Fondamenti di motori DC a spazzole [Application Note]

Struttura dei motori DC a spazzole

Microchip presenta i fondamenti dei motori DC

In questa application note [PDF] molto interessante Microchip spiega il funzionamento ed i componenti interni dei motori DC a spazzole.

Si concentra inoltre su come rendere un PIC qualsiasi un ottimo driver con la possibilità di variare velocità e direzione di rotazione.

Microchip ci mette a disposizione, per esempio, uno schema base per un ponte H bidirezionale

e conseguente tabella delle modalità di funzionamento del ponte stesso al variare dello stato dei quattro MOSFET utilizzati. 

I MOSFET sono poi polarizzati da quattro porte di un microcontrollore PIC.

Analizza poi ben tre diversi modi di misurare la velocità di rotazione dei motori DC:

1)  Encoder ottico: formato da un led IR, un fototransistor ed una ruota a finestre

Il fototransistor riceve l’informazione del led solo quando l’IR, trovando una finestra, attraversa la ruota.

2) Sensore ad effetto Hall: formato da un sensore ad effetto Hall e vari magneti posti sulla ruota

Il sensore riceve la variazione del campo magnetico solo quando la ruota, girando, avvicina e/o allontana i magneti.

3) Back Electro Magnetic Flux (BEMF)

STAMPA     Tags:, , , , ,

One Response

  1. sorex 6 febbraio 2011

Leave a Reply