Home
Accesso / Registrazione
 di 

Fader video - 2

Fader video progetto open source

Per capire come funziona il circuito dobbiamo considerare il funzionamento di quello che è il suo componente principale: l’integrato U1; questo accetta i segnali video da elaborare agli ingressi A e B, localizzati rispettivamente ai piedini 4 e 9 (le resistenze R1 ed R2 servono ad adattare l’impedenza di ingresso a quella di uscita dei dispositivi video che si collegano al nostro circuito).

I segnali video A e B sono riferiti a massa, ovvero applicati ad ingressi sbilanciati; il terzo segnale, quello ausiliario, è applicato all’ingresso differenziale costituito dai piedini 10 e 11 che, mediante il doppio deviatore S1, possono essere connessi alla massa (per disattivare il predetto ingresso) o all’ingresso AUX (per prelevare ed inserire nell’immagine di uscita il terzo segnale). L’uscita video che permette di vedere su un televisore o su un monitor (dotati di presa SCART o ingresso video composito a 75 ohm) l’immagine risultante dalla miscelazione dei segnali è localizzata al piedino 14, ed è sbilanciata a 75 ohm d’impedenza.

Il segnale che giunge al piedino 14 può essere quello dell’ingresso A, quello dell’ingresso B, oppure l’insieme di entrambi, sovrapposti in misura inversa (cioè più cresce l’uno più diminuisce l’altro) o, ancora, l’insieme di A, B e del segnale in arrivo dall’ingresso ausiliario (se S1 è disposto sui punti AUX).

A determinare da cosa è composto il segnale video di uscita provvedono i quattro operazionali contenuti nell’U4: questi realizzano un generatore di tensione duale (U4c e U4d) regolabile mediante il potenziometro R14, tensione che viene applicata ai due amplificatori operazionali, uno in configurazione non-invertente (U4a) e l’altro connesso in modo invertente (U4b).

fader_video_cablaggio

Vi chiederete il perché di ciò, e ci sembra giusto spiegare dove sta il trucco: l’EL4453C viene controllato con livelli di tensione, applicati ai suoi ingressi di controllo: il piedino 7 determina il livello del segnale A da portare all’uscita, mentre il 6 controlla il segnale B; la tensione di controllo applicabile a questi piedini può essere compresa tra 0 e 1 volt, intendendo che a zero volt, o comunque quando il piedino 6 è più positivo del 7, passa solo il segnale A, mentre quando il 6 è ad un potenziale minore del 7 (e comunque è a zero volt) passa solo il segnale B. Per comandare separatamente i singoli segnali ci basterebbe quindi applicare le tensioni di controllo con un potenziometro per ciascuno degli ingressi di controllo (Vfade+ e Vfade-, rispettivamente i piedini 6 e 7) ma per quello che vogliamo fare, cioè per ottenere un fader, dobbiamo procedere in altro modo: in pratica dobbiamo fare sì che se il potenziale del piedino 6 aumenta quello del 7 diminuisce allo stesso modo, così da creare la miscelazione e la dissolvenza di un’immagine e la maggior presenza di quella sull’altro canale.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di croccoso

vorrei sapere come acquistare

vorrei sapere come acquistare il kit
del FADER VIDEO con l' integrato EL 4453C
sono molto interessato a questo kit anche con un integrato diverso ,ma con le stesse funzione e caratteristiche di codesto
attendo risposta
grazie

ritratto di Emanuele

EL4453C

Il progetto è stato realizzato da Elettronica IN, se contattate la Futura Elettronica potrete avere tutte le indicazioni in merito.

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti