochi e semplici passaggi, e senza richiedere necessariamente particolari conoscenze approfondite di elettronica, una piccola torcia tascabile e ricaricabile usando solamente una luce a led, che andrà alimentata tramite una batteria, e un piccolo contenitore, ad esempio una scatola delle famosissime mentine tic tac: una pratica soluzione di emergenza adatta ad esempio per le escursioni e per il campeggio.

Vediamo allora, passo per passo, come eseguire la realizzazione di questo progetto DIY.

Materiali necessari per costruire la torcia tascabile ricaricabile

Ecco che cosa occorre procurarsi:

– Filo di rame
– 4 magneti in terre rare
– 4 diodi
– Resistenza (22 ohm)
– Luce led bianca
– Un piccolo interruttore
batterie ricaricabili
– Una penna a sfera
– Un contenitore per mentine trasparente tipo caramelle tic tac
– Colla

Costruire il tubo magnetico

Partiamo da quello che è probabilmente l’aspetto più difficile: il tubo per i magneti. Questa parte può essere creata usando diversi oggetti: la penna si presta particolarmente bene al progetto perché i magneti entrano perfettamente nel tubo cavo. Tagliare il tubo ad una lunghezza leggermente minore della scatola di tic tac. Unire i 4 magneti tra di loro e inserirli nel tubo.

Incollare le estremità facendo attenzione a non far ricadere la colla sui magneti.

Avvolgere la bobina

Creare una fessura ad una delle estremità.
Lasciare circa 7 cm di filo di rame al di fuori della fessura e prestando attenzione avvolgere la bobina.
Questa è la parte più delicata dell’intero progetto: è possibile a tal proposito trovare diversi suggerimenti in internet su come effettuare questa operazione riducendo gli errori ma di sicuro il consiglio migliore è di procedere con attenzione e lentamente per ottenere un avvolgimento il più aderente e stretto possibile..

Modificare il contenitore delle tic tac per creare la torcia

Ora andiamo a predisporre la struttura del corpo centrale della piccola torcia.
Togliere la parte superiore della scatola (quella non trasparente e con la linguetta di apertura).
Tagliare circa 0,5 cm della parte inferiore e creare in quella restante un foro grande abbastanza per accomodare la piccola luce a led bianca.
Incollare saldamente sotto questa parte il piccolo interruttore.

Togliere la parte superiore della scatola (quella non trasparente e con la linguetta di apertura). Tagliare circa 0,5 cm della parte inferiore e creare in quella restante un foro grande abbastanza per accomodare la piccola luce a led bianca. Incollare saldamente sotto questa parte il piccolo interruttore.

Il circuito

Ecco uno schema lineare del circuito per la torcia tascabile e ricaricabile.
I diodi che sono stati scelti per il progetto hanno una parte centrale nera e una piccola striscia argento: quest’ultima indica l’estremità positiva del diodo.
Un regola da tenere a mente è di rivolgere questa striscia grigio argento verso il polo positivo della batteria che si usa.
Il simbolo del diodo corrisponde ad una stella con una linea sulla punta: la punta della stella in questo modo sembrerà puntare proprio l’estremo positivo della batteria e la linea rappresenta in sostanza la striscia grigia del diodo.

Ecco uno schema lineare del circuito per la torcia tascabile e ricaricabile. I diodi che sono stati scelti per il progetto hanno una parte centrale nera e una piccola striscia argento: quest’ultima indica l’estremità positiva del diodo. Un regola da tenere a mente è di rivolgere questa striscia grigio argento verso il polo positivo della batteria che si usa. Il simbolo del diodo corrisponde ad una stella con una linea sulla punta: la punta della stella in questo modo sembrerà puntare proprio l’estremo positivo della batteria e la linea rappresenta in sostanza la striscia grigia del diodo.

Assemblaggio finale della torcia tascabile

Ovviamente il tutto va saldato e la scatola va richiusa con il coperchio superiore, collegato al circuito.
E’ importante che il coperchio venga incollato in maniera stabile e ben ferma.
Si può anche concludere con tocchi estetici come ad esempio colorare la scatola, ovvero il corpo della torcia.

One Response

  1. Alettronic 8 marzo 2010

Leave a Reply