Home
Accesso / Registrazione
 di 

Esperimenti con biochar

i nostri esperimenti con biochar

Scoprire il Biochar

L’industria del carbone ha avuto una storia interessante, essendo una volta la principale fonte di commercio di terreni boscosi nelle Isole Britanniche, offriva lavoro a molti ed era una parte essenziale del nostro paesaggio. Subito dopo la scoperta del carbone come una fonte di combustibile nei primo del 1700 il charcoal si trasformò in un affare poco vantaggioso, ed i boscaioli che lo fecero divennero parte della storia, persa agli inizi della rivoluzione industriale.

Quindi chi avrebbe pensato, che 250 anni dopo il primo uso di combustibili fossili avremmo guardato di nuovo al carbone come un mezzo per neutralizzare la pericolosità di tali emissioni. Può sembrare poetico, ma per quelli che stanno studiando la capacità di Biochar di isolare CO2 dall'atmosfera, questa è un'opportunità fin troppo reale. E non si limita ad eliminare le emissioni; Biochar ha il potenziale di migliorare la terra agricola degradata e ridurre la dipendenza da fertilizzante creando lavori rurali, offrendo un riutilizzo del materiale organico e divenendo una parte integrante dei nostri sistemi di energia di biomassa.

Biochar è nato per sfruttare un processo chiamato pirolisi durante la quale la materia organica è scaldata a temperature sotto 700 C in assenza di ossigeno. Ciò lascia soprattutto un consistente composto di carbone che noi chiameremo charcoal. Il carattere inerte di questo carbone significa che non è soggetto a decomposizione diversamente dalla materia organica la quale inevitabilmente si decompone e rilascia carbonio nell'atmosfera. Attraverso la carbonizzazione delle piante, il carbone è trasferito dal relativamente veloce ciclo di carbonio in assorbimento ed immagazzinamento di carbonio dove esso può rimanere per migliaia di anni nei suoli degli ecosistemi terrestri. Gli scienziati dicono che solamente una piccola percentuale di acido carbonico atmosferico ha bisogno di essere catturata e conservata per limitare le nostre emissioni.

Sorgente: Esperimenti con biochar

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 23 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti