Home
Accesso / Registrazione
 di 

Espansione 4 canali per chiave DTMF 2/2

Espansione 4 canali per chiave DTMF progetto open source

Seconda parte del progetto open source di una chiave DTMF a 4 canali. Il collaudo finale.

Espansione 4 canali per chiave DTMF - Il collaudo finale

Ad ogni tono disponibile sulla tastiera del telefono o dell’apparato radio abbiamo associato una funzione cercando di rendere l’utilizzo del telecomando il più intuitivo possibile. I toni DTMF utilizzati vanno dallo zero all’otto, ci sono poi il tono * (asterisco) ed il # (cancelletto). Il programma interpreta questi toni ed esegue la funzione associata: l’asterisco causa l’apertura di tutti i relè mentre il cancelletto provoca l’uscita dalle subroutine e l’eventuale disimpegno della linea telefonica, i toni dall’uno all’otto agiscono invece sui canali da CH1 a CH8 e sui rispettivi relè.

espansione_4_canali_chiave_dtmf_pcb

Il funzionamento dei relè può essere impulsivo (i contatti si chiudono per 1-2 secondi) oppure bistabile (il contatto si chiude e resta chiuso sino ad un nuovo comando). Ogni volta che un relè cambia stato viene generata una nota di risposta (continua se il relè viene chiuso oppure modulata se il relè viene aperto).

Inviando il tono zero seguito da un numero da 1 a 8 si attiva la funzione di interrogazione della scheda: il programma legge lo stato del relè “interrogato” e genera una nota di risposta seguendo lo standard sopra citato (continua = relè chiuso, modulata = relè aperto); in questo modo possiamo conoscere lo stato di un canale senza doverlo modificare.

Se inviamo al nostro telecontrollo il tono zero seguito dal tono cancelletto attiviamo la funzione di programmazione a distanza. Il circuito invia dapprima una nota per informare che siamo in programmazione: a questo punto la scheda attende una sequenza di sette toni che viene memorizzata nella EEPROM; al termine invia una nota di fine programmazione e disattiva il telecontrollo disimpegnando eventualmente anche la linea telefonica.

I sette toni ricevuti e memorizzati in EEPROM assumono un preciso significato: il primo tono rappresenta il numero di squilli che debbono giungere alla chiave DTMF per attivare la linea telefonica, i successivi cinque toni rappresenteranno il nuovo codice di accesso mentre il settimo tono attiva o meno la protezione.

Se quest’ultimo corrisponde a 1 il software disabilita la funzione di programmazione a distanza rendendo impossibile la modifica del codice di accesso da parte dell’utente remoto. Per eliminare la protezione è necessario azzerare in loco la memoria EEPROM mediante il pulsante montato sulla piastra. Se la chiave DTMF è abilitata al funzionamento con apparati radio la procedura di programmazione risulta leggermente diversa, per l’esattezza in questo caso il software attende solo sei toni (cinque della chiave più uno per l’eventuale protezione).

Non viene infatti programmato il numero di squilli poiché il software della versione radio non gestisce la linea telefonica. Un’ultima precisazione: la nota generata all’inizio ed alla fine della programmazione è diversa da quelle di risposta dei relè (continua o modulata), per la precisione la nota continua dura circa 3 secondi e ha una frequenza di 1000 Hz, la nota modulata è formata da tre impulsi a 1000 Hz della durata di 0,5 sec mentre la nota di inizio e di fine programmazione consiste invece in 8 impulsi a 1000 Hz della durata di 100 ms.

Il dip-switch a tre poli (in realtà sono quattro ma l’ultimo non viene utilizzato) montato sulla piastra base consente di impostare il modo di funzionamento della scheda. Se la chiave DTMF deve funzionare via radio il primo dip va posto in ON, in caso contrario va messo in OFF. Se i relè debbono funzionare in modo impulsivo, ovvero se debbono attivarsi per un secondo per poi resettarsi, il dip n. 2 va messo in OFF, al contrario se dobbiamo memorizzare lo stato il dip 2 va posto in ON. Infine, se vogliamo attivare la funzione di ripristino dei relè, portiamo il dip 3 a ON, altrimenti lo lasciamo in OFF.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 81 visitatori collegati.

Ultimi Commenti