Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ed infine il solare batte il nucleare

nucleare solare

La critica contro solare è che è troppo costoso, giusto? Sbagliato. E il grosso problema del nucleare è che è a buon mercato, giusto? Sbagliato. In questo caso, due torti fanno una ragione. Secondo una storica diatriba sui costi tra il solare e il nucleare, ora sembra essere veramente più conveniente acquistare il solare, così nell’opinione di John O. Blackburn, professore di Economia alla Duke University. Infatti, di l’energia elettrica generata da un sistema fotovoltaico (PV) ora costa circa tra i 14 e i 19 centesimi per kilowatt-ora (kW-hr) e le centrali nucleari in fase di progettazione non saranno in grado di vendere l'energia elettrica a meno di 14- 18 centesimi per kW-hr. Con questo si arriva ad punto di incrocio, in cui il solare raggiunge la parità di prezzo con il nucleare.

Mark Cooper, esperto per l'analisi economica presso l'Istituto Vermont Law School per l'Energia e l'Ambiente, sostiene che il costo di una centrale nucleare è passato da circa 3 miliardi dollari per reattore nel 2002 a 10 miliardi di dollari sempre per un reattore nel 2010. (I costi sono, ovviamente, variabili per regione.). Gli oppositori dell'energia solare fotovoltaica, spesso dicono che è competitiva solo grazie ai sussidi. Ma una relazione nel 2000 - quando le centrali nucleari non eccessivamente costose - ha rilevato che 151 miliardi di dollari in sussidi federali è andato alle industrie del vento, del solare e del nucleare e di questi soldi, il 96,3% è andato solo al nucleare. Con il prezzo del nucleare in costante aumento e il prezzo di elettricità solare fotovoltaica che scende costantemente, lo studio Blackburn prevede che il costo dell'energia solare fotovoltaica sarà competitivo senza alcuna sovvenzione entro il 2020.

Anche gli avvocati che difendono l'industria dell'energia nucleare non possono più negare l'evidenza che le centrali nucleari sono più costose da costruire. L'industria nucleare ha messo a punto alcune strategie per aggirare i costi insostenibili per costruire i loro impianti. Uno è quello di spostare il rischio per il governo degli Stati Uniti, chiedendo garanzie sui prestiti federali. Un altro è quello di spostare il rischio per i contribuenti con un sistema di finanziamento che aggiunge una tassa per ogni cliente per la costruzione di nuovi impianti pagando per 6 a 12 anni prima di ottenere l'elettricità dai loro investimenti.
I sostenitori del nucleare dicono che non accadranno più disastri come i precedenti con i disegni di impianti moderni e la tecnologia, ma è stato costruito solo uno dei cinque modelli proposti, attualmente all'esame. La nuova tecnologia, non importa quanto ben pensata e testata, introduce inevitabilmente delle complicazioni impreviste.
L'unica cosa che continua a sognare chi protende per la rinascita del nucleare è quello di fermare il cambiamento climatico globale. Il nucleare è una tecnica di produzione di energia a emissioni zero. I lobbisti sono riusciti a ottenere l'attenzione del governo e negoziare le garanzie sui prestiti e agevolazioni fiscali offrendo un compromesso con le nuove fonti alternative. Ma un cattivo investimento è un investimento sbagliato e alcuni stanno finalmente realizzando che le garanzie sui prestiti per fare centrali nucleari anche se proteggono i contribuenti, tutti i vantaggi per gli investitori.

Nel frattempo, ci sono modi molto migliori per utilizzare i soldi dei contribuenti. New Energy (NE) e l'efficienza energetica (EE) diventano sempre meno costosi e potrebbero facilmente soddisfare la crescente domanda di produzione di energia elettrica a emissioni zero ad un costo molto più basso. Un calcolo da Cooper ha constatato che i 100 nuovi impianti proposti dai fautori di una rinascita nucleare costerebbero ai contribuenti e agli utenti di energia elettrica 1.900 miliardi dollari a 4.400 miliardi dollari più di un investimento analogo a NE e la capacità di EE. (Da RenewableEnergy )

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di @Facebook

Lo studio è stato fatto su

Lo studio è stato fatto su una situazione specifica e non in termini generali, dove il prezzo preventivato è stato inflazionato per motivi locali.
Comunque peccato che i conti non tornino proprio:
http://it.wikipedia.org/wiki/File:Costi_MIT.p...ng
http://en.wikipedia.org/wiki/Relative_cost_of_electricity_generated_by_different_sources

Marco Bo @Facebook

ritratto di Elektrik Girl

che vinca il migliore!

che vinca il migliore!

ritratto di Edi82

Io non mi fiderei troppo di

Io non mi fiderei troppo di wikipedia..

ritratto di @Facebook

a mia -personalissima-

a mia -personalissima- opinione il punto di cross-over e' ancora parecchio lontano.....(!) sigh (!!)

Marco Fiori @Facebook

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 48 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti