Ecco la Smart Elettrica a noleggio in Usa e anche in Italia

Smart elettrica

La Smart fortwo in versione elettrica è già stata prodotta come prototipo e alcune sperimentazioni si stanno già svolgendo sia all’estero che in Italia.

E’ un’auto energica e giovanile nella forma, ben lontana dai primi prototipi di auto elettriche abbastanza brutte dal punto di vista estetico. Ovviamente quando sarà prodotta, in teoria ad ottobre, punterà ad una nicchia di mercato.

“Questa è una vettura che punta alla sostenibilità”, ha detto Jill Lajdziak, presidente di Smart negli Stati Uniti, riferendosi alle automobili non inquinanti.

La smart fortwo electric drive ha un motore elettrico da 30 kW nella parte posteriore della vettura e può accelerare velocemente come il modello alimentato a benzina, ovvero circa 0-40 km / h in 6,5 secondi.

L’auto ha una batteria Tesla da 16,5 kWh agli ioni di litio, anche se Mark Langenbrinck, amministratore delegato per Smart, ha detto che le auto in programma per la produzione su larga scala nel 2012 avranno una batteria diversa.

La vettura avrà un’autonomia di percorrenza di circa 82 in città a velocità media, circa o 4-5 ore di guida. Si potrà ricaricare con lo standard di 110 volt, ma come per gli altri veicoli elettrici sarà il 220 volt ad essere raccomandato. Ci vogliono 8 ore per una carica completa, ma Langenbrinck ha detto che i tempi per la carica con il 220 volt e con le nuove batterie potrebbero ridursi notevolmente.

La vettura sarà distribuito in cinque regioni statunitensi quest’anno: Portland, OR, San Jose, CA; Orlando, in Florida, Indianapolis, IN. e il corridoio I-95 da Washington a Boston. La vettura, che sarà disponibile solo in affitto per 599 dollari al mese per 48 mesi, saranno principalmente destinati alle aziende, mentre il 20 per cento andrà ai comuni cittadini, che possono iscriversi e farne richiesta presso il sito web di Smart.

I modelli precedenti di quest’auto presentavano anomalie nel cambio marcia in caso di modello con marce automatiche, specie tra la prima e seconda. Sembra che gli ingegneri abbiano corretto definitivamente questo problema sia sulle elettriche che sui nuovi modelli tradizionali.

La velocità di punta si aggira sui 100 km orari, parecchio per un’auto così piccola, che vi farò sfrecciare senza problemi anche in autostrada e strade a lunga percorrenza.

Smart, come gli altri costruttori di veicoli elettrici, sta ancora lavorando per individuare il modo migliore per aiutare i clienti a gestire il processo che consente di ottenere 220-volt di carica nel loro garage. Consentire la carica è uno dei problemi più complicati ma anche più banali. Servono regolamentazioni nuove da parte degli stati per consentire le colonnine di ricarica anche nei seminterrati e garage sotterranei che attualmente non lo consentono per possibili casi di esplosione e rischio di incendio. Con le tecnologie adeguate questi rischi spariscono definitivamente e allora si stratta solo di mettere mano alle leggi e modificarle opportunamente. E’ un po’ quanto successe anche con le auto a gpl, che inizialmente non potevano accedere ai piani inferiori la strada per rischio di esplosione, cosa che con le bombole di nuova produzione, è impossibile. La Smart elettrica sarà in produzione tra il 2012 e 2013. (da Greentechmedia)

2 Comments

  1. mirko.zago 21 giugno 2010
  2. Emanuele 21 giugno 2010

Leave a Reply