Ecco come mantenere il mouse in movimento!

Ecco come mantenere il mouse in movimento!

Se vi hanno imposto di usare lo screensaver con richiesta della password e non volete dover reinserire la password ogni volta che vi alzate dalla vostra postazione ecco la soluzione che fa per voi.

 

Homer Simpson non è un lavoratore esemplare ma a quanti a cui viene imposto sul posto di lavoro di usare lo screensaver con password non da fastidio dover reinserire la password tutte le volte pur sapendo che si tratta di una precauzione inutile? Se lasciamo il computer in balia di se stesso l’ultimo dei problemi e superare la password…

Vediamo allora come realizzare un sistema automatico per il movimento del mouse in nostra assenza per evitare l’avvio dello screensaver. Eventuali usi improprio alla maniera di Homer Simpson non sono responsabiltà dell’autore… 

Una prima soluzione, già proposta in un altro articolo per altro uso, potrebbe essere quella di mantenere sempre in pressione un tasto della tastiera, ma non è di certo la soluzione migliore in questo caso.

In alternativa si potrebbe intervenire via software parlando con l’amministratore di sistema o giocando con i registri del sistema operativo ma noi vogliamo una soluzione hardware, perchè ci piace giocare con i microcontrollori! Vediamo allora come mantenere in movimento il mouse per evitare di far partire lo screensaver usando Arduino.

La struttura del sistema è riportata in figura sotto.

Per il progetto occorrono:

Il principio di funzionamento è molto semplice: Un semplice programmino scritto in C per arduino attiva con un opportuno intervallo di tempo, definito in base al tempo di attesa per l’avvio dello screensaver, il servo sistema di controllo che fa muovere il mouse opportunamente alloggiato in un contenitore che non lo faccia muovere troppo. Il segnale per pilotare il servo sistema è generato da Arduino in base al programma C scritto da noi. L’alimentazione è USB tramite apposito cavo di conversione seriale-USB. Se non si vuole comprare una scheda Arduino completa è possibile costruirne una compatibile seguendo un precedente articolo di questo sito.

Un possibile miglioramento, dal punto di vista energetico, potrebbe consistere nell’usare lo sleep mode di Arduino per ridurre drasticamente il consumo, comunque già molto ridotto, del sistema potendo utilizzare una batteria di alimentazione invece della alimentazione via USB.

Su youtube possiamo vedere il sistema in azione.

Tutto sommato con tale sistema non violate i vincoli di sicurezza imposti, poichè lo screesaver è impostato con richiesta password, ma si ovvia ingegnosamente al problema nel rispetto delle regole

Magari è una soluzione un pò drastica ad un problema tollerabile ma di certo ha il suo stile 

13 Comments

  1. Berni 4 agosto 2011
  2. 0x00 19 settembre 2011
  3. 0x00 20 settembre 2011
  4. 0x00 20 settembre 2011
  5. Berni 26 luglio 2011
  6. Emanuele 26 luglio 2011
  7. Berni 26 luglio 2011
  8. Emanuele 26 luglio 2011
  9. Berni 26 luglio 2011
  10. Berni 26 luglio 2011
  11. Emanuele 26 luglio 2011
  12. Bazinga 27 luglio 2011
  13. LoryD 27 luglio 2011

Leave a Reply