Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il Dr. Alessandro Verl riceve lo ‘Iera Award’

Il Dr. Alessandro Verl

L'8 giugno durante la Cena di Gala del Simposio Internazionale sulla Robotica ISR 2010, in collaborazione con la Conferenza tedesca in materia di Robotica Robotik 2010 il Dr. Alessandro Verl riceve lo ‘Iera Award’ per il suo progetto :

"Inline Measurement Robots - Robots Get the Precision for Car Body Inspection“

che ha lo scopo di controllare la qualità della Realizzazione di un Automobile.

La IEEE Robotics and Automation Society (RAS IEEE) e la Federazione internazionale della robotica (IFR) sono lo sponsor comune dell’ Invention & Entrepreneurship Award (Iera Award). Lo scopo di questo premio è quello di evidenziare i risultati conseguiti e spingere gli imprenditori a trasformare le idee dei Ricercatori in Prodotti Reali.

Per controllare la qualità del Prodotto Finale, in questo caso un Automobile, è necessario ‘Ispezionarla’. La domanda di Robot Ispezionatori, è iniziata da circa 10 anni ed è continuamente aumentata. Prima del loro avvento le carrozzerie erano ispezionate tramite sensori laser posizionati , in maniera fissa, lungo la linea di produzione.

L’ utilizzo di un Robot – Ispezionatore consente una maggiore flessibilità e riduce anche il numero di sensori necessari. ‘The flexible in-line measurement system’ (FIMS il Sistema di Misurazione Flessibile) cerca quindi di correggere gli errori che si verificano durante il processo di fabbricazione. L’elemento fondamentale del FIMS è una sfera in fibra di carbonio.

La maggior parte delle case automobilistiche hanno introdotto importanti applicazioni della FIMS nelle loro linee di Produzione.

Fonte Ieee-ras.org

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti