Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ecco perché i cavi HDMI sono tutti uguali

Scegliere il cavo HDMI

Volete sapere tutta la verità sui cavi HDMI? La tecnologia d’avanguardia a portata di tutti ha sicuramente il grande merito di essere accessibile su larga scala ma incrementa notevolmente il rischio di truffa. Quando il commesso del negozio di informatica di turno ti vende insieme alla tv nuova un cavo HDMI costoso dietro la promessa di immagini perfette come dire di no? Chi comprerebbe una tv al LED, magari 3D, per poi rischiare di avere immagini dalla qualità scadente per risparmiare su un cavo? Non lasciatevi convincere: volete sapere qual è la differenza tra un cavo Monster e un cavetto da pochi euro con la busta impolverata nascosto nell’ultimo ripiano dello scaffale di uno di questi grandi megastore dell’informatica? Praticamente nessuna, facciamocene una ragione.

Sicuramente storceranno il naso i fanatici che si sfregano le mani prima di aprire la confezione di un cavo HDMI con i contatti in oro, ma purtroppo per loro la situazione dal punto di vista tecnico è questa: 7 euro o 100 euro, la prestazione è sempre la stessa, almeno per quanto concerne l’ambito domestico. Nessuna differenza di grafica visibile ad occhio nudo: al massimo si può constatare una migliore schermatura e una maggiore durevolezza e resistenza all’usura del cavo in quanto tale (ma da questo punto di vista è chiaro che 14 cavi da 7 euro dureranno più a lungo di uno da 100). E poi ci si lamenta che Apple abbia lobotomizzato le persone...

Dopo aver illustrato in precedenti articoli come funzionano i cavi HDMI e dopo aver sfatato le ipotetiche differenze di qualità basate sul costo, è arrivato il momento di tirare le somme riepilogando le conclusioni precedenti e chiudere il cerchio e di spiegare perché i cavi HDMI sono tutti uguali.

Come funzionano i cavi HDMI: nozioni base

Partiamo dalla terminologia: HDMI sta per High-Definition Multimedia Interface, interfaccia multimediale ad alta definizione. In questa definizione è riassunta lo scopo del prodotto: garantire una connessione digitale in grado di trasmettere segnale video in alta definizione e audio ad alta risoluzione con un unico cavo. Si usano dunque due cavi in meno rispetto al tradizionale segnale analogico.

Digitale, non analogico

Segnale digitale

Fondamentale punto di partenza su questo argomento è sapere che i cavi HDMI trasmettono segnali digitali sottoforma di impulsi di tensione che poi vengono tradotti in 0 e 1 (numeri binari) dallo schermo HD. Insomma, il segnale digitale, o arriva nella sua qualità migliore oppure non arriva affatto. La perdita di qualità è un problema che riguarda i segnali analogici, come infatti avviene per il cavo dell’antenna TV e la presa scart. Questo toglie ogni dubbio sulla possibile differenza di grafica tra un cavo HDMI economico ed uno notevolmente più costoso. Come abbiamo accennato sopra l’unica differenza tra un cavo premium ed uno no-brand può essere la qualità del materiale usato: spendere di più per un cavo HDMI può essere dunque conveniente solo nel caso in cui esso venga usato per dispositivi mobili, ad esempio una videocamera digitale.

In questo caso infatti è presumibile che il cavo venga staccato e attaccato di continuo e quindi rischi di rompersi più facilmente: stiamo dunque sempre parlando di una questione di qualità del materiale che giustifica il sovrapprezzo e non di ottimizzazione del segnale. Un cavo HDMI economico, qualora non sia difettoso (ipotesi peraltro meno comune di quanto si voglia far credere), che rispetti le specifiche richieste garantisce la stessa qualità di immagine di un modello costoso. Questo vale soprattutto per cavi non troppo lunghi: al di sotto dei dieci metri non sorgono problemi per il mantenimento del segnale e non ci sono interferenze di attrito o altro nel conduttore fisico.

Cavo HDMI da 240/480 Hz?

Molti produttori di cavi HDMI inseriscono nelle confezioni del prodotto la specifica 240/480 Hz: è un riferimento assolutamente improprio. La velocità di refresh di una tv non ha assolutamente nulla a che vedere con il cavo HDMI: per dirla in termini semplici la prima si determina una volta che il segnale è già arrivato a destinazione, non importa quale strada esso abbia seguito. Faccio un esempio banale ma emblematico: la scelta di un tubo per innaffiare non dipende dal fatto che si tratti di aiuole erbose o di campi di terra coltivati. Stesso discorso per etichette con scritto “3D”: un qualsiasi cavo HDMI ad alta velocità è in grado di trasportare segnali 1080p (inclusi 3D).

Ma allora cosa bisogna leggere sulle etichette per scegliere?

Gli unici parametri che contano sulle etichette delle confezioni sono standard-high speed, Ethernet (per la trasmissione non solo di segnale video e audio ma anche della connessione di rete), Audio Return Channel (per ridurre il numero di cavi necessari in caso di tv con supporto ARC) e infine Automotive (nel caso di impianti di Car Entertainment).

I connettori del cavo HDMI: vale la pena scegliere quelli placcati in oro?

Connettore in oro

Aldilà del prezzo un punto su cui riflettere quando si acquista un cavo HDMI è la forma e il materiale del connettore (ed è casomai questo che può fare la differenza con cavi troppo scadenti). I connettori snodabili ad esempio sono quelli che si rovinano più velocemente. Quelli ad angolo invece possono risultare scomodi se si hanno problemi di spazio. Molti dei cavi HDMI di marca giustificano il prezzo per la presenza di connettori placcati d’oro. Servono a qualcosa? Non si tratta solo di un vezzo estetico: l'oro infatti trasmette gli impulsi elettrici meglio di molti altri metalli (incluso il rame). Proprio per il discorso che facevamo prima però, legato al fatto che parliamo di un segnale digitale, questo dettaglio non è altro che uno specchietto per le allodole, volto a giustificare il prezzo maggiorato. Peraltro se il connettore sull'apparecchio e' stagnato, usare un cavo HDMI con terminale in oro, alla lunga può perfino essere dannoso: il contatto tra i due materiali diversi infatti può comportare una reazione chimica in seguito all’ossidazione del secondo metallo. La conseguenza sarebbe l’aumento della resistenza di contatto. Certo si tratta di un’eventualità remota, che potrebbe verificarsi anche dopo anni, ma è comunque uno spunto per riflettere sulle “bugie” del mercato. Non è tutto oro quello che luccica!

E allora perché pagare di più?

Chiudiamo con l’ultimo escamotage usato per giustificare il prezzo più caro (quest’ultimo peraltro comune un po’ a tutti i dispositivi tecnologici in genere): la garanzia di dieci anni! Peccato che probabilmente la sola garanzia vi costerebbe quanto il prezzo della versione aggiornata del prodotto nuovo che uscirà tra un decennio! E allora perché pagare di più? Per ignoranza. Questa è l’unica risposta possibile. Badate bene che non vuole essere offensiva e si riferisce proprio alla “non consapevolezza”. Del resto è proprio su questa che puntano produttori e venditori: ormai chi compra un cavo HDMI non è necessariamente un esperto di tecnologia ma un semplice consumatore che ha acquistato una tv, un decoder, un lettore blu ray e così via

E tu, il cavo HDMI, quanto lo hai pagato?

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Fabrizio87

Io con quei cavi HDMI

Io con quei cavi HDMI direttamente dalla Cina e il loro costo tutto compreso oscilla tra 50 centesimi e un euro l'uno, ormai ne ho comprato più di un centinaio tra tutto sia permesso di aprire amici di quelli ch'io date in giro e non ho mai avuto nessun problema e nessun ritorno negativo da questi Cavi.

Inoltre necessario ritenere che il protocollo usato dalla trasmissione HDMI,
sia livello fisico già per se è molto robusto visto i livelli di corrente e di tensioni usate,
ma per di più a livello logico vengono aggiunte i necessari bit di correzione usando lo stesso standard che usa DVB.

Ma queste come tutte le cose,
io ho una macchina fiat stilo per andare all'università,
C'è sempre qualcuno che mi dirà che ci arriverò più veloce con una superstarCar,
Anche tenendo conto del fatto che tutto il percorso limitato 50 Km/h e pieno di autovelox.

ritratto di LoryD

I cavetti hdmi hanno portato

I cavetti hdmi hanno portato un bel business e molti se ne sono approfittati. Ottimo articolo, le considerazioni da fare sono proprio sulla durata della guarnizione del connettore, il resto è fuffa mangiasoldi. Provate a chiedere al commesso del megastore

ritratto di franco_c

Io l'ho pagato 15 euro molto

Io l'ho pagato 15 euro
molto resistente ma sono sempre piu convinto che il costo sia esagerato e che con 15 euro ne compravo una busta da 10
ma andavo di fretta e probabilmente avrei speso piu di benzina a cercarne uno piu economico

ritratto di divivoma

Anch io purtroppo ne ho

Anch io purtroppo ne ho comprato uno a 12 € o poco piu ..mi serviva per la Xbox...
ad ogni modo articolo Sacro Santo in quanto bisogna diffondere la verità dietro alle menzogne nascoste dai venditori affamati..soprattutto per noi dell'Open Source è più che un dovere!!
Anch 'io mi son sempre chiesto..ma perchè i cavi in oro costano cosi tanto ?!?! e poi che spreco...in mente avevo sempre la formula della lunghezza d'onda.. lambda=c0/f*sqrt(eps) e quindi salvo di non metterci cavi fatti non di rame ma di chissà cosa le perdite nel mezzo conduttore dovrebbero essere molto basse !! la lunghezza può influire qualcosa se comincia ad essere più piccola di lambda (riflessioni ad esempio) ma credo che non sia questo il caso perchè per andare sotto 1 metro bisogna superare i 300MHz nel vuoto( per fare un conto veloce )..e non mi sembra che le frequenze siano superiori a quest'ultima giusto?

ritratto di Fabrizio87

in realtà nel nuovo standard

in realtà nel nuovo standard HDMI 1.3 la frequenza di banda arriva fino 340 MHz,

ritratto di ddepaoli3

4 euro!

L'ho pagato 4 euro in fiera dell'elettronica. Ho dovuto cercare molto per trovarlo a 4 euro, ma li comunque i prezzi di un cavo hdmi non superano mai gli 8 euro, e se costa piu di 10 allora sono 10 metri di cavo!

ritratto di bepi123456

Ahahah ne ho lette tante di

Ahahah ne ho lette tante di ca##ate ma questa le batte tutte!!!
Stando al tuo ragionamento allora anche tutti i cavi di rete sono uguali e anche tutte le antenne...tranto trasmettono sono delle stringhe di 01010010 cosa vuoi che cambi?!?!?
:)
beata ignoranza...

ritratto di Emanuele

Gli articoli andrebbero letti

Gli articoli andrebbero letti prima di arrivare a conclusioni affrettate!

Caro bepi123456 (?)
non mi sembra nessuno abbia parlato di antenne ed a proposito dei cavi di rete, in questi ultimi la distanza è un fattore determinante (ed in fatti nell'articolo se ne parla).

Il punto è che sui cavi hdmi c'è molta speculazione, queste differenze (le differenze ci sono se hai letto bene l'articolo) non sono tali da giustificare costi anche 10 volte superiori.

Per un uso domestico (99%) si può tranquillamente affermare che i cavi hdmi sono tutti uguali.

Posso anche indicarti dei link di alcuni siti (piu autorevoli del nostro)
che hanno fatto la prova con piu cavi
http://www.popularmechanics.com/technology/gadgets/tests/4235717
http://pcworld.about.net/magazine/2309p111id121777.htm

....e dai, che la sconfiggiamo questa "beata ignoranza"

ritratto di LoryD

Se pensi che un segnale

Se pensi che un segnale digitale possa vedersi distorto con le righe come facevano i vecchi televisori, beh allora hai ragione, "beata ignoranza"

ritratto di valeriot90

Quale articolo hai letto????????????

Ma hai letto bene l'articolo?
Mi pare che vi sia scritto:
"Molti dei cavi HDMI di marca giustificano il prezzo per la presenza di connettori placcati d’oro. Servono a qualcosa? Non si tratta solo di un vezzo estetico: l'oro infatti trasmette gli impulsi elettrici meglio di molti altri metalli (incluso il rame)."

"7 euro o 100 euro, la prestazione è sempre la stessa, almeno per quanto concerne l’ambito domestico. Nessuna differenza di grafica visibile ad occhio nudo: al massimo si può constatare una migliore schermatura e una maggiore durevolezza e resistenza all’usura del cavo in quanto tale (ma da questo punto di vista è chiaro che 14 cavi da 7 euro dureranno più a lungo di uno da 100)."

"la garanzia di dieci anni! Peccato che probabilmente la sola garanzia vi costerebbe quanto il prezzo della versione aggiornata del prodotto nuovo che uscirà tra un decennio!"

"L’oro ed il prezzo sono specchi per le allodole quindi? A me sembra proprio di si, ma ovviamente sono disposta a cambiare idea con spiegazioni convincenti."
Invece di criticare dai una spiegazione convincente, magari convinci anche me...

ritratto di F

Vero vero

e invece è proprio così! non c'è differenza di qualità di segnale tra un hdmi da .50 € e uno da 100 € se non la durata.
x caso bepi123456 hai un negozio di elettronica?

ritratto di bepi123456

mi spiace per te ma non ho un

mi spiace per te ma non ho un negozio di elettronica...
...sono solo un informatico che non parla a vanvera o per sentito dire o per fare quello che ne sa piu' degli altri, ma perche' a volte non ne posso piu' di leggere cosi' tanto pressapochismo in internet...tutto qua

ritratto di linus

mi sembra

Mi sembra che il prezzo di questi cavi sia paragonabile a quello dei cavi audio dove molti commercianti ci marciavano di brutto con tanta filosofia audiofila che ne giustificava il prezzo, ovviamente, vi sono cavi di scarsa qualità che costano poco, e vi sono cavi spacciati come high-end che costano cifre spropositate. Tempo fa ho avuto l'opportunità di provare alcuni cavi RF di diverse qualità, ma le differenze sostanziali si sentivano superando i 60 metri, probabilmente con una strumentazione adeguata la differenza era percepibile ben prima dei 60 metri, ma per l'uso a cui era preposto non introduceva particolari problemi il cavo da 20 centesimi che sicuramente aveva maggiori perdite dal cavo di 4 euro al metro. In ogni cosa, la virtù sta sempre nel mezzo, se pago pochi euro avrò una qualità da pochi ero, ma ciò non vale per il contrario quando pago un cavo quasi 100 euro probabilmente oltre al cavo pago la pubblicità di un marchio considerato il migliore nel mercato più le percentuali alte dei passaggi dal produttore al consumatore.

ritratto di Fabrizio87

In realtà il prezzo non è per

In realtà il prezzo non è per forza indicativo della qualità,
Esiste anche perfino il contrario dove una cosa che costa poco e di miglior qualità che quella di costa di più,

Questo soprattutto vero nel settore dei servizi,
Io ad esempio ho un medico che in privato costa pochissimo me fa migliore lavoro dei suoi colleghi strapagati, è convinto che la medicina è un bene per tutti non deve farci speculazione sopra,
ma questo è un caso molto raro e non devo tenere stretto.

ritratto di Raffaele Maddaloni

Qualità dei cavi HDMI

Cari colleghi, sono un audiofilo autocostruttore, di vecchia data, sono anch'io convinto che spendere tanto abbia poco senso, ma vi garantisco che la differenza sonora fra un cavo e l'altro esiste, ed è qualitativa: ambienza, tridimensionalità della scena acustica, presenza di dettagli, purezza del suono, possibilità di discriminare i singoli strumenti, specie nei pieni orchestrali, dolcezza del suono senza riduzione della sua definizione etc, tutti elementi realmente riscontrabili tra un cavo audio ed un'altro, basta essere attenti ed avere un buon udito allenato, ed ascoltare ad occhi chiusi un cavo rispetto ad un'altro per apprezzarne le fini differenze. In ambito video è esattamente la stessa cosa, anzi prima di parlare di cavi HDMI provate ad osservare la differenza fra un vecchio decoder SKY, marca PACE ed i nuovi Thomson, su di un buon televisore che abbia tecnologia LED, la differenza è fin troppo evidente, le immagini si commentano da sole, se poi usate un cavo scadente...... basta guardare i colori che si appiattiscono e si trasformano. Un suggerimento, per migliorare la qualità dell'immagine, montate una buona parabola da 80 su di un supporto solidissimo (che non oscilli al vento neanche di qualche decimo) noterete un immagine in HDMI sicuramente più definita e performante, i vostri occhi vi ringrazieranno, ed il decoder dovrà correggere meno errori di ricezione, un Saluto a voi tutti ELETTRORAFF

ritratto di bepi123456

se mi dici che su cavi hdmi

se mi dici che su cavi hdmi da 30cm uno da 10 euro e uno da 100 euro probabilmente funzioneranno bene entrambi posso essere d'accordo...
ma non e' possibile dire che siano uguali solo perche' trasportano un segnale digitale!

Non rispondo a LoryD che dimostra solo ristrettezza di vedute per una battuta facile.

Vi posso assicurare per esperienza avuta in questi anni che anche solo la qualita' meccanica del connettore (non parlo di placcature esotiche o altro ma proprio delle tolleranze nell'aderire alle specifiche costruttive del connettore) cambia molto e puo' fare la differenza tra l'avere o meno problemi di segnale che va e viene.

Tanto per dirne una sull'hdmi, tra i segnali digitali (che sono molto piu' sensibili ai disturbi o alle latenze dei segnali analogici) che girano sull'hdmi il principale e' il prodocollo hdcp che e' estremamente rigido in termini di latenze e puo' essere responsabile di una continua rinegoziazione tra sorgente video e tv e quindi di un segnale video incostante...

Detto questo probabilmente con un cavo hdmi da 30cm cinesissimo pagato 1 euro probabilmente nell'80% dei casi non avrete problemi ma sara' molto piu' soggetto ad eventuali problematiche anche solo per piccoli movimenti del cavo o dei connettori...

Questo non giustifica il pagare un cavo 100 euro...ma caspita, vie di mezzo no?!?!?

ritratto di Emanuele

@bepi123456

Ribadisco, forse non hai letto bene il post! (o quanto meno fino alla fine)

se mi dici che su cavi hdmi da 30cm uno da 10 euro e uno da 100 euro probabilmente funzioneranno bene entrambi posso essere d'accordo...

Appunto di questo stiamo parlando, per un uso domestico

ma non e' possibile dire che siano uguali solo perche' trasportano un segnale digitale!

Infatti non è stato detto, ma è sicuramente UNO dei MOTIVI. (vedi commento di LoryD)

Vi posso assicurare per esperienza avuta in questi anni che anche solo la qualita' meccanica del connettore (non parlo di placcature esotiche o altro ma proprio delle tolleranze nell'aderire alle specifiche costruttive del connettore) cambia molto e puo' fare la differenza tra l'avere o meno problemi di segnale che va e viene.

Appunto, come detto nell'articolo

Detto questo probabilmente con un cavo hdmi da 30cm cinesissimo pagato 1 euro probabilmente nell'80% dei casi

diciamo 99% per un uso domestico

non avrete problemi ma sara' molto piu' soggetto ad eventuali problematiche anche solo per piccoli movimenti del cavo o dei connettori...

Infatti :)

Non puoi estrapolare una frase, renderla assoluta e poi dire che è una ca**ata!

Per il resto ti ringrazio di aver condiviso la tua esperienza sui cavi hdmi.

ritratto di Edi82

bepi123456, penso che le

bepi123456,

penso che le risposte date da persone estremamente competenti che scrivono su Elettronica rendano vano il mio intervento, con il quale tuttavia voglio ringraziarti per aver dato un po' di brio alla discussione e per avere dato per l'ennesima volta la conferma della democraticità di un mezzo come internet, che permette anche a chi legge superficialmente un articolo ed esprime il proprio parere in modo impulsivo, di perseguire la sua eterna lotta contro la 'beata ignoranza'.

ritratto di Senior Engineer

Trovo questo articolo un po'

Trovo questo articolo un po' superficiale, per usare un eufemismo.

C'e' un errore madornale, da quando la resistivita' dell'oro e' piu' bassa del rame (volendo tradurre "trasmette gli impulsi meglio"... cosa priva di reale senso tecnico) ?
(da wikipedia)
Materiale Resistività (Ωm)
Argento 1,62 × 10-8
Rame 1,69 × 10-8
Oro 2,35 × 10-8
Alluminio 2,75 × 10-8

La ragione per cui si usano contatti dorati e' il fatto che l'oro ha una bassissima reattivita' che lo rendono inattaccabile praticamente da ogni agente chimico.
Tutto il trafiletto sul contatto tra contatto stagnato e oro e' privo di alcun fondamento scientifico.

Per la questione del cavo, manca la precisazione che il cavo deve avere capacita' distribuita sufficientemente bassa da non deformare i segnale digitali, nominalmente ad onda quadra, ma che dopo aver attraversato un cavo inadeguato puo' essere deformato al punto tale da essere irriconoscibile.
Su alcuni cavi e' specificata una frequenza (in MHz) volendo indicare fino a quale frequenza il cavo dovrebbe funzionare bene.

Noi lettori promettiamo di leggere bene quello che scrivi, ma tu scrivilo bene, magari documentandosi meglio e e giustificando le affermazioni che fai.

Carlo

ritratto di Emanuele

@Carlo

Vorrei prima di tutto chiarire una cosa, qui non ci sono professori, ne scienziati e nemmeno sorsaputi (a Roma si dice anche cosi :)

Scriviamo articoli tecnici, nati dalla nostra esperienza, dalle nostre prove, dalle nostre ricerche teoriche e sul campo.
La possibilità di inserire commenti non è un invito a criticare (sia nel bene che nel male) ma una vera e propria richiesta di partecipazione all'argomento dell'articolo.

Piu ci confrontiamo e piu il know-how aumenta, oltre al piacere di condividere idee ed opinioni con persone veramente squisite (la maggior parte dei frequentatori di questa community)

Caso strano le polemiche vengono fatte sempre da utenti anonimi (non verificati)! Noi ci mettiamo la faccia perche crediamo in quello che diciamo ed a volte sbagliamo anche, e spesso ce lo fate notare e fate bene, sempre.

Quello che invece trovo inutile sono attacchi gratuiti ad una frase o un articolo senza prospettiva di crescita ne per la discussione ne per gli utenti stessi

Ora veniamo al post, vero quello che dici sulla resistività, ma non si parla di resistività nel post, la frase "l'oro infatti trasmette gli impulsi elettrici meglio di molti altri metalli (incluso il rame)" potrebbe essere soggetta ad interpretazione, ma siccome non sono un politico, ti do ragione e dico che avrebbe potuto essere approfondita meglio. Ma il punto non è questo!

Quì non stiamo sindacando una singola frase, anche se posso solo ringraziarti di averci ricordato le conducibilità, qui la domanda da porci è:
E' giusto o no pagare un cavo HDMI dieci volte di piu?

Ti invito comunque a leggere questo post
Why do gold and tin contacts make a difference? Isn't gold better?

ritratto di giulianol

Per la cronaca ...

@ Senior engineer

Solo per la cronaca, riguardo a "Tutto il trafiletto sul contatto tra contatto stagnato e oro e' privo di alcun fondamento scientifico."

Trattasi di fenomeno noto come Corrosione galvanica o Elettrochimica (vedere Wikipedia per approfondimenti) quindi non direi che è "privo di alcun fondamento scientifico".
Ovvio è che il fenomeno si presenta solo in caso di ambiente umido dato che è necessario un elettrolita tra i due metalli.

ritratto di Fabrizio87

in realtà molte persone

in realtà molte persone vivono in ambienti umidi e spesso con l'umidità è accompagnato da sale marino,
Io ad esempio tipico ad 1 km dalla costa adriatica, l'umidità del mare mi rovina tutto cosa ho in metallo a casa.
Quindi il fenomeno di ossidazione è la cosa molto comune casa mia.

nella fattispecie metà della popolazione italiana abita in riva al mare.

Comunque anche se a casa mia tutto si ossida i cavi ad 1€ ancora effettuano bene il loro lavoro

ritratto di giulianol

Ossidoriduzione non Ossidazione.

mi riferivo al meccanismo di ossido riduzione che avviane tra due matalli di diversa nobiltà (vedere classi di nobiltà) posti a contatto in ambiente umido.
In questo caso avviene un trasporto di materiale dal materiale meno nobile a quello più nobile quindi uno dei contatti si "distrugge".

Da Wikipedia "Il meccanismo della corrosione galvanica o corrosione elettrochimica si produce secondo un processo ad umido e si innesca quando due materiali avente un diverso valore di nobiltà (oppure due parti dello stesso materiale esposte a condizioni differenti), vengono posti a diretto contatto (accoppiamento galvanico), in presenza di un terzo elemento (elettrolita)."
...
"I metalli meno nobili (per esempio zinco, ferro, nichel) presentano una maggiore tendenza a corrodersi rispetto ai metalli più nobili (per esempio rame, argento, acciaio inossidabile), per cui mettendo a contatto un metallo meno nobile e un metallo più nobile sarà il metallo meno nobile a corrodersi (fungendo da anodo), mentre il metallo più nobile rimarrà intatto."

qindi l'oro a contatto con lo stagno "distrugge" il contatto stagnato ... l'oro va bene ma per contattazioni oro-oro.

ritratto di Lucacc

vsariate inesattezze...

Ciao,
nell'articolo, secondo il mio parere ci sono alcune inesattezze.
La prima che tengo a segnalare e' che la "placcatura" e' in effetti una elettrodeposizione di una lega d'oro, e la si fa principalmente per proteggere il metallo del contatto dall'ossidazione, essendo l'oro uno dei metalli meno attaccabili e piu' conduttori disponibile.
Non ci sono invece problemi di reazioni di ossido-riduzione, come sembra si intenda nell'articolo, perche' inoltre i contatti sugli apparecchi sono molto spesso anche loro "dorati".
Un valore aggiunto ai cavi e' la buona schermatura, e una buona guaina in gomma resistente nel tempo a variazioni di temperatura, umidita' e agenti chimici.
La schermatura puo' sembrare che non serva, visto che e' comune pensare che un segnale "digitale" sia solo una sequenza certa di uni e zeri. Ma questo non e' per nulla vero, altrimenti non avrebbero ragione d'essere la twistatura nei cavi di rete, la schermatura, lo studio sui materiali isolanti ecc. ecc. oltre ai protocolli di trasmissione e di controllo e correzione d'errore.
Tutte queste cose hanno inoltre a che fare con la lunghezza del cavo, la scelta dei materiali conduttivi, di quelli isolanti, e la struttura costruttiva del cavo stesso, che portano a parlare di banda passante e conduttivita'.

Ridurre tutta la trattazione su un cavo a due connettori e qualche conduttore qualsiasi fra i due mi pare molto molto riduttivo.

Seppur vero che l'utente medio e' idiota, e' anche vero che l'utente medio merita i costi che lui stesso e' disposto a pagare. L'appagamento non ha prezzo.

ritratto di gianpy

bravo ! finalmente qualcuno

bravo !

finalmente qualcuno che non sola sa quello che dice, ma lo dice quando serve e non aggiunge nozioni inutili e fuorvianti

ritratto di Anonimissimo

Diffondiamo la verita'!!!

Purtroppo ho speso 12.000 euro per un cavo HDMI in oro ricavato dalla pistola del ex dittatore libico, tutto incastonato di pietre preziose. Ora vedo male solo canali video nordafricani Bella fregata mi sono preso!

ritratto di Edi82

Lucacc, l'utente medio non è

Lucacc,

l'utente medio non è idiota come tu pensi, forse preferisce risparmiare quando può, giustamente. Semmai idiota è chi paga un prezzo eccessivo per cose che non hanno senso. Qui si parla di cavi HDMI per TV e consolle, niente di più semplice e dall'utilizzo assolutamente amatoriale. Sfido chiunque, anche te, a provare un cavo da 100 euro e uno da 5 e dimostrare che a video ci sono delle differenze (che poi sono quelle che interessano agli 'idioti' utenti medi). Inoltre, la scusa delle durata nel tempo è proprio iniqua, visto che con le differenze di costo si ammortizzano più acquisti. Poi gli idioti sono ovuqnue, anche tra gli utenti di 'alto livello' :)

ritratto di Lo82

Io non mi reputo un idiota

Io non mi reputo un idiota personalmente per aver speso circa 45€-50€ per un cavo HDMI rivestito in oro.
Premetto, l'utilizzo che ne avrei dovuto fare era puramente amatoriale siccome l'ho impiegato per la trasmissione dati dal lettore blu-ray 3D al TV 3D di casa.
Avevo acquistato un cavo HDMI di costo contenuto, in uno dei tanti negozi di elettrodomestici TV e Hi-Fi, proprio perchè speravo fossero tutti uguali, il risultato è stato quello di vedere tutte le scene ricche di effetti speciali completamente a scatti e senza audio. L'ho cambiato con un altro che utilizzavo per la consolle ma non è cambiato niente.
A quel punto ho pensato di provare a prenderne uno rivestito in oro e da quel momento non ho più visto scene a scatti e senza audio come accadeva con cavi HDMI di bassa qualità.

Io mi informerei bene prima di scrivere castronerie e prima di dare dell'idiota al primo che capita.

Ciao a tutti

ritratto di 12AT7

de cavibus est disputandum

A mio parere, se il cavo non é difettato e da questo siamo tutelati dalla garanzia del venditore, non ci possano essere differenze apprezzabili su lunghezze intorno al metro, e spesso sono inferiori. Generatore oscilloscopio e terminale di impedenza appropriata chi vuole provi, se vinco oscillandia la prova la faccio io! Alle lunghe la differenza la può fare il numero di inserzioni a cui é sottoposto il connettore, ma allora mi preoccuperei più degli apparecchi collegati.

ritratto di linus

ritengo

Ritengo da utente di emcelettronica ingiustificato questo attacco da molti utenti non verificati verso l'articolo di Edi82, è ovvio che l'articolo non è la trattazione scientifica del comportamento dei cavi HDMI e mi sembra che già dal titolo sia significativo, ma vuol essere una sintetica esposizione su ciò che offre il mercato dei cavi HDMI. Lo sappiamo tutti che i terminali non sono in oro, altrimenti costerebbero un capitale essendo questo salito notevolmente in questo ultimo anno e che si tratta di una placcatura superficiale e che inoltre l'oro è meno conduttivo del rame, ma viene utilizzato in quanto non è soggetto come il rame a fenomeni di corrosione. Inoltre, c'è da sottolineare che i cavi a basso costo vengono prodotti in realtà il cui stipendio mensile è inferiore ai 100 euro e quindi il loro prezzo per ovvi motivi risulta molto basso. Sinceramente mi spiace che un confronto e una divulgazione diventi un attacco gratuito verso l'articolista che comunque non merita tutto ciò.

ritratto di Edi82

Grazie per l'intervento

Grazie per l'intervento Linus,

il punto è proprio questo: non si tratta di un compendio sui cavi, ma semplicemente di un tentativo di mettere in luce come le dinamiche commerciali creino delle vere e proprie falsità. Qui mi posso sbagliare linus, ma i cavi costosi non vengono prodotti sempre negli stesis posti?

ritratto di linus

non sempre

Non sempre vengono prodotti negli stessi posti, come molti apparecchi e non solo elettronici vedi gli elettrodomestici (tipo Miele) oppure le auto (BMW, Audi o Mercedes), vi è sempre la fantomatica qualità teutonica dell' HIGHLINE-Series - Goldkabel High Quality Made in Germany ;)

Da ragazzo costatai a malincuore che aperto un TV Grundig, questo era fabbricato in Cina, come credo anche oggi la Bosch si sia rivolta alla Cina visto lo scadimento progressivo della qualità dei suoi prodotti.

ritratto di Emanuele

In genere molte case si

In genere molte case si forniscono dalle stesse fabbriche (spesso in Cina), poi marchiano il prodotto con il logo aziendale, quindi l'acquirente sta pagando anche il brand oltre che il prodotto. In questo prezzo ci sono ovviamente anche i test e le verifiche sul controllo qualità che una casa importante deve necessariamente offrire ai clienti e che invece la fabbrichetta cinese sicuramente non può offrire (es. customer care internazionale).

Questo vale per i semiconduttori (la famosa prima scelta), per gli oscilloscopi, per i cavi e probailmente anche per molti altri prodotti di elettronica consumer.

Per darvi un'idea:
un alimentatore a parete, quelli che conosciamo tutti come caricatori per cellulari, hanno un costo per 1000 pezzi di 1$ cd. ovviamente in versione bulk, senza marca e da certificare Ce in Europa. Ma 1$... provate a comprare al negozio sotto casa solo una spina a parete!

Ora non stupitevi più se lo trovate (gratis) nella confezione del vostro prossimo cellulare :)

Se posso pagarlo 1$ io figuriamoci quanto lo pagano Nokia, Samsung & Co.

ritratto di Emidio 123

Tempo fa, quando l'Hi-Fi era

Tempo fa, quando l'Hi-Fi era SOLO analogica, considerazioni simili venivano fatte per tutti i cavi: da quelli di segnale a quelli di potenza degli altoparlanti. Una ditta pubblicizzo' un cavo di alimentazione che a suo dire (sostituendo l'originale) dava una migliore resa sonora, tutto comprovato da test effettuati e documentati.
L'articolista di una rivista di elettronica commento' la cosa con una osservazione:
" ... figuriamoci la differenza se sostituiamo tutto il cavo che va dal contatore alla presa di corrente che alimenta l'amplificatore" !!!

Ah, il mio cavo da 5 metri l'ho pagato € 7,50

ritratto di Alex Arnz

Ovviamente

Non va sostituito solo il cavo che va dalla presa di corrente all'amplificatore.
Mi pare normale che se uno spende migliaia di euro per un buon impianto, lo posiziona come si deve in casa, arreda la stanza il più compatibile possibile con l'impianto stesso ...
... dicevo, mi pare normale che si sostituiscano anche le prese a muro con qualcosa di più qualitativo e soprattutto che si sostituisca il cavo interno alla parete con un cavo dedicato (e non in condivisione con lavatrici, condizionatori o altra robaccia), di buona qualità.
Il famoso Pirelli Industriale è un cavo che per questo tipo di attività è ottimo. Ben schermato, ha dei fili da più di 6mm quando la maggiorparte delle connessioni tra contatori e pareti vengono fatte con cavi da 2.5 o da 1.5
Ovviamente c'è l'esagerazione.
Sul fatto dei cavi, che siano analogici o digitali, vige sempre la solita regola. Il cavo deve essere innanzitutto fatto bene. Con buoni connettori, dato che alla fine è quello il punto debole. Inutile prendere dei cavi da 200 euro se poi il connettore fa cagare.
Inutile lamentarsi se nel cavetto cinese da 1.5 euro, il connettore balla a ritmo di musica appena aumentate il volume del subwoofer.
Ci vuole misura e capire soprattutto quali possono essere i punti deboli.
C'è differenza tra un cavo digitale ed un altro? Sì. C'è.
Si vede la differenza tra un cavo da 5 euro ed uno da 100?
Dipende. Se il cavo da 5 euro ha la stessa lunghezza di quello da 100 (1.5m?) e se entrambi i connettori sono fatti come si deve e non fanno fatica ad entrare ed al contempo rimangono solidamente fissati alla presa, beh, anche un maniaco dei cavi (analogici) come me, non può che dare ragione.
Se il cavetto fosse ottico, allora ci sarebbero migliaia di considerazioni da fare.
Consideriamo però che si quel popo' di cavi HDMI la maggiorparte della gente ci fa passare la musica in uscita dall'iPod (quindi Mp3 a 96kz) del concerto registrato tecnicamente da schifo di LadyGaga.
Roba che è stata studiata per essere ascoltata con gli auricolari da 10 euro.

ritratto di Edi82

Senior Engineer, tutte queste

Senior Engineer,

tutte queste parole se le porta il vento, perchè quanto tu dici non ha riscontro nell'utilizzo di un cavetto HDMI per vedere un film o per giocare all'xbox..sono sempre più convinta che non venga affatto afferrato il concetto che si vuole esprimere nell'articolo. Se ci sono inasattezze tecniche, come ha ribadito emanuele, è giusto e doveroso farle notare, ma con la calma e la tranquillità che merita un argomento leggero come questo.

ritratto di f88

Può essere vero che la

Può essere vero che la differenza tra un cavo economico e uno costoso è difficile da notare,ma questo non è perchè si trasmettono segnali digitali.
Infatti non è vero che il segnale arriva o non arriva, ma quello che cambia è la probabilità di errore su ogni singolo bit del segnale trasmesso.
Quindi se guardiamo un numero molto elevato di bit con il cavo scadente ne arriverà qualcuno di più errato.
Nonostante questo anche i cavi economici, visto che sono molto corti, forniscono prestazioni, in termini di probabilità d'errore, più che adeguate per l'utilizzo che serve alla maggior parte delle persone.

ritratto di Emanuele

La polemica sembra rientrata :)

Bene,
la polemica sembra rientrata, e la discussione continua ad essere sempre più interessante :)

Sarei felice di sentire testimonianze di altri utilizzatori di cavi hdmi, se avete notato differenze tra cavetti a basso costo e mega-cavi placcati in oro.

Ed anche qualche nozione in più sulla distorsione nel trasferimento di segnale digitale... non mi dispiacerebbe apprendere.

ritratto di Matteo_S

E le riflessioni?

Non sono un utente registrato, ma seguo spesso il blog..
Solo una cosa vorrei che sia più chiara nell'articolo: e le riflessioni sul cavo? Se l'impedenza caratteristica del cavo è un poco diversa da quella standard di 50ohm si avranno delle riflessioni a valle (dovute al rise time e al fall time del segnale ditigale): si potrebbe avere una sovratensione che può danneggiare il ricevitore, la TV in questo caso.. per non parlare di problemi dovuti a costante dielettrica diversa e quant'altro.. però di questo non se ne parla nell'articolo e vorrei sapere come mai.. mi sembra che nell'articolo venga fornita una visione un pò troppo semplicizzata del cavo e dei segnali digitali..

ritratto di divivoma

ciao..se leggi anche tutti i

ciao..se leggi anche tutti i commenti (quando hai tempo ) noterai che anche questo problema è stato messo in discussione non solo nel mio commento ma anche in altri..

Io penso che i commenti devono essere "costruttivi" nel bene e nel male in modo tale che l'articolo si "espanda".. in modo tale che ciascuno di noi possa aggiungere il suo sapere all'articolo preposto...!

Siamo più costruttivi quando postiamo ragà.. diventa tutto più limpido e cristallino da leggere non trovate??

ritratto di f88

Comunque diciamo che la

Comunque diciamo che la distorsione quando si trasmettevano segnali analogici era più critica da risolvere perchè effettivamente quello che arriva è il segnale audio-video che noi dopo guardiamo o ascoltiamo e quindi se veniva distorto si vedeva maggiormente l'effetto.
Nel mondo digitale invece vengono trasmesse delle particolari forme d'onda che sono associate a bit, quindi l'importante non è tanto che la forma d'onda non venga modificata ma che pur venendo modificata sia ancora possibile ricostruire il bit trasmesso a partire da essa.
ora usando un cavo peggiore è più probabile che una forma d'onda venga distorta in modo tale che si sbagli a decodificare un determinato bit.
La domanda che bisogna porsi è quanti errori in più si fanno usando un cavo costoso rispetto ad usarne uno economico?
Nel caso del cavo HDMI usato per trasportare un segnale a brevissima distanza questa differenza non è così elevata e forse molti utenti non noterebbero la differenza.
Poi comunque ognuno fa la sua scelta e decide se vuole spendere qualcosa in più anche per avere miglioramenti molto marginali.

ritratto di Gigione

mia opinione

Ho il piacere di esprimere la mia opinione........a mio avviso spendere 100 euro per un cavetto,bisogna proprio che i soldi puzzino in tasca.Tanto più che non si è neppure a conoscenza in che modo viene costruito,se i collaudi son fatti a spot o completi,se il materiale impiegato è della qualità migliore,il tipo di saldatura che vien fatta sui piedini e se viene certificata,la gomma o plastica impiegata se ha passato collaudi di stress meccanico e termico di laboratorio,se ha la calza come schermatura o la lamina che gira attorno al cavo,quale è lo spessore dell'oro che è depositato sui contatti(ma è solo li l'oro,lungo il cavo c'è un altro tipo di metallo) e sicuramente mi son scordato qualche altro particolare ........ci son tante variabili da accertare,.....che forse costando poco, un cavo hdmi,uno di quei comuni che si trovano in fiera, ha sufficienti garanzie richieste al suo uso.Esistono anche i disturbi che possono influire in vario modo sugli apparecchi di alta fedeltàe sui cavi che di solito vengono tuistati per quel motivo.... spenderne 100 euro per un cavo
........... ma debbo collegarmi lo Space Shuttle?^___^

ritratto di Emanuele

Cavo HDMI a 1650 dollari - WTF

Girando per la rete ho trovato questo interessante post
http://shopsquad.wordpress.com/2011/03/23/hdmibestbuy/

Ora la pagina del cavo hdmi a 1650.99 $ (il WTF) è stata rimossa, ma nei vari store online non è difficile trovare (molti) altri cavetti hdmi con cifre intorno ai 1000 dollari.

Potreste anche "sfoggiarli" come girocollo alla vostra prossima serata di gala :)

ritratto di Fabrizio87

Io l'ultimo cavo più comprato

Io l'ultimo cavo più comprato HDMI di 1.2 m lo pagato 0.75 $ con spedizione compresa ad Hong Kong.
e funziona ugualmente, ma non so se potrò metterlo come una riviera di diamante intorno al collo il giorno del mio dottor di ricerca

Per aggiungere un po' di benzina sul fuoco,
all'epoca della presa scat avevo collegato La nintendo 64 al televisore con del cavo elettrico di una prolunga elettrica, massa con il figlio di terra, il marrone per il video e il blu per l'audio, ha fucilato parecchi anni.

A volte non c'è bisogno di comprare carne di costosi, mai più utile avere un po' d'ingegno e aver visto tanti episodi di mac gyver.

ritratto di linus

lunghezze cavi

Voglio riportare questa tabella relativa alle lunghezze massime espresse in metri relative ai cavi di trasmissione dati digitali elaborati dall'ANIE ovvero la Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche e Elettroniche

Credo che pur con i problemi esposti da alcuni siamo ben lontani dalle distanze massime previste.

ritratto di Anonimastro

Linus, i bus digitali di cui

Linus, i bus digitali di cui parli sono quelli per domotica (versioni obsoletissime peraltro, confluite poi in KNX) e le frequenze massime sono dell'ordine dei 9600 bit per secondo su doppini twistati, al max 38400 bps su cavo schermato.
Niente a che vedere con i 340 MHz di banda del cavo HDMI 1.3 che trasporta un flusso dati fino a 10.3 GBps per i quali distanze di pochi metri sono gia' un record.
Lo standard non specifica una lunghezza massima, ma indica come debbano essere testati i cavi per essere conformi.
Su www.hdmi.org c'e' tutto quello che c'e' da sapere.

Scegliere di usare un cavo certificato significa essere sicuri che tutto andra' bene. Scegliere un cavo non certificato puo' significare che qualche volta va bene, qualche volta va male.
Prego notare che ho detto certificato, non "che costa una cifra esagerata", le due cose spesso si accoppiano, ma sono totalmente disgiunte.

ritratto di Anonimissimo

Commento generico

Mi sono permesso di scherzare nell'anonimato anche se sono anch'io un utente di emcelettronica (cavoli, con l'invito a partecipare allo scambio di idee da "non registrato" avete creato un mostro, e' piu' forte di me!!!! Fermatemi!!!)
La mie fesserie le ho condivise nel tentativo di smorzare i toni un po' troppo accesi.
Sicuramente alcune affermazioni lette in questo articolo, certe distrazioni ed eventuali errori possono aver turbato la sensibilita' di qualcuno.
Probabilmente il titolo non ha aiutato ad apprezzare lo spirito e il vero intento dell'autrice.
Pero' non e' accettabile che in alcuni commenti si insinui quella dannata voglia di insultare chichessia anche se in assenza di volgarita' esplicite, in nome di una pseudo guerra santa contro l'ignoranza che ottenebra "il resto" dell'umanita'.
Auspichiamo tutti una critica sana con scambi di idee e di opinioni per non mettere in inutile imbarazzo moderatori ed articolisti.
E dopo questa paternale lasciatemi sfogare nel mio viscido anonimato:

BUTTA VIA QUEL CE**O DI PC CHE HAI A CASA E COMPRATI UN COMPUTER VERO!!!

THINK DIFFERENT!!!

(Ovviamente scherzo nei toni... ma non nel contenuto... MAC FOREVER!!!)
Salute a tutti!!!

ritratto di Fabrizio87

ma sicuramente un vero conto

ma sicuramente un vero conto computer intendi un computer HP di fabbrica dov'è installato come sistema operativo Linux distribuzione Ubuntu 10.04.
Sicuramente con questo computer cifrari molto di più di qualunque sistema operativo chiuso.

ritratto di Emanuele

Think different

ritratto di divivoma

ahhahah hai veramente il

ahhahah hai veramente il cestino della apple ??
lo voglio anche io !!

ritratto di Emanuele

Perdonami non ho resistito

Perdonami non ho resistito,
comunque per rimaere InTopic:

l'altro giorno sono passato davanti l'Apple Store di Roma Est,
dentro c'erano più omini blu che clienti, ne ho contati fino a 25 (poi ho smesso di contarli), di fuori c'erano 4 bodyguard, probabilmente reduci dal recente assalto all'iphone4s... insomma, ma quanto costa tenere aperto un Apple Store per un giorno???

Come per l'articolo sui cavi, lo stesso vale per i prodotti Apple, non si sta pagando per il prodotto, ma per tutto quello che CIRCONDA il prodotto

Dalla confezione alla pubblicità, dai commessi del negozio ai bodyguard....

Liberi di farlo, ovviamente, volevo solo farlo notare :)

Pur amando alcuni prodotti Apple, potrei anche approfondire alcune teorie secondo le quali Apple (e le aziende simili) hanno impoverito l'umanità e quindi creato la crisi, quella crisi che "ci" assale perche non possiamo permetterci un telefonino da 899 euro e quindi.... siamo poveri
Ma sarei OT, quindi in un altro post, forse.

ritratto di valeriot90

Parole sante!

Parole sante!

ritratto di Fabrizio87

Io questa situazione l'affido

Io questa situazione l'affido piuttosto positiva,
Almeno A apple paga il salario di 25 impiegati,
che questi ultimi tempi avere un lavoro incomincia essere una cosa complicata per noi giovani.

ritratto di valeriot90

Incomincia? Sei ottimista:D

Incomincia? Sei ottimista:D
Off-topic:
Quello che dici è vero, da lavoro a più operai, ma l'economia è cosa ben più complessa. Dando lavoro sfami qualcuno ma produci qualcosa che costa di più e che gente non può permettersi (meno acqusti, meno moneta in circolo, crisi) e fa sforzi pur di averlo (si impoverisce,meno acqusti, meno moneta in circolo, crisi). E' una reazione a catena.

Quello è per così dire, lavoro non produttivo, cioè non crea guadagno ma è solo una spesa (necessaria) per l'azienda.
Per questo la ECB è preoccupata della nostra crisi, mica che noi ci impoveriamo, ma impoveriamo anche gli altri.
Finisco quì perchè altrimenti ne esce un discorso infinito su un topic e un sito che non si occupa di ciò. Spero di aver meglio chiarito cosa volevo intendere.

ritratto di Maxime

PAGA 25 stipendi??????

Caro Fabrizio, che ci siano 25 persone a lavorare perche tu ci passi una o due volte, non significa che siano ASSUNTI...... Puo' benissimo pure essere come accade gia nei centri commerciali, che dopo il secondo weekend, ci ripassi e ne trovi solo 6 di persone..... E' prassi ampiamente diffusa, fare mostra di numerose persone in negozio....per poi ridurne a poche unita' in qualche settimana....
Se c'e un attivita' a bassa durata temporale e' proprio il lavoro in un centro commerciale o grande store.....
Servirebbero solo piu giovani che invece di aspettare lo stipendio da qualcuno, si decidesse di mettersi in proprio e costruisse qualcosa...... Invece in Italia si corre sempre dietro a farsi mantenere senza dover avere responsabilita' e idee.....

ritratto di Fabrizio87

chi posso solo rispondere che

chi posso solo rispondere che io personalmente ci ho provato ad aprire un'azienda SRL,
visto che ormai come va l'economia e l'unica cosa che posso aprire senza mettermi subito in debito con tutti e con me stessa.
tengo a precisare che arrivo come capitale d'inizio personale da solo 15'000 € ben più che il capitale minimo richiesto mi hanno talmente rotto tra documenti amministrativi, ove si corresse e tutte le seghe possibili immaginabili.

alla fine ho lasciato perdere o detto ai miei amici che volevo assumere di trovarsi un lavoro che io a quel ritmo non voglio fare l'imprenditore.

alla fine visto come vanno gli appalti in Italia mi sa che ho fatto bene a scegliere la via dell'Università.

solo per darvi un'idea per un contratto di manutenzione annuale 25'000 mi sembra dovevo dare una bustarella 10'000 a chi gestiva l'appalto.

ritratto di Anonimissimo

Puffi e gorilla all'Apple Store di Roma!!! Super OT!!!

Beato te che hai l'Apple Store nella tua citta' anche se c'hanno messo i puffi al posto dei commessi.

Ad un caro amico che m'ha chiesto cosa ne poteva fare del suo vecchio iMac ho consigliato di usarlo come riparo per le galline. Mi ha insultato malamente. Anche l'idea del cestino comunque non e' da buttare. Pero' il mio LC di fine anni ottanta, pagato la follia di 3.100.000 lire, non ho avuto il coraggio di rottamarlo. 13 MHz (o 16 ?) in tutta la sua potenza e cinque lunghissimi minuti per avviarsi, ma soprattutto vent'anni in meno e tante belle speranze!!! Sigh...

Non credo che esista essere umano di buona e sana costituzione disposto a pagare un prezzo che non giustifichi il valore di cio' che compra ma ... anni fa cercavo un cavo firewire a 9 pin. Introvabile nei negozi della mia citta'. Su internet variava da 30 a 50 euro. Pensai tra me... "visti i prezzi spendo 30 euro". Ma un caro amico, non quello dell'iMac, mi consiglio' di provare in un negozietto sconosciuto in zona industriale. Senza speranze andai e... uscii incredulo con il cavo acquistato a soli 6 euro e tutt'ora felicemente inserito nel mio splendido MacPro che non ti dico quanto ho pagato perche' con quella somma avrei potuto tranquillamente risolvere il problema della fame nel mondo.

Quindi: quale dovrebbe essere il giusto prezzo per un cavo firewire o HDMI che faccia onestamente il suo dovere?
La storiellina la dice lunga.
Inoltre: sono io un malato di mente per aver investito i miei guadagni di un anno intero per comprare Il MacPro invece di prendermi una stazione intera di venti PC di marca? Siiiiiiiiiii?!!?!???

No, ovviamente non sono matto e non ho soldi da buttare via. Ho scelto un ottimo prodotto che giustifica il suo prezzo nel felice connubio tra hardware e software, in particolare col "recente" sistema operativo che non ha eguali.
Con iPhone e iPad hanno salvato l'azienda quindi non ci sputo sopra, anzi l'iPad si e' rivelato per me uno strumento irrinunciabile.
Riguardo alla crisi la colpa non e' certo della Apple. Piu' che di crisi economica parlerei di crisi di valori.
Si investe del denaro con la prospettiva reale di guadagnarne di piu' ma chi spende piu' di quello che ha per appagare un suo desiderio e' solo ladro di se stesso. Penso a quel ragazzo asiatico che ha venduto un rene per comprarsi un prodotto Apple. E' un caso di una gravita' estrema ma questi discorsi mi ricordano tanto quelle tesi assurde sugli effetti nocivi dell'Heavy Metal, genere musicale reo di turbare le deboli menti degli adolescenti di allora. I problemi sono altrove e purtroppo ben piu' gravi.

Invece sarebbe carino ricordare, e qui parte la polemica, tutte quelle persone (sono veramente tante) che hanno rinunciato all'utilizzo del computer a causa di un sistema operativo che probabilmente dovrebbe fare compagnia all'iMac del caro amico di cui ho parlato all'inizio.
Mi rendo conto di essermi dilungato troppo, di essere andato fuori tema e di non aver detto cose particolarmente interessanti quindi chiedo scusa e mi taccio avvolto nell'anonimato.

Mac e Metal a tutti!!!!

ritratto di Fabrizio87

Se parli della crisi dei

Se parli della crisi dei valori morali la apple sicuramente mi ha giocato un ruolo molto forte.
ha dimostrato che l'informatica era possibile vendere un dispositivo più caro di quello che valeva.
io all'epoca dell'uscita del primo ipod avevo come lettore MP3 uno della creative ZEN che era più potente aveva un sistema operativo migliore aveva una capacità di disco fisso del superiore in più poteva leggere video una cosa che ancora all'epoca non era possibile ipod.
Un altro esempio di come è possibile vendere dispositivi di seconda scelta a prezzi esorbitanti,
io all'epoca usavo dei palmari chiamati ipaq della HP esistono tuttora,
il mio nel 2005 era h6340 era ben più sofisticato del primo iphone,
potevi mandare dei messaggi MMS una cosa che di sognavi all'epoca dell'uscita del primo modello iphone.
Aveva già la funzione copia incolla che sembrano stupidaggini è stato necessario aspettare la versione 4 di iOS, tanta repulsione che sicuramente sono arrivate solo poche settimane fa ad esempio hotspot che già rappresenta l'epoca nel mio ipaq.

Se vuoi proprio parlare di un sistema operativo alla portata di tutti e che costa poco di vipere e comincia a parlare di Linux,
non tutti hanno foto o video di vacanze da montare tutti giorni con iPhoto o imovi, visto che spesso la gente non ha nemmeno i soldi per pagarsi le vacanze per fare le foto.

ritratto di Uomo_Linux

Il consumismo divampante crea poverta' programmata.

Caro Emanuele,

grandioso il tuo commento! Bravissimo! E' proprio cosi', ma spesso ci manca pure il tempo per capirlo. Nella corsa all'ultimo modello, al tutto e subito, dimentichiamo il buon senso. Pagare 100 Euro un cavo HDMI? Ma siete scemi? Vi rendete conto che buttate via quanto io spendo per vivere quasi una settimana?? Se attualmente state lavorando come bestie per 1'500 Euro al mese... be' riflettete sul fatto il cavo da 100 Euro vi costa ben 2 giorni di lavoro!!! Colui che ve lo vende probabilmente vive ben al di sopra del vostro tenore di vita ed e' contento che ci sia gente disposta a dissanguarsi per una qualita' magari indiscutibile, ma sicuramente non percettibile dai nostri sensi.

Gente, prima di tirar fuori il borsino, accendete il cervello (sempre che l'abbiate!). ;-)

P.S: io di casa apple ho comprato anni fa un iCoso shuffle, per mai piu' comprare nulla (visto che per usarlo devi metterti a 90 e utilizzare iTunes e tutta la loro roba). Per fortuna poi con Linux sono riuscito ad accederci, ma che impegno per riuscire a fare le stesse cose che un generico MP3 player fa "di base"!

ritratto di @Facebook

Reazioni da Facebook

Si ripete la storia dei cavi dorati
per i collegamenti audio:
uno sfacciato imbroglio che le riviste tecniche non asservite ai padroni avevano smascherato fin dagli anni 60...

Giuseppe DiSanto

ritratto di @Facebook

Facebook again

uhmm sono parzialmente d'accordo su questa analasi. Parzialmente perchè è vero sì che i segnali sono digitali ma sono anche modulati
ed alla fine son sempre analogici. La qualità del cavo sulla trasmissione quindi incide in particolare incidono la lunghezza del cavo
la qualità della schermatura e la resistenza a disturbi. Es. ci sono comunicazioni a 4Gbp/s e comunicazioni a 10Gb/s che sono
modulati con tanti Mhz di differenza.
Insomma proviamo a fare noi il cavo mettendo due connettori HDMI collegati tra di loro con chessò i cavetti usati per i doppini telefonic, senza alcuno schermoi e vediamo quanto lunghi riusciamo a farli oppure vediamo cosa riusciamo a vedere e cosa no: non tutti gli stream hanno la stessa velocità quindi qualcuno si vedrà bene e qualcuno non si vedrà proprio.
Mi sbaglio ?
Marco Vega Trucillo

Per la qualità della schermatura sono d'accordo (comunque non è detto che il cavetto cinese sia meno schermato di quello piu costoso) per il resto direi che non si sta pagando il cavo, ma:
la confezione plastificata
il cartoncino colorato interno
il libricino in tutte le lingue
la pubblicità fatta al cavo "speciale"
e (forse) qualche controllo di qualità in +

certo, certo :) Il fatto è che molti marchiano chessò un cavo come categoria 1.3 ma in realtà non è testato e non regge alle frequenze più elevate che magari richiede lo strem hdmi 1.3 di contro chessò all'1.0, specie se il cavo è lungo anche svariati metri. Per questo ho fatto l'esempio l'esempio di connettori lunghi poco adatti a quelle frequenze.
Se poi assumiamo che quel che dice l'etichetta è vero è naturale che un cavo 1.3 vale l'altro visto che sono stati testati entrambi per quel funzionamento.
Marco Vega Trucillo

ritratto di MustangBoy

Chiedo scusa, ma ci sono

Chiedo scusa, ma ci sono cavetti che vanno bene per il 3d e altri no?

Perchè ne ho comprato giusto uno l'altro giorno spendendo 15 euro ma avrei preso tranquillamente quello nella cesta (che cmq costava 10 euro) se non fosse stato che il commesso mi ha detto che quello non era adatto per vedere i film in 3d...

Mha....

ritratto di Emanuele

HDMI 1.2 1.3 o 1.4

citando Wikipedia

La prima versione, uscita come detto nel 2002, era la HDMI 1.0. Successivamente, sono arrivati 2 aggiornamenti, 1.1 e 1.2, che hanno progressivamente aumentato la velocità di trasferimento dei dati, introducendo contemporaneamente altre funzionalità. Dal punto di vista dei componenti hardware non è cambiato nulla, infatti il cavo e il connettore sono rimasti invariati, ma è cambiata la gestione software del protocollo di trasmissione. La serie di aggiornamenti è arrivata alla versione 1.4

Prima di tutto bisognerebbe capire il cavo che costava di meno che standard supportava, HDMI 1.3 ?

Perche non fai un grande favore a tutta la community?

Appena puoi vai al negozio ed acquista il cavo HDMI da 10 euro e poi verifica la differenza con il più costoso nella visione 3D e postaci il verdetto
noi il confronto lo abbiamo fatto solo con una TV FullHD

Grazie in anticipo
P.S. Troveremo poi il modo di sdebitarci ;)

ritratto di Fabrizio87

Ho una frase estratta dal

Ho una frase estratta dal film Matrix o almeno vaghi ricordi.

Alcune persone sono talmente indottrinate da un'idea, sono anche capaci sapendo benissimo che quest'idea sia falsa, ma continuare a combattere una per quest'idea al costo della vita semplicemente perché non conoscono altro.

mi sa che siamo in questa situazione,

comunque sia guardando un po' più approfonditamente,
se uno fa un'analisi dei segnali che transitano nel cavo ma livello più alto.
La trasmissione che viene fatto attraverso un cavo HDMI è di tipo MPEG 4 questo tipo di file è per definizione già un problema visto il numero di orrore che contiene essendo compreso,

sicuramente tutti parassiti tutti gli errorii prodotti su tutta la lunghezza del cavo,
non è nulla in confronto al trattamento della compressione subita al video.

inoltre la tecnica usata per modulare i segnali è di tipo Manchester differenziale chi è immune sulla maggior parte dei disturbi elettromagnetici semplicemente perché usa di transizione e non i stati logici per codificare le informazioni.

ritratto di Gigione

Ringraziamento

Un caloroso ringraziamento a Emanuele che con questa discussione è riuscito a coinvolgere persone preparate e che hanno potuto parlare della propria esperienza in merito all'oggetto in discussione...Bravo Emanuele!

ritratto di jumpjack

Non sarà una questione di

Non sarà una questione di frequenze e interferenze? Sui vecchi cavi scart economici l'assenza di schermatura sui singoli fili causava la visione di immagini "fantasma", causate dalla sovrapposizione al filo di ingresso alla TV delle immagini "in uscita" dalla TV, che "correvano" su un filo parallelo a quello di ingresso. Su un segnale digitale con bassa banda passante forse sarebbe ininfluente, ma la banda necessaria per un flusso FullHD/3d è notevolmente alta (anche se non so di preciso quanto), e più è alta la frequenza, maggiore è la quantità di dati trasmessi in un secondo, quindi basta un'interferenza brevissima per alterare il segnale!
Ergo, coi cavi economici potrebbe succedere più spesso di vedere "quadrettoni" sull'immagine... e di dare colpa al decoder, che magari non c'entra niente!

ritratto di Fabrizio87

In realtà il segnale DVB VIA

In realtà il segnale DVB VIA satellite o via terrestre,
In realtà questi segnali molto più disturbati che quegli che viaggiano nel cavo HDMI,
Quindi sicuramente in questo caso non influenzerà niente

ritratto di giorgio pasetto

apparte il fatto che forse di

apparte il fatto che forse di cavi posso toccare con mano ,nonostante che si vuol far luccicare come oro quello che non è ,il danno piu evidente e che si guastono facilmente ,specialmente nel rastrello /o pettine interno ,poi nelle piegature dove il cavo cade verso il basso ,la gomma che ricopre il cavo tende a marcire con iltempo a furia di toccarli lasciando umido delle mani eccc..pensate che li ho trovati nella spazzatura perchè molta gente non sa cosa farsene, in alcuni o provato a spellarli non vi dico che scadenza di rame che non si puo ne saldare e ne lavorare talmente sono scadenti cose mai viste .......ciao ciao

ritratto di jumpjack

>> marcire con iltempo a

>> marcire con iltempo a furia di toccarli lasciando umido delle mani eccc
giorgio, ma che cavolo ci fai tu coi cavi?!? :-)
Una volta messi stanno lì,.... cosa fai, li stacchi e riattacchi ogni sera e ogni mattina?!? ;-)

ritratto di linus

probabile

Probabile che li usi per uso professionale dove è costretto a cambiare spesso sede oppure per testare apparecchi, è vero quelli cinesi da pochi euro sono fatti con materiali a volte molto scarsi, ma vi sono buoni cavi anch'essi cinesi che costano qualche euro in più e non certamente cifre spropositate.

ritratto di Fabrizio87

Tanto per l'utente comune,

Tanto per l'utente comune, una volta installato viene mosso in media una volta all'anno,
quindi le sollecitazioni sulla guaina di plastica sono più che rare.

Quindi non penso che un cavo con smottamenti o che guaina resistente, serve a molto per un utente normale

ritratto di giorgio pasetto

continuoa restare in

continuoa restare in argomento, tante buone idee ci sono, cattive poche ,cavolate assai ,ma prendiamo il caso dell'uso,io traffico sempre con riparazioni , prove piccole tecniche sperimentazioni video audio togli e metti quasi tutti i giorni ,tu pensa che come cavo assai bello robusto a prima vista ma deluso quando tentai di spellarlo ,puo darsi che non tutti i cavi sono ugguali ma se devono svolgere funzioni tecniche devono soddisfare caratteristiche valide quindi seccondo la mia oppinione anche espressa da mio nonno grande saggio o ti prendi e gusti questa minestra o salti la finestra .....ciao a tutti...............

ritratto di Sammimo

Installatore impianti Audio Video

Nel corso della mia attività ho installato circa una 60ina di sale per conferenza e aule multimediali, ammetto che con i primi impianti i cablaggi li facevo tutti con cavi di marca e non con le "cineserie" come dite voi, poi piano piano, forse anche perchè la crisi incombeva, ho iniziato a utilizzare cavi mediocri e addirittura senza marca, il risultato è stato che solo 1 volta ho avuto problemi di "falso contatto" per colpa di un proiettore del c..o che aveva le prese HDMI un pò "larghe"... ho provato 3 cavi da 35-40 euro ma niente, poi ancora un cavo da 54 euro e ho risolto. Quindi?
Il mio impianto più vecchio ormai ha circa 5 anni e non mi hanno mai chiamato per un cavo HDMI rotto o guasto.
Continuerò ad utilizzare cavi da 10 euro!!!
Questa è la mia esperienza, ma non escludo che, negli impianti automotive ad esempio con problematiche differenti, le differenze siano più evidenti.
Ciao... e state calmi, non è fra di noi che dobbiamo litigare!!!

ritratto di Fabrizio87

Gli impianti automotive si fa

Gli impianti automotive si fa un cablaggio completamente diverso,
e sicuramente non si usano i cavi HDMI.

ritratto di Emanuele

state calmi, non è fra di noi che dobbiamo litigare!!!

sottoscrivo !

state calmi, non è fra di noi che dobbiamo litigare!!!

ritratto di Edi82

sottoscrivo anche io

anche perchè nessuno di noi vende cavi HDMI quindi sia in un verso che nell'altro si tratta di pareri del tutto disinteressati. Cmq trovo interessante la segnalazione di Sammimo per quanto riguarda anche un uso più professionale di cavi non di marca. Io, ripeto, nel mio articolo mi sono comunque limitata a quello che può essere l'uso domestico di un utente medio.

ritratto di Gab

Differenze misurate tra cavi HDMI

Buongiorno,
durante la mia carriera di progettista di Set Top Box ho avuto modo di valutare diversi cavi HDMI ed effettivamente in termini di prestazioni c'e' pochissima differenza.

Per valutare le prestazioni di un cavo si può misurare la sua "impedenza" con un network analyzer (Paramentro S12) oppure è possibile valutare se il segnale ricevuto alla fine del cavo rientra o meno nella "maschera HDMI" (diagramma ad occhio di dati e clock). In generale la differenza è poca e spesso è solo una questione formale: per certificare il STB + cavo in dotazione dobbiamo "rimanere in maschera", ma la TV non avrebbe problemi anche se fossimo "un po' fuori maschera".
Queste misure sono condotte con strumentazione da parecchie decine di migliaia di euro.

La differenza maggiore che ho trovato riguarda le schermature del cavo e quindi le emissioni elettromagnetiche : facendo i testi EMI dei Set Top Box in camera anecoica, con alcuni cavi ho avuto alcuni problemi di emissioni elettromagnetiche. Ovviamente nulla di preoccupante per la salute, ma con alcuni cavi "scarsi" avevo delle frequenze "fuori maschera". In generale i cavi con diametro maggiore hanno una maggiore schermatura.

ritratto di Evaluna

cavo HDMI certificato?

Ciao ragazzi,
mi sono imbattuta nei vostri preziosi consigli alla ricerca di un po' di informazioni sui cavi HDMI...non avendo molti fondi ho acquistato un cavo economico da circa 10 euro..e mi pare di capire di aver fatto la scelta più giusta!Il cavo ha funzionato per 2 giorni benissimo, poi ad un certo punto, dal nulla, l'immagine è scomparsa e al suo posto è comparsa la scritta: "nessun segnale, controllare l'alimentazione dei dispositivi connessi, la connessione del relativo cavo o la sorgente selezionata" e così per tutti gli altri tentativi che in vano ho messo in atto...ho controllato sul manuale della mia tv e c'è scritto "acquistare un cavo HDMI certificato, in caso contrario l'immagine potrebbe non apparire sullo schermo o potrebbe verificarsi un errore di connessione". Non so cosa fare, cosa significa acquistare un "cavo HDMI certificato"? che devo dargli un polmone per permettermelo? e perchè prima andava?

ritratto di Enricocla

MAMMA MIA CHE POLEMICHE

Io di polemiche non ne faccio. Racconto solo la mia esperienza. Cavo HDMI comprato su WEB in busta anonima, circa 3 anni fa....quando il cavo più sfigato non costava 8 euro, bensì 25/35....beh....utilizzato dal pc portatile al televisore, prima in HD Ready, poi FUll HD, va che è una meraviglia, sia come audio che come video. L'audio poi lo manda al televisore che lo ritrasmette tramite toslink all'ampli e di li salta fuori un più che soddisfacente Dolby Digital e/o DTS quando previsto dai film (che guardo dal lettore DVD del portatile).
Ora, ammesso e non concesso che piazzare dei cavi di qualità migliore potrebbe aiutare, e lo dico da ex realizzatore di impianti car-audio che ha "sentito" a orecchio le differenze, sostengo che quando si scrive "nel 99% dei casi per un uso casalingo son tutti uguali" secondo me E' VERO!!!! Se poi in casa avete un televisore da 10.000 euro, un lettore blue ray da 3500 ed un amply HD da 2500, allora li potremmo fare qualche "pulce" sul fatto di comprare cavi da 5 euro......Ma visto che il 99% di cui sopra acquista dallo scaffale di mediaw....ecc.....beh, per quei prodotti, ho proprio paura che il cavo da 100€ non faccia alcuna differenza......
Enrico.

ritratto di Maik

La differenza c'è, eccome!

A differenza di quello che viene scritto nell'articolo, io la differenza tra un cavo economico e uno più costoso (ad alta velocità) l'ho notata eccome, soprattutto nella visione di film in 3 D su un Tv della nuova serie NeoPlasma della Panasonic. In generale dubito che un cavo che costa 40-50 euro abbia la stessa qualità di un cavo che costa dieci volte di meno e questo a mio avviso vale per qualsiasi prodotto: se c'è una notevole differenza di prezzo tra le cose, un motivo c'è sempre, o quasi sempre. Ciò premesso, è poi altrettanto ovvio che uno può accontentarsi anche di spendere meno e la Tv la vede comunque: è vero che puoi anche girare in Panda piuttosto che in Mercedes o in Maserati e la macchina ti porterà in giro comunque, questo però è tutt'altro discorso..in genere, quasi sempre, salvo rare eccezioni, a maggior spesa corrisonde anche maggiore qualità e questo è vero, secondo me, quasi sempre e soprattutto nel campo dell'elettronica.

ritratto di Gigione

Non capisco....su certa

Non capisco....su certa componentistica ci rincaran oltre il doppio,il tripo e molto oltre.Ma come si fa a valutare un bene?Sicuramente provandolo.....ho comprato chiavette usb da 2 giga ai mercatini,e non han mai funzionato,stesse chiavette ai supermercati,un euro in più e mai avuto problemi......Forse anche i canali commerciali influiscono sia sulla qualità e sul prezzo di un prodotto.Comunque per ogni bene,c'è un limite di prezzo,e mi guasto quando vedo impuffato l'utente finale.

ritratto di Fabrizio87

L'unico limite di prezzo è

L'unico limite di prezzo è quello che il cliente è pronto a pagare,
esistono alcune dispositivi che non valgono alla produzione più di 50€ ma che non riescono a prendere senza nessun problema 700€ solo perché c'è una piccola mela morsicata stampata sopra.

il cliente è pronto a pagare a volte solo per dimostrare di avere soldi in casa o dimostra certo statuto sociale.

ritratto di temuccio

Info Auto Switch

Salve ragazzi,
stavo leggendo un pochino in giro ma, non trovando nulla, ho deciso di commentare questo post.
È possibile costruire un circuitino comandato che mi permetta di effettuare l'auto-switch attraverso un cavo HDMI (quello che accade con la scart attraverso il pin 8)?
Grazie

ritratto di Emanuele

Cavo HDMI auto switch

Ciao Temuccio,
per rimanere InTopic, ti suggerisco di aprire un nuovo argomento di discussione nel forum

http://it.emcelettronica.com/forum

ritratto di VAIPOCHOVAI

IL MIO CAVO HDMI ME LO SONO

IL MIO CAVO HDMI ME LO SONO COSTRUITO IO CON 20 CENTESIMI DI EURO SPESI DAL GROSSISTA..
COME FANNO I CINESI CHE POI LI RIVENDONO A 20 EURO

ritratto di GENNY

Cavo HDMI da 15 mt

Scusatemi: ho corretto la dimensione della TV con 50 pollici ......
Ho da collegare il decorder sky ad un TV LCD (50 pollici) tramite un cavo HDMI di circa 15 mt (in dettaglio in uscita dal decoder inserisco uno splitter 2 Way HDMI SPLITTER BOX 1x2 Port per la visone su di una TV colocata con lo stesso). Vista la lunghezza del cavo, credete possano esserci problemi ? Grazie

ritratto di Emanuele

Splitter e lunghezza cavo

Vedo due tipi di problematiche:

lunghezza del cavo, quindi come da articolo e successivi commenti ti consiglio un cavo di qualità (senza spendere cifre eccessive ovviamente) da quello che ho visto in giro, con una decina di euro si riescono a trovare cavi di marca.

splitter, non so se il segnale viene amplificato e ritrasmesso, ma in genere si hanno delle perdite di segnale, suppongo comunque trascurabili proprio perche l'hdmi è digitale ed userai dei cavi con connettori di qualità

ritratto di GENNY

Splitter e lunghezza cavo

Lo spitter è amplificato (2 Way HDMI SPLITTER BOX 1x2 Port (1 input 2 output) - Active Amplifier - v1.3b -1080p Full HD ), per quanto attiene al cavo HDMI sarei orientato verso un tipo "HDMI ad Alta velocità Advanced da 15m /15 metri con Ethernet PRO ORO NERO (versione 1.4a, 15.2Gbps) HDMI a HDMI CON ETHERNET COMPATIBILE CON 1.3,1.3 b, 1.3c, 1080p, 2160p BOX" quindi sull'ordine di un 40 di euro....

Che ne dici ? procedo?

ritratto di Emanuele

Cavo hdmi

Dalla descrizione mi sembra tutto ok, ovviamente per la mia esperienza.
L'unica cosa è il prezzo del cavo, forse si trova a meno, ma se per risparmiare qualche euro devi girare un pomeriggio intero in auto.... confronta anche i prezzi online (su Amazon ho visto è sempre 40 euro) e poi... facci sapere come si vede :)

ritratto di Roberto8586678

Testimonianza personale

Vi posso solo dire che la mia ps3 con cavo HDMI Sony è in funzione da 5 anni senza nessun problema... La ps3 di mio zio con cavo ps3 da 15 euro dopo 2 anni, una bella mattina si è visto tutto sfumato verde, adesso ne ha preso un altro da 15 euro...Un cavo sony costa 25 euro, e ammortizzato mi sta costando 5 euro l'anno ed ancora funziona...Quindi, e chiaro che bisogna fare una valutazione qualità prezzo... 100 sono troppi ma non mi fiderei troppo di un cavo da 4 euro... La resa nel breve tempo sarà uguale ma ad anni di distanza il mio cavo sony è ok! 25 euro per una durata di 5 e più anni con 2 anni di garanzia commerciale, penso che sia un prezzo ragionevole..Un saluto grazie a tutti!

ritratto di stazzatleta

ho letto l'articolo con

ho letto l'articolo con attenzione seguendo il link trovato in un famoso forum di audio video Italiano.

ci sono molti luoghi comuni e molte inesattezze, forse più dannose del marketing ingannevole dei produttori di cavo.

in primis va fatto un distinguo sulle lunghezze. l'informazione che viaggia nel cavo è sì di tipo digitale, ma la trasmissione avviene in formato "elettrico" pertanto se il cavo non è di buona qualità e costruzione si rischia di perdere per strada parte del segnale. una manifestazione tipica è la presenza di spike (puntini) sui display, il continuo sgancio del segnale o del "rumore" video in genere.

riguardo i contatti i oro, bisogna fare appello alla fisica ed ai conduttori naturali quali i metalli. nella scala della conduzione in maniera decrescente l'oro è sotto il rame. davanti invece troviamo l'argento, quindi se volessimo migliorare la conduzione dovremmo costruire cavi in argento. l'oro invece è utilizzato nei contatti perché non si combina con l'ossigeno provocando ossido. non capisco di quale reazione chimica dovrebbe e anche essere ritenuto responsabile.

peraltro condivido che per lunghezze fino a 5 metri la differenza di un cavo da pochi euro con quella da centinaia non influisce sulla resa video.

vorrei invitare il redattore dell'articolo a fare più attenzione quando si pubblicano notizie di questo genere perché si creano falsi miti o credenze

ritratto di zafiro

io ho aquistato HDM1.4 3D

***post eliminato

***motivo: pur essendo utile come esperienza (se vera) il testo risulta di difficile lettura con parti incomprensibili

***invito zafiro a postare la sua esperienza in modo piu chiaro (o quanto meno utilizzare un correttore automatico)

Emanuele

ritratto di Stazzatleta

Bravo

Bravo, così con quello che hai risparmiato, ti ci paghi un corso di grammatica. (Ma i messaggi non dovrebbero essere moderati?)

ritratto di giorgio pasetto

opinione negativa ..

continuo ad ribadire che la cina e tutti i staterelli attorno stiano con il loro mercato dove sono , non per cattiveria ma continuo ad avere assai delusione sui loro prodotti che sono scadenti e insisto nonostante che cerco di riparare,dei loro prodotti mi rifiuto proprio con vigore,perchè ritengo che sono scadenti forse il tutto è il mercato che comanda, ma del tutto perchè dobbiamo perderci noi che di prodotti validi siamo capaci di farli con pignoleria e garanzia anche di buona qualità........meditate gente

ritratto di Zefiro59

Riguardo il digitale

Condivido appieno l'articolo, in tutto e per tutto. Il cavo HDMI, trasmette un segnale 1011001010110010: il televisore o riceve 1011001010 o non lo riceve affatto. Per cui una eventuale differenza la si vede semplicemente vedendo o non vedendo l'immagine. Altrimenti l'immagine è quella. Abbiamo tutti visto cosa è successo con il passaggio da analogico a digitale: quando si vede l'immagine è perfetta. Se non è perfetta vedo i quadrettoni o non vedo nulla. La trasimssiona audio e video avviene attraverso questa catena (semplificata: con * i passaggi con perdita di qualità): Sensore* (mic e ccd) - trasmissione segnale* - convertitore analogico/digitale * - emettitore in radio frequenza - trasmissione digitale - ricevitore in radio frequenza - convertitore digitale / analogico - trasmissione video frequenza e audio *- emettitore (video e casse).
Qualunque sia la qualità del segnale che arriva al convertitore digitale / analogico (e questo vale anche per i CD), lui trasformerà il segnale in corente che arriverà al led: ogni led del televisore riceverà quindi per un tempo pari alla frequenza del televisore una corrente proporzionale al valore 1011001010110010: dato che la piena luminosità del led si ha a circa 30mA, il nostro led riceverà 30mA*1011001010110010/1111111111111111 pari ad una corrente di 20,94 A.
Nessun collegamento per quanto difettoso e di cattiva qualità potrà mai trasformare il decimo bit da 0 a 1, e neppure viceversa.
E per i cavi di rete e le fibre ottiche? I problemi possono aversi su lunghissme distanze e a frequenze elevatissime: se io trasmetto a 10 mbit al secondo, la frequenza sarà tanto elevata che la minuscola capacità che si crea fra filo e filo comincerà ad essere significativa e ad attenuare il segnale: ma quando questo avviene state tranquilli che la rete non vi funzionerà più: non capiterà mai che in un testo le lettere vengano 'attenuate', quindi scendendo di uno o due bit nella scala ANSII: sarebbe come dire che anzichè 'ciao' io troverei scritto "ag_m" ... è mai capitato a qualcuno?

ritratto di Stazzatleta

Guarda che stai dicendo delle

Guarda che stai dicendo delle grandi inesattezze. Oltre a quelle della trasmissione digitale (mai sentito parlare della correzione d'errore?) vorrei anche capire cosa sono i LED dei televisori che tu citi...

ritratto di cosleo

dubbio quale cavo hdmi comprare

Ciao:ho un dubbio che spero mi possiate togliere.Volevo collegare il pc allo schermo tramite hdmi,sia la scheda video che il video stesso supportano questa caratteristica.Ora sulla scatola della scheda video c è scritto hdmi 1.3,il cavo vorrei comprare è 1.4 posso collegarlo tranquillamente o devo per forza mettere un cavo 1.3??????Grazie delle risposte

ritratto di Emanuele

HDMI backwards compatibility

Tutti le nuove versioni di HDMI sono compatibili con le precedenti.
(come la usb)

ritratto di cosleo

Molto gentile dunque scusami

Molto gentile dunque scusami se ho capito bene sfrutterei la scheda che è 1.3 avendo un cavo 1.4 se invece mettessi un cavo 1.2 non sfrutterei la scheda video al massimo????Cmque lo schermo è un samsung touch screen non so cosa supporta come cavo,cmque con un 1.4 non dovrei avere problemi??Poi un altro piccolo dubbio,sul dischetto dello schermo,ho scaricato i driver e cliccando su una finestra mi dice il nome del modello dello schermo con due opzioni analogic e digital,cosa cambia scusate l ignoranza e poi quando da vga andrò col cavo hdmi come lo devo impostare su analogic o digital????Grazie mille

ritratto di stazzatleta

ma cosa c'entra con

ma cosa c'entra con l'articolo?

ritratto di cosleo

Mi scuso se sono off topic,ma

Mi scuso se sono off topic,ma visto si parla di cavo hdmi era un problema correlato,cmque come non detto.

ritratto di Zefiro59

Certamente ho detto delle

Certamente ho detto delle inesattezzze, mica potevo scrivere un trattato rigoroso ... ma la sostanza rimane tutta. Mi è anche sovvenuto un esempio che può spiegare meglio quello che succede: tutti noi possiamo vedere come le vecchie foto siano ingiallite e con i colori smorzati dal tempo. Oppure ancor meglio possiamo vedere come le immagini di vecchie registrazioni VHS siano degradate e con i colori sbiaditi. Questo perchè la registrazione era analogica e via via che la magnetizzazione del nastro peggiora, anche le immagini sbiadiscono e invecchiano. Allo stesso modo molti di noi ricorderanno i vecchi floppy disk, 1,44 Mb l'uno. Anche nei Floppy la magnetizzazione del nastro peggiorava, ed è a causa di questo che ci siamo scontrati più volte con un floppy che non 'leggeva' il file che ci interessava. Tuttavia finquando il file era leggibile i colori, le immagini erano assolutamente perfette. Semplicemente un brutto giorno il floppy non funzionava più, quel file non veniva più caricato. Questo è esattamente l'effetto del digitale: la sequenza di bit o la leggi o non la leggi, che si tratti di un floppy, del digitale terrestre, del SAT o di una trasmissione via cavo HDMI: quando la sequenza di bit arriva non può che essere perfetta, altrimenti non si vede nulla.
Per cui confermo quanto ha scritto l'estensore dell'articolo in testa: il costo di un cavo riguarda la sua resistenza alle inserzioni / disinserzioni magari fatte con malgarbo, alla sua flesssibilità, alla sua capacità di piegarsi o di subire maltrattamenti meccanici senza rompersi oppure di essere molto lungo; e quindi se immagino un uso pesante è bene spendere qualche soldino in più (un cavo di connessione di una videocamera ad esempio), ma per un cavo destinato ad essere piazzato lì una volta e - una volte verificato che funziona - dimenticato proprio non serve ...

ritratto di FLOWER25

SPIEGAZIONE

SE SONO TUTTI UGUALI XK HO TRE CAVI DIVERSI MA PER IL LETTORE BLURAY NE VA BENE UNO SOLO MENTRE GLI ALTRI MI FANNO VEDERE I FILM CON QUALITA' PIU' SCARSA? AD ESEMPIO LE IMMAGINI PIU' VELOCI LASCIANO SCIEE ED EFFETTO FANTASMA!?!????

ritratto di Gigione

Perchè ci sono aziende che

Perchè ci sono aziende che controllano a spot,altre che controllano tutti i pezzi prodotti.....e purtroppo controllare costa e scartare pure,mancato guadagno, spreco di materiale utilizzato....ecc....concordi?grazie,ciao

ritratto di Zefiro59

Scie ed effetto fantasma sono

Scie ed effetto fantasma sono dovute ad un viraggio troppo lento dei pixel, non c'entra nulla la velocità di trasmissione del dato: hai mica un televisore al Plasma?

ritratto di Gigione

Scusate la domanda...son

Scusate la domanda...son passato per un supermercato e per negozi di grosse catene di elettronica.A un mio primo controllo dei prezzi, alcuni prodotti son lievitati del 50% rispetto a mesi fa...mi confermate pure voi?Grazie
Son passato in un negozietto e pure li dopo un controllo,alcuni prodotti sono effettivamente aumentati..la cosa mi preoccupa.....effetto iva?
Grazie per l'interessamento alla mia domanda.....

ritratto di stazzatleta

ma che c'entra con i cavi

ma che c'entra con i cavi HDMI?

ti stai riferendo a quelli?

ritratto di flower25

No niente plasma.... Ho un

No niente plasma.... Ho un LED sharp
con un cavo i film in bluR e gli MKV si vedono benissimo con gli altri e due scie e fantasmi ho fatto prove su prove con 2 lettori bluray e sono sicuro che sono i cavi.....

ritratto di Gigione

Stazzatleta,si esatto,mi sto

Stazzatleta,si esatto,mi sto proprio referendo a quelli,i cavi hdmi,alle chiavette usb e agli hard disk.

ritratto di stazzatleta

gli HDD hanno subito un

gli HDD hanno subito un incremento dovuto alle inondazioni che hanno fermato la produzione diversi mesi fa nei principali paesi dove si producono, ma per il resto non saprei che dirti.

comunque il tema di questa discussione è diverso i, ovvero se e perché i cavi HDMI sono tutti uguali

ritratto di Gigione

In ogni modo mi sorprende che

In ogni modo mi sorprende che sia sempre l'utente finale che si fa carico del prezzo variato,infatti ho ridotto le mie spese anche per quello.In merito ai cavi,ho risposto più su dicendo che non ne vale la pena spendere tanto e anche ora che ne avrei bisogno ,li lascio li in negozio,aspetto che calino di prezzo,sennò faccio senza.

ritratto di Zefiro59

Evidentemente stai usando

Evidentemente stai usando cavi HDMI di categoria diversa. I cavi HDMI non sono tutti uguali, hanno numero di cavi e piedinature diverse anche se retrocompatibili fra loro: non è che stai confrontando un cavo HDMI 1.0 Standard con un HDMI 1.0 con Ethernet? Quest'ultimo è un HDMI Standard con aggiunto un cavo Ethernet di rete utilizzato per la comunicazione bidirezionale fra televisore e apparecchio, e trova appunto un grande utilizzo per i blu ray .. è ovvio che quanto si dice riguardo alla qualità del cavo vale per cavi di categorie uguali...

ritratto di Zefiro59

Dimenticavo!! Potrebbe anche

Dimenticavo!! Potrebbe anche essere che stai confrontando cavi di tipo "A" - adatti fino al 1080i - con uno di tipo "B" adatto fino al 1440p: quest'ultimo ha il doppio delle connessioni rispetto ad un tipo "A" e quindi ha ovviamente più banda passante. Prova a vedere che risoluzione ti offre il televisore con i diversi cavi: probabilmente con quelli di tipo "A" il sistema TV + BluRay si pone in condizione 1080i; il 1080i trasmette solo metà della schermata per frame, mentre la seconda metà della schermata è trasmessa nel frame successivo; una mezza schermata è formata dalle righe pari, la seconda mezza schermata dalla righe dispari. Anche con 30 fps probabilmente l'interlacciamento provoca un po' di alone.
Ma, anche in questo caso, stiamo confrontando due cavi diversi: per cui un'altra possibilità è che tu habbia due cavi di tipo "A" con 19 piedini che funzionano male, mentre un cavo di tipo "B" con 29 piedini e quindi diverso e più potente che funziona bene.

ritratto di Gigione

Grazie zefiro59 per la

Grazie zefiro59 per la spiegazione...mi è stata utile!Non sapevo di questa cosa......si ha sempre da imparare dal prossimo!Sei OK!

ritratto di DeeeLite

Alcune note tecniche...

Connettori in oro e non.
Il connettore in oro NON SI OSSIDA garantendo la conduzione nel tempo.
Il connettore economico con contatti stagnati, in caso di ambiente umido, può tendere a rivestirsi di ossidi isolanti.
Non ha molto senso usare un cavo professionale se il connettore del PC o del TV hanno le connessioni stagnate e non placcate d'oro, ma è comunque meglio.
In ambienti non esposti all'umidità o a sblazi di temperatura il connettore economico se la può cavare benissimo quanto quello in oro. Quest'ultiimo resta comunque migliore in affidabilità e durata della connessione.

Lunghezza e tipologia del cavo: mutua induzione, effetto pellicolare e capacità parassita..
come Marconi giustamente ben sapeva, un conduttore sottposto ad una corrente alternata emette un campo magnetico e, contemporaneamente, un campo magentico variabile induce una corrente in un conduttore (effetto di mutua induzione elettromagnetica). Un cavo elettrico sottoposto ad un flusso digitale di 10,2 Gb/s, come nel caso del nuovo standard HDMI 1.3, arriva ad una frequenza di 340 MHz, 3 volte superiore ai 107 Mhz della portante radio FM.
Quale può essere il problema? Dipende dalla fattura del cavo.
Ogni conduttore che viene attraversato dalla corrente del flusso dati si comporta da antenna trasmittente per tutti gli altri conduttori inclusi nel cavo HDMI. Essendo i conduttori vicini e paralleli e lavorando a frequenza così elevata, il rischio che un cavo disturbi gli altri è certo. Occorre che la costruzione del cavo segua certe regole per evitare questo fenomeno. Maggiore è la lunghezza del cavo, maggiore saranno gli effetti negativi sulla trasmissione. In confronto a ciò, il problema della resistenza elettrica dei conduttori è l'ultimo dei problemi.
Effetto pellicolare.
Gli elettroni liberi del metallo sono coloro che trasportano la corrente eletrrica, anzi, essi stessi sono la corrente elettrica. possono saltare da un'orbitale all'altro di ogni atomo del conduttore. Quando però ad un elettrone viene richiesto di andare avanti e indietro lungo un conduttore ad elevata frequenza, avviene che questo preferirà viaggiare sugli gli orbitali degli atomi esterni al conduttore, rispetto a quelli del suo interno (un cavo di rame ha atomi sia in superficie che all' interno...non è un bucatino, per intenderci). Qesto però significa che il numero di elettroni disponibili alla conduzione si riduce. Un pò come avviene quando in autostrada, in caso di coda, sia libera solo la corsia di emergenza. Questo fenomeno, detto effetto pellicolare, obbliga il costruttore dei cavi ad utilizzare più fili capillari invece di pochi o addirittura uno unico. Insomma, meglio 100 cavi da un centesimo di millimetro che uno solo da un millimetro: a parità di sezione complessiva, ci sarà più conduzione in un conduttore multifilare rispetto ad uno monofilare (sempre in caso di corrente alternata, si intende).
Meccanicamente parlando, inoltre, risulterà anche più resistenete alla torsione ed a continue piegature.
Capacità parassite.
Oltre all'effetto magnetico (disturbi tra un cavo e l'altro), a quello pellicolare (aumento della resistenza elettrica all'aumentare della frequenza) si aggiunge quello capacitivo, ovvero, gli elettroni dell'isolante usato per dividere i 19 conduttori del cavo HDMI (in genere PVC), pur non potendo abbndonare i loro rispettivi atomi (altrimenti non sarebbero più elettroni di un materiale isolante...)possono comunque partecipare ad una 'semi-conduzione' tra un cavo e l'altro semplicemente flettendo i loro stessi orbitali da una forma diciamo circolare rispetto al proprio atomo, ad una ellittica e scentrata. Questo perchè gli elettroni si respingono tra di loro e di conseguenza, un elettrone del flusso di corrente presente sul conduttore metallico andrà a disturbare l'orbita percorsa anche dagli elettroni presenti nelle parti isolanti, deformandola come una corda di una chitarra che tenderà a ritornare tesa alla posizione di riposo. Un condensatore è formato da due lamine di materiale conduttore separate da un materiale isolante, esattamente come due cavi isolati ed affiancati. Qual'è il problema? Il problema è che, guarda a caso la sfortuna, un condensatore (detto anche 'una capacità') tende a comportarsi come un corto-circuito all'aumentare della frequenza alla quale è sottoposto. Di conseguenza, una parte dell'energia impiegata durante la trasmissione dei dati si perde nell'effetto capacitivo del cavo. Anche in questo caso, l'effetto capacitivo è proporzionale alla lunghezza dei cavi ed alla vicinanza tra un conduttore e l'altro.
I cavi multipolari schermati e professionali costano un patrimonio, ce ne sono anche da 150 €/mt e senza alcun connettrore! solo il cavo!
Il prezzo ovviamente è legato anche a questioni commerciali. Un produttore di cavi abbsserà il prezzo in base alla quantità di cavo che riesce a smerciare. Un cavo poco richiesto porterà comunque con se i costi di una messa in produzione. Se è stato prodotto in quantità ridotta e su richiesta di un unico cliente verrà strapagato.
Usando schermature (rivestimento metallico attorno ai conduttori), twistando i cavi tra di loro in coppie (intrecciandoli), separando la sezione di trasmissione del cavo da quella di ricezione, usando isolanti di qualità si può ottenere un cavo ottimo o un cavo pietoso.
E' quindi possibile che vi siano cavi HDMI che utilizzano tecniche costruttive altamente sofisticate dedicate allo scopo ed è normale stapagarli, così come è possibile trovare dei cavi altrettanto cari ma che appagano solo l'occhio.
Resta però importante una cosa: la lunghezza è la componente che più può influenzare la qualità. Se avete bisogno di un cavo da 5 metri in su e siete esigenti, è meglio che lo proviate e vi assicuriate di poterlo restituire riprendendovi i vostri soldi in caso di malfunzionamenti o perdita di qualità.
E' sicuramente assurdo fare collaudi su un cavo da un metro, a meno che il cavo non sia un'assoluta porcheria...
Non è vero che un cavo è uguale ad un altro ma, per certe lunghezze e per determinate esigente, un cavo economico può sostituirsi egregiamente ad un cavo costoso.
Sapere quale dei due cavi ha maggior qualità a volte può dipendere solo dalla prova empirica...o dall'analisi in laboratorio.
Questa è la mia idea.

ritratto di Gigione

Nespole,questo è un trattato!

Nespole,questo è un trattato!

ritratto di Tonyna

HDMI

Ma il discorso va allargato e non riguarda solo i cavi. I commercianti, come gli amministratori di condomionio, sono dei nostri nemici. Essi sono ladri professionael, abitualie per tendenza. Qui ci stiamo impoverendo non tanto per la crisi odierna, è da quando c'è l'euro che ci impoveriamo. Come non ricordare il 1 Gennaio 2002, quando i commercianti adottarono il cambio 1.000Lire = 1,00Euro? Da allora abbiamo cominciato ad impoverirci, quando quello che costava 1.000Lire passò improvvisamente a costare 1.936,27Lire. Praticamente il DOPPIO.
Ecco perchè i commericanti sono nostri nemici, e dobbiamo combatterli e augurarci che questa crisi li spazzi via tutti. Io più saracinesche vedo abbassate più godo. Commerciante non avrai i miei soldi.
Il cavetto HDMI come ogni cosa costa almeno al metà, della metà della metà del suo vero valore. BASTA, fermiamo tutto, non facciamoci rapinare, comprate solo il latte ai bambini e un tozzo di pane e formaggi per noi. Fermiamo tutto, siamo consumatori, uan vera forza rivoluzionaria. lasciate l'auto a casa, tempo 48ore e la benzia cala subito di 0,50Centesimi. Chi non ricorda lo sciopero del fumo attiato dai milanesi prima delle cinque giornate di Milano? Siamo una forza, una forza che se si compatta spazza via in un giorno questo governo di farabbutti e tutti i commercianti.
fate come me, ribellatevi ai commercianti, all'usuraro monti, alla fornero e a riccardi, accattoni della peggior specie.

ritratto di Gabriella

Salve chiedo gentilmente un

Salve chiedo gentilmente un chiarimento, sto ritrutturando casa e gia mi sono fatto passare dall'ellettricista il cavo hdmi per il mio nuovo televisore 3D samsung di ultima generazione ma solo dopo ho saputo che per il 3D occorre un cavetto HDMI 1.4
senza avere piu la confezione non so cosa fare, ho visto vicino la guaina del cavetto ma vedo solo la scritta HIDE DEFINITION MULTIMEDIA INTERFACE, QUALCUNO puo aiutarmi a capire come regolarmi. premetto che la persona che me l'ha venduto non ne ha altri per poter vedere la confezione lui dice che si è un 1.4 ma ho letto su un forum che quelli che con la sola scritta HIDE DEFINITION MULTIMEDIA INTERFACE sono di categoria 1.2
è vero?

ritratto di Noaiproblema

Lezioni di macroeconomia

Tonyna...stai facendo come il classico populista di sinistra che fà di ogni erba un fascio e di memoria corta.
Premetto che non sono commerciante, ma comunque come artigiano sono un imprenditore in proprio.
Ora vediamo se sei un minimo capace di matematica: se il prezzo di vendita di un prodotto sconta l' Iva del 21% cosa significa per tè acquirente finale?
E' vero che dai direttamente al governo (ops...amministrazione fiscale) quasi 1/4 del valore di qualsiasi oggetto tu compra? O pensi che se l' Iva se la trattenga il commerciante (evasori/truffatori esclusi)? Ti è oscuro il fatto che il commerciante(come qualsiasi imprenditore) deve pure pagare un commercialista (o un dipendente) anche per "gestire" tali conteggi?
Torniamo al prezzo, se cosciente del fatto che dal valore al netto di Iva, detratto il costo di acquisto, detratte tutte le spese di attività (affitti, tasse fisse, stipendi, commercialista etc) mediamente di quello che resta (utile lordo) allo stato và un altro 35-50%?
Se sai far di conto ti accorgerai che del prezzo che tu paghi oltre la metà và al governo...chi è il ladro?

Sul cambio Euro/Lira non sò dove tu viva o cosa tu abbia visto, ma posso metter la mano sul fuoco che tutti i prezzi sono stati modificati al cambio vigente(1 euro=1936,27 Lit)tanto che per oltre 1 anno erano esposti entrambi.
Forse dimentichi che dall' introduzione dell' euro sono passati oltre 10 anni, che nel frattempo certe materie prime sono anche decuplicate, non certo per colpa dell' euro visto che si pagano in dollari. Qui un panettiere vendeva il suo prodotto a 6.000 al Kg, appena dopo l' introduzione della nuova moneta 3 Euro al kg,...ora siamo a 4 euro ma la sua bolletta energetica è minimo raddoppiata.

ritratto di Gigione

Grazie Noaiproblema per il

Grazie Noaiproblema per il tuo post,mi ha fatto piacere che tu lo abbia scritto,ciao

ritratto di Noaiproblema

HDMI

Prego Gigione,
tornando sui cavi posso raccontare la mia esperienza(come hobby installo impianti audio):
Nel 2010 ho assemblato un impianto di sonorizzazione per il locale di un mio amico, 2 sale entrambe con Tv, la prima con impianto surround a 5.1 canali, la seconda con 4 diffusori stereo più eventuale prossimo sub.
Cercando di far rientrare tutto in un budget limitatissimo ho puntato su elettroniche/diffusori di marca Yamaha (usato) e Tannoy(entry level) sub di mio realizzo integrato su una panca/divano), Tv Samsung (Plasma 50" + Led 42").
Per i cavi video si poneva il problema del segnale digitale HDMI, 16 Ml per il primo Tv e 23 Ml per il secondo. Non bastasse gli "intelligentoni" di elettricisti che su mie indicazioni e specifiche avevano passato il corrugato sottotraccia, si son trovati a corto di spazio nei loro tubi è hanno invaso pure quelli riservati alle mie connessioni (la 230 che viaggia assieme ad audio di potenza e segnale video) rendendo impossibile passare le prese HDMI.
Và contro i miei principi spendere centinaia di euro per cavi "marchiati" (produttore in provincia) quindi ho acquistato 3 cavi da 15 Ml. di buona fattura ma privi di brand, sulla "baia" tedesca, tagliata la presa da 1 lato, li ho poi giuntati eseguendo delle saldature a stagno (19 cavi alcuni fini come capelli...2 ore di lavoro per cavo), riavvolgendoli nelle loro "stagnole" di schermatura ed isolandoli come meglio potevo con guaina di gomma e nastro adesivo.
Alla visione non vi è alcun difetto fino a 720 p (le tv sono Hd Ready).

ritratto di Noaiproblema

HDMI

dimenticavo...i cavi costavano 16 Euro cadauno, in totale 67 Euro con il trasporto!

ritratto di MasterDomino

sarà...

...sarà anche vero ma tra il mio vecchio cavo cinese da 19 euro e quello della monster cave pagato 79la differenza a schermo sul mio Pana è palese e notata da chiunque.Ma si vede che siamo tutti sotto ipnosi fatta dal cavo.....

ritratto di Noaiproblema

Suggestioni

xMaster Domino
Citare esempi su vere o presunte differenze nella qualità dei cavi porta inevitabilmente a scontri, e a citazioni che molto spesso non mettono in considerazione tutte le variabili.
Magari nel tuo caso il cavo Monster Cable è realmente migliore...o forse è decisamente una ciofeca quello cinese... magari tutti "accusano" il cavo dimenticando le spine. La presa HDMI è quanto di più stupido si potesse scegliere, una superfice di contatto ridottissima, nessuna possibilità di "fissaggio", che prefigura possibili falsi contatti specie dopo ripetuti inserimenti/disenserimenti.
Bastava una variante di una presa DVI e si poteva quantomeno eliminare una possibile fonte di guai.
La diatriba sulle "presunte" qualità dei cavi è iniziata con quelli audio-analogici decenni fà. Ovviamente non poteva non estendersi anche alla sezione video.
Purtroppo nessuno tra coloro che sostiene la "necessità" di cavi dal nome altisonante, forgiati con mater iali extraterresti e attorcigliamenti esoterici ha mai fornito spiegazione fisica del perchè dovessero apportare migliorie.
Giusto se vuoi un paio di esempi (nel primo compare la Monster Cable):

http://consumerist.com/2008/03/do-coat-hangers-sound-as-good-monster-cables.html

http://www.matrixhifi.com/ENG_contenedor_ppec.htm

di esempi analoghi pubblicati anche su riviste di settore ce ne sono a iosa.

Traslare il discorso sui segnali video (o audio) digitali potrebbe essere sbagliato, ma credo che nessuno qui (io per primo) sia in grado di spiegare con quali esatte modalità è "compilata" una informazione digitale, cosa significa esattamente controllo/correzzione degli errori etc.
Quindi di ciò che non si conosce si può parlare ma senza "postulare" dogmi e comandamenti.

ritratto di maloxplay

abbiamo sempre utilizzato i

abbiamo sempre utilizzato i "classici" da pochi euro senza mai riscontrare il minimo problema... abbiamo anche esteso il cavo per molti metri con "giunti" femmina-femmina... idem!!!
E' sempre bene informarsi prima di effettuare un nuovo acquisto!!!

ritratto di lucabiasi

AIUTO ! 3d con adattatore hdmi /vga

ciao ! questo è proprio un erticolo che mi serviva , che stavo cercando , info su tecnologia hdmi !
Vedo che sei informata , chissà se sai aiutarmi ! spiego il problema.
Io ho un proiettore Vivitek che può proiettare in 3d qualunque contenuto in 2 d che ho sul pc , ma tale funzione si può attivare unicamente se il proiettore è attaccato con un cavo hdmi al pc ! lo usavo con un vecchio computer che aveva la scheda video con uscita hdmi e riuscivo a vedere in 3d anche film con bassa qualità come streaming ecc....ura il pc si è rotto e io volevo usare un altro pc che ho ma che non ha uscita hdmi , quindi pensavo di usare un adattatore vga/hdmi , ma non so se riuscirei a usare la funzione visualizzazione 3d ! Non so se la trasformazione del segnale verrebbe percepita dal proiettore e mi impedirebbe di vedere in 3d . il dubbio mi viene dal fatto che il proiettore non ha problemi a proiettare in 3d contenuti a bassa qualita tipo streaming , purchè sia collegato con cavo hdmi . che dici , se lo inganno collegandolo con il cavo hdmi e al pc con un adattatore hdmi /vga credi che possa funzionare ?? aiuto... !non so proprio...grazie mille.
ciao

ritratto di Mattia.Bassani

La vera differenza tra un

La vera differenza tra un cavo economico e uno di qualità e la capacità di non perdere la potenza del segnale, questo ovviamente evidente solo sulle lunghe distanze ed è il motivo per cui si usa l' oro, anche nei microcircuiti; l' altra capacità importante è la schermatura dalle interferenze dalle onde elettromagnetiche che possono formarsi da altri cavi o altri dispositivi che possono distorcere il segnale.

comprate un cavo HDMI in base alle vostre esigenze, ad esempio io ho un computer che dovendo stare attaccato al cavo ethernet si trova a più di 5 metri dalla televisione che in più è piena di cavi tra impipando dolci Sky ecc... Comprerò un cavo di qualità, mio fratello in camera sua ha una playstation e siccome è l' unico dispositivo attaccato alla tele e si trova a meno di un metro ha preso un normalissimo cavo hdmi.

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 13 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti